Firma la petizione per il Parco Iris



Raccolta firme promossa da: Comitato Iris, Comitato StopAllagamenti, Legambiente, Associazione Alvise Cornaro, Amissi del Piovego, WWF



Nome* :
Cognome*:
Indirizzo*:
Comune*:
CAP*:
email:



Clicca qui per tornare alla presentazione della petizione e ai documenti di approfondimento


scarica il volantino

Di seguito il TESTO DELLA PETIZIONE PER ESTESO:

Al Sindaco, agli Assessori, ai Consiglieri Comunali, ai Consiglieri dei Quartieri 3 e 4 al Consorzio di Bonifica Bacchiglione

NO a nuovo cemento nell'area verde in zona parco iris,
SI ad un vero, grande parco urbano contro gli allagamenti
I sottoscritti cittadini chiedono un esempio concreto di una città rispettosa dell'ambiente, che aiuti a contrastare il rischio di nuovi allagamenti.

UN’AREA VERDE…
L’area verde in zona Parco Iris, (compresa tra via Canestrini e via Forcellini, il Parco Iris e i nuovi palazzoni Erp di via Gerardo) è una delle ultime aree verdi di grandi dimensioni rimaste all’interno della città urbanizzata dove si potrebbe ancora realizzare un vero, grande Parco urbano.
… A RISCHIO IDRAULICO
L’intera zona Focellini-Canestrini-Crescini è estremamente vulnerabile dal punto di vista idraulico come hanno dimostrato i recenti allagamenti che hanno creato danni per milioni di euro.

DOVE SERVE PREVENZIONE…
Gli interventi previsti o già in corso - nuova idrovora San Gregorio, potenziamento idrovora Voltabarozzo e rifacimento condotta fognaria via Crescini - sono necessari ma non sufficienti a garantire la salvaguardia idraulica dell’area e vanno perciò affiancati da un’azione di tutela delle aree verdi.
… NON CEMENTO L’ulteriore edificazione nell’area verde con altri 100 appartamenti circa aggraverebbe infatti il rischio di allagamenti per le nuove e le vecchie costruzioni della zona.

I CITTADINI L’HANNO CHIESTO...
In più occasioni, come ad esempio nei percorsi partecipati del 2007, i Quartieri e i cittadini hanno chiesto di fermare l’edificazione dell’area e di spostare la cubatura prevista, indicando aree non a rischio allagamenti e già destinate ad essere edificate.
…E LA REGIONE LO CONSIGLIA
La stessa Regione Veneto ha consigliato di spostare i nuovi interventi edilizi in zone non a rischio idraulico, nel suo recente Parere di compatibilità idraulica del PATI.

Raccolta firme promossa da: Comitato Iris, Comitato StopAllagamenti, Legambiente, ass. Alvise Cornaro, Amissi del Piovego, WWF.



* campi obbligatori
Il rilascio dei dati a favore della petizione vale come autorizzazione ad utilizzare gli stessi. Legambiente garantisce la massima tutela nel trattamento degli stessi, ad uso e per i fini qui indicati, nonché la possibilità di cancellazione nel rispetto del D.Lgs. 196/03 e successive modifiche ed integrazioni.


Categoria:      

menu' gestione