Iscr. Reg. Trib. di Padova n. 1920 del 14/12/04
27/01/2011 Newsletter num 277 inviata a 13245 iscritti

Sostieni legambiente diventa socio

Primo Piano

Smog a Padova: dossier Legambiente


Nei giorni scorsi sono state fornite alcune notizie che possono indurre a credere che l’aria di Padova non sia più inquinata. La cose non stanno proprio così. Lucio Passi illustra in dettaglio la situazione per quanto riguarda gli inquinanti fuorilegge.

Ambiente

IKEA e Legambiente rispondono alle vostre domande


Dalla collaborazione tra IKEA e Legambiente Padova nel 2009 è nato lo Sportello Energia, un servizio gratuito che permette a chiunque di ricevere risposte specifiche riguardanti risparmio energetico ed energie rinnovabili per la propria casa.

Democrazia Urbana

Qualunquemente sottototolato all'Astra


Da venerdì scorso al PortoAstra è in programmazione Qualunquemente in versione sottotitolato per persone sorde, una occasione rara dovuta alla volontà della Fantango film che ha deciso di raccogliere la sfida della Fiadda. E’ la strada per abbattere una barriera, quella della comunicazione.

Cemento che ride

Nasce il comitato StopAllagamenti


In seguito agli allagamenti subiti a settembre 2009 e maggio 2010, e al diniego dei risarcimenti da parte dell’assicurazione del Comune, è nato a Padova un comitato di cittadini con l’obiettivo di fornire consulenza ai danneggiati e di promuovere le iniziative necessarie per risolvere definitivamente il problema. Come prima iniziativa lo scambio di informazioni utili in un’apposito profilo Facebook.

Media e messaggi

Blasco: l'originalità dell'usato


Siamo andati a trovare Raffaella, la simpatica proprietaria di Blasco, negozio di vestiti e accessori in centro, che vende anche abiti usati. Per questo, infatti, è un negozio convenzionato Legambiente Padova: perchè promuove il riutilizzo, appoggiando un modo di vivere ecologico e allo stesso tempo... attento allo stile.

Succede in città

"I bambini nella guerra e nella Shoah"


Fino a Domenica 13 Febbraio

 

Mostra di pittura di Marta Czok “I bambini nella guerra e nella Shoah”

patrocinata dalla Comunità Ebraica di Padova

presso il Palazzo Antico Ghetto Ex Sinagoga Tedesca in Via delle Piazze n.28

tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00

"Quando piangono i bambini sono tutti uguali" è la frase che accompagna l'esposizione dei 16 dipinti, ad opera dell'artista di origine polacche, in ricordo dei bambini polacchi di fede cristiana deportati dal Terzo Reich, durante la Seconda guerra mondiale, dei quali si è persa la memoria. Per approfondimenti.

ingresso libero

per informazioni:

sito www.bambiniguerrashoah.com,

email serviziomostre@comune.padova.it o volpeuva.arte@gmail.com,

tel. 049 8204546


Primo Piano

Smog a Padova: dossier Legambiente


Pm10

E’ vero, nel 2010, per la prima volta da quando è monitorato la micropolveri scendono sotto il valore limite annuale che è di 40 microgrammi per metro cubo. Un risultato importante, dovuto anche alla costante sensibilizzazione dell’opinione pubblica di Legambiente ed alla pressione che quest’ultima ha esercitato sulle amministrazioni dal 2001. Ma la legge impone un altro limite, quello giornaliero, che è di 50 microgrammi per metrocubo d’aria da non superarsi più di 35 volte all’anno. Dal 1 gennaio al 31 dicembre 2010 dalla centralina alla Mandria sono stati registrati 94 superamenti del limite giornaliero di legge, contro i 35 ammessi dalla legge. 85 sono stati i superamenti registrati dalla centralina dell’Arcella. Quindi anche se in diminuzione rispetto ai superamenti giornalieri degli anni scorsi, in questo caso il PM10 resta ampiamente fuorilegge.

 

Pm 2,5

Da quest’anno oltre al Pm10, c’è anche il pericolo Pm 2,5: frazione ancor più sottile delle micropolveri, e quindi ancor più pericolosa perché essendo più piccola penetra più a fondo nell’organismo. Infatti il Decreto Legge 155/2010 del 13 agosto 2010 inserisce il PM2,5 tra gli inquinanti per i quali è previsto un valore limite: 25 microgrammi per metro cubo d’aria, calcolato come media annua. Nel 2008 a Padova è stato registrato un valore annuo di 30 microgrammi, nel 2009 di 32 microgrammi (i dati 2010 non sono ancora disponibili)

 

Ozono

Dal 2010 è entrato in vigore un nuovo limite per quando riguarda l’inquinamento da ozono, ovvero, il valore obiettivo per la protezione della salute umana. Il limite, fissato dall’Unione europea, recepito in Italia con il Dlgs 183/04 è stato posto a 120 µg/m³, (calcolato come media su otto ore) da non superarsi per più di 24 volte l’anno. Nel triennio 2007-2009 a Padova i superamenti registrati sono stati mediamente 40 all’anno. Nel 2010 il limite è stato superato per 51 giorni.

 

Benzo (a) Pirene

ll benzopirene (da non confondere con il benzene), un microinquinante classificato come cancerogeno dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro. A Padova, viene monitorato da dieci anni ed è sempre risultato sopra il limite di legge che è di un nanogrammo per metro cubo d’aria, come media annuale. Nel 2009 (ultimo dato disponibile) il benzopirene misurato a Padova è stato di 1,2 nanogrammi.

 

Concludendo

Comprendere anche i veicoli diesel euro 2 tra quelli che non possono circolare è sicuramente un passo in avanti nella lotta antismog, ma la vera azione strutturale consiste solo in una decisa limitazione di fondo del traffico. La via maestra per combattere l’inquinamento, soprattutto in questo periodo di estrema scarsità di risorse pubbliche è quella della tariffazione dell’entrata in città: un tiket che vada a finanziare il potenziamento del trasporto pubblico e che parallelamente spinga ad utilizzare quello già esistente, senza usare l’auto per entrare e muoversi in città.

Lucio Passi - Legambiente Padova


Ambiente

IKEA e Legambiente rispondono alle vostre domande


IKEA collabora oramai da diversi anni con ONG internazionali e nazionali sul fronte della responsabilità sociale d’impresa. In Italia, sui temi strettamente ambientali, Legambiente rappresenta la realtà con cui si sono attivate le collaborazioni più longeve e consolidate. Nel particolare, qui a Padova, è oramai da 5 anni che ci facciamo promotori congiunti di iniziative dedicate ai clienti di negozio.

Abbiamo organizzato soprattutto seminari, la maggior parte dei quali incentrati sui temi del risparmio energetico domestico, eventi che hanno visto la casa come punto di riferimento per parlare di sostenibilità. D’altronde non poteva essere altrimenti, la casa è il luogo tradizionale di incontro tra IKEA e i suoi clienti, ed è pertanto l’ambito ideale in cui realizzare una sinergia per promuovere scelte e stili di vita domestici sostenibili.

La collaborazione con Legambiente si è così naturalmente sviluppata attorno alla sua capacità di “suggerire” soluzioni a basso impatto ambientale. Una missione divulgativa cruciale considerato che la lotta contro i cambiamenti climatici inizia proprio dalle case in cui abitiamo: il 41% negli usi dell’energia è imputabile a case e uffici. Di questo, il 57% dei consumi domestici è determinato dal riscaldamento, l’11% dagli elettrodomestici, il 7% dalla cucina, il 25% è legato alla produzione di acqua calda (dati Onu Habitat).

Da questa consapevolezza è nata l’idea di mettere a disposizione dei numerosi frequentatori del nostro punto vendita uno strumento che permettesse di dare risposte specifiche a domande specifiche in merito a risparmio energetico ed energie rinnovabili.

Un servizio che fosse efficace perché personalizzato, accessibile perché gratuito: lo Sportello Energia! Partito ufficialmente il 3 Settembre 2009, lo si trova in IKEA Padova al primo piano all’interno del ristorante, in un luogo cioè molto visibile in negozio.

E’ aperto ogni primo venerdì del mese e si propone in due distinte modalità di servizio: da una parte rimane a disposizione di chiunque transiti durante l’orario di apertura dello store per ricevere informazioni orientative sui temi energetici ed eventuale materiale informativo. Dall’altra riserva ai soci IKEA Family (la cui iscrizione non comporta alcuna spesa) la possibilità di prenotarsi da casa per una consulenza personalizzata di 45 minuti. In questo caso suggeriamo di portare con sé da casa alcune informazioni utili quali classe di consumo degli elettrodomestici, numero e potenza delle lampadine installate in casa, numero apparecchi elettronici con stand-by, foto/piantina del tetto, etc…

Fino ad oggi, in 16 appuntamenti, oltre 120 persone hanno usufruito dello Sportello ponendo domande in merito al funzionamento dei pannelli solari, gli incentivi per il fotovoltaico, le detrazioni fiscali per il solare termico, gli accorgimenti per il risparmio domestico in casa, la riqualificazione energetica degli edifici, il mercato libero dell'elettricità, etc….

Una risposta da parte dei nostri visitatori molto positiva, tanto da rendere il caso padovano una buona pratica che ha convinto le rispettive sedi centrali di IKEA e Legambiente ad accordarsi per metterne uno in ogni punto vendita. Dal 28 Gennaio lo Sportello Energia sarà infatti disponibile in tutti i 18 store italiani di IKEA per raggiungere ancora più persone, ancora più famiglie, per sensibilizzare sull'importanza di scegliere bene in favore dell'ambiente e, considerato che meno si consuma meno si spende, del proprio portafogli.

Grande novità di questo nuovo corso del progetto è che lo Sportello Energia si apre anche agli enti e alle ditte private. A tutti i possessori di partita IVA che si sono associati gratuitamente alla community di IKEA Business verrà data l’opportunità di avviare un percorso di innovazione interna che coniughi sviluppo e sostenibilità.

Il progetto di Legambiente e IKEA è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio. Consulta anche il nostro sito per ricevere ulteriori informazioni e prenotare il tuo appuntamento.

Mario Barrile - IKEA


Democrazia Urbana

Qualunquemente sottotitolato all'Astra


Sono una persona che per problemi uditivi è molto interessata a seguire la proiezione del film con i sottotitoli al cinema.

Ho apprezzato molto l'iniziativa in quanto mi permette di vederne la proiezione senza aspettare l'uscita in dvd che avviene dopo mesi..

Ritengo molto importante poter seguire uno spettacolo come tutti gli altri e poterne discutere partecipando direttamente alla vita sociale e culturale.

Non credo che i sottotitoli possano disturbare in quanto si notano poco in uno schermo molto grande. Infatti non ho sentito proteste e commenti tra gli spettatori presenti alla mia prima esperienza al cinema Porto Astra.

Esprimo il mio forte desiderio che questa esperienza si ripeta e l'iniziativa venga pubblicizzata.

Apprezzo la sensibilità della casa di produzione cinematografica Fandango e la collaborazione della Fiadda e ringrazio entrambi.

 

Nicoletta Risaliti

 

E’ questa la lettera che abbiamo ricevuto a seguito dell’esordio venerdì scorso di Qualunquemente, proiettato sottotitolato al cinema PortoAstra. La sala cinematografica padovana ancora una volta ha accettato - con grande disponibilità - di essere una delle 3 sale italiane in cui viene proiettato un film italiano sottotitolato per persone sorde.

E’ un evento di notevole rilevanza culturale, reso possibile dalla sensibilità della Fandango per il quale la FIADDA esprime grande soddisfazione. E’ dal 2010 che - seppur in modo discontinuo - finalmente molte persone sorde realizzano un sogno, quello di vedere un film in una sala cinematrografica.

Ancora una volta bisogna riconoscere la lungimiranza del produttore Domenico Procacci che dopo “Baciami ancora” e le “Mine vaganti” ha deciso per la sottotitolazione di alcune copie del film di Albanese. In Italia non si è fatto molto finora per abbattere questa barriera della comunicazione, ma la Fantango ci crede e ha scelto Padova come banco di prova.

Per chi è sordo fruire di sottotitoli al cinema, in televisione, nelle aule universitarie, durante convegni, vuol dire accessibilità ed autonomia, vuol dire vedere riconosciuti i propri diritti civili contro ogni discriminazione, significa partecipazione e inclusione sociale, godimento del tempo libero, ampliamento del proprio livello culturale e linguistico.

L’associazione Famiglie Italiane per la difesa dei diritti degli audiolesi ora si rivolge agli spettatori udenti: capiate l’importanza dei sottotitoli, dal successo di pubblico si gioca la possibilità che nei prossimi anni altri film vengano resi fruibili e migliaia di persone sorde non debbano più aspettare i dvd da vedere nel chiuso delle loro case.

Lella Palmieri - Segreteria Fiadda Padova


Cemento che ride

Nasce il comitato StopAllagamenti


Gli abitanti delle aree limitrofe alle vie Facciolati, Forcellini, Canestrini , Crescini, Vlacovich e Comino, in meno di nove mesi sono finiti sott'acqua per ben due volte subendo l’allagamento di taverne e garage, ma anche abitazioni, negozi e laboratori.

I danni sono ingentissimi ed il Comune non li risarcisce, anzi si nasconde dietro "il dito" dell'evento straordinario, e così pure Acegas APS, e Consorzio Bacchiglione.
I fatti, invece, ci dicono il contrario: infatti precipitazioni intense come quelle di settembre e di maggio avvengono, purtroppo, da tempo e con una significativa frequenza.
La verità è ben altra: l'impianto fognario delle zone sopracitate è insufficiente perché sottodimensionato e la manutenzione dello stesso gravemente carente , non solo ma ad oggi non è ancora ben chiaro se gli impianti idrovori abbiano funzionato correttamente durante e dopo i temporali .
A ciò deve poi aggiungersi l'intensa urbanizzazione autorizzata dal Comune in queste zone da sempre considerate ad alto rischio idraulico, grazie a varianti tecnicamente mal valutate dal punto di vista idraulico-fognario al piano regolatore di Piccinato. Queste in breve le reali cause degli allagamenti.

Pertanto i cittadini sensibili a queste problematiche ed in particolare quelli danneggiati non hanno avuto alternativa al costituirsi in comitato per intraprendere tutte le iniziative necessarie al fine da un lato di vedere tutelate le proprie ragioni nei confronti del Comune e degli Enti deputati alla manutenzione ed al regolare funzionamento dell'impianto fognario della zona, dall'altro di non vivere più nella paura di vedere le loro case finire sotto acqua di fogna.

Nasce così a Padova il "Comitato StopAllagamenti".

Esso si propone:

a) di coadiuvare, anche attraverso la consulenza ed assistenza fornita da legali del Foro padovano, tutte le azioni, comprese quelle giudiziarie, per ottenere il risarcimento dei danni patiti nel settembre 2009 e/o nel maggio 2010;

b) di promuovere e/o favorire le iniziative per risolvere il problema degli allagamenti nelle zone sopracitate ed a Padova più in generale.


Tutti infatti sono ben consapevoli che il rischio di finire nuovamente sott'acqua è sempre incombente e sottovalutato dalle Autorità competenti che, a quasi un anno di distanza, poco hanno fatto per risolvere alla radice il problema.
Il "Comitato StopAllagamenti", pertanto si propone anche quale portavoce degli interessi della collettività nei confronti del Comune, di Acegas APS e del Consorzio Bacchiglione affinché provvedano a porre in essere tutto quanto è necessario perché eventi come quelli di Settembre 2009 e Maggio 2010 non costituiscano più un pericolo per questa città già pesantemente colpita. 


Un passo che l'Amministrazione comunale può fare come atto concreto verso la soluzione dei problemi esposti è l'approvazione della moratoria edilizia , almeno nelle zone colpite dagli allagamenti, fino a che non sarà risolto il problema della sufficienza ed efficienza degli impianti fognari sia nella situazione “territoriale” attuale, sia in quella che si prospetta dopo la moratoria stessa.

In quest'ottica il Comitato invita tutti i cittadini interessati ad inviare documentazioni, segnalazioni, proposte e adesioni presso la pagina Facebook Comitato StopAllagamenti o l'indirizzo e-mail comitatostopallagamenti@gmail.com


Francesca Tambuscio - Comitato StopAllagamenti


Media e messaggi

Blasco: l'originalità dell'usato


Siamo andati a trovare Raffaella, la simpatica proprietaria di Blasco, quel negozietto (pieno pieno di vestiti!) in via Dante, con l’insegna al neon rosso che è ormai un punto di riferimento per chi passa abitualmente di lì. Davanti a un caffè (fatto con la strategica macchinetta dietro al bancone) Raffaella ci ha spiegato un po’ come è nato il suo lavoro: “Blasco nasce nel ’96. L’idea è di due ragazzi, una coppia, io e quello che poi è diventato mio marito. Avevamo 25 anni e la voglia di un lavoro nuovo, un lavoro nostro, qualcosa che desse spazio alla creatività dopo anni di lavoro ripetitivo, in ufficio…”

Una scelta coraggiosa, che molti giovani ora non riuscirebbero a fare, nata un po’ per caso: “Abbiamo vagliato diverse possibilità, c’era anche l’idea di aprire un… sai, quei furgoncini che fanno le crêpes di notte! … avevamo anche considerato l’idea del bar, poi stati ispirati da un negozio di Modena e ci siamo buttati all’avventura, proviamo – ci siamo detti – male che vada torniamo a fare quello che facevamo! Siamo partiti senza sapere niente di niente e abbiamo cercato fornitori, abbiamo girato… e così è partito”.

Ed è partito bene, l’idea è piaciuta subito – all’epoca c’era un solo negozio di abiti usati a Padova, mentre negli anni a seguire ne sarebbero spuntati degli altri – e così Raffaella e suo marito non sono dovuti tornare in ufficio. Il nome, Blasco, deriva dalla passione dei due per Vasco Rossi. “Siamo cresciuti con lui, per cui è diventato un po’ il simbolo della nostra iniziativa”.


Perché comprare usato? “Perché hai modo di vedere e toccare cose che non si fanno più, non esistono più quei tessuti, non esiste più quel tipo di confezione, non esiste più quella qualità… e poi lascia spazio all’originalità, perché ogni pezzo è diverso dall’altro, riesci ad accontentare tante tipologie di persone con svariati gusti! Sei proprio sganciata dalle mode… E ovviamente anche per una questione di riciclaggio… Penso che una cosa debba essere utilizzata fintanto che è buona, in buone condizioni, non si possono distruggere cose belle, perfette! Soprattutto adesso, a maggior ragione!” ed è proprio adesso infatti, tra crisi economiche ed ambientali, che le persone hanno cominciato a rivalutare l’usato.


Ma da Blasco si possono trovare anche creazioni uniche: da qualche anno infatti Raffaella vende magliette e felpe con stampe ideate da lei e dai suoi amici. “Ultimamente mi sono indirizzata verso la simbologia, quindi l’Om, il Tao, il simbolo dell’eternità, la spirale… insomma una serie di simbologie positive, però adesso ho voglia di nuovo di cambiare… vediamo cosa tiriamo fuori!”. La voglia di reinventarsi sembra proprio un tratto caratteristico del progetto, infatti aggiunge: “poi a me piacerebbe anche tanto, dato che comunque ho anche capacità di cucito – ho fatto un po’ di corsi – riuscire a trasformare i vestiti. So che c’è chi lo fa, per esempio a Berlino dei giovani stilisti hanno messo in piedi delle aziende e fanno questo tipo di lavoro…”


Certo, per tutte queste cose servirebbe tempo, ma per ora Raffaella segue il negozio da sola, e confessa che non è facile, “quando poi hai figli che ti richiamano all’ordine… Adesso sto valutando per questioni familiari in questi giorni di cambiare un pochino l’orario del negozio, chiudere un po’ prima la sera per potermi dedicare con un po’ più di tranquillità alla famiglia… cioè, sì lavorare, però bisogna cercare di portare avanti bene tutto, altrimenti… se qualcuno perde qualcosa non vale, io sono dell’idea che si lavora per vivere, non si vive per lavorare!


Anche se lavora da sola, però, ci sono sempre gli amici che danno una mano: oltre che seguire l’intuito personale, infatti, Raffaella ama raccogliere opinioni dai suoi clienti, tanti giovani, che contribuiscono attivamente consigliando ciò che piace a loro, quello che vorrebbero avere. E infatti oltre all’usato e a creazioni proprie, Blasco offre anche abiti etnici, bigiotteria e accessori. Il legame con i ragazzi è molto forte: se vi capita di passare di lì, fermatevi a dare un’occhiata ai muri dai colori sgargianti: sono pieni di dediche, frasi e disegni di tutti gli amici – numerosi – che passano di lì. “E che due anni fa ci siamo trasferiti! Dovevi vedere i muri del vecchio negozio, non c’era più spazio per scrivere nient’altro!”.


Potete trovare Blasco in Via Dante, 73 e con la tessera di Legambiente avrete il 10% di sconto!

Bianca Bonollo - Legambiente Padova


Succede in città


>>> Giovedì 27 Gennaio

La montagna del vecchio Heinz” nell’ambito del ciclo di incontri sulla montagna – organizzato dal Cai – presso il Centro Culturale Altinate/San Gaetano in Via Altinate n.71 alle ore 21.00 – incontro con Heinrich Steinkotter. Ciclo di incontri su tematiche legate alla montagna e all’escursionismo – ingresso libero – per informazioni sito www.caipadova.it, tel. 049 8750842

Proiezione del film “Train de vie – Un treno per vivere” nell'ambito delle celebrazioni per la giornata della memoria – organizzata dal CdQ 2 Nord, dal Centro sociale circoscrizionale Età d'oro e l'associazione Gruppo teatrale Dada – presso la Casetta del Parco Piacentino in Via Piacentino alle ore 20.30 - proiezione del film di Radu Mihaileanu – intervengono il Prof. Silvio Lanaro e l'attore Marian Stan – ingresso libero – per informazioni tel. 049 619708, cell. 347 4125505 o 348 8103744

Concerto rock dei Ma.la.vi.ta nell'ambito del festival “So far so good” - organizzato dall'associazione Khorakhané – presso il C.R.C. in Via Donati n.1 ad Abano Terme (Pd) alle ore 21.00 - un concerto fatto di musica, pensiero, arte, in cui i ritmi aggressivi ed incalzanti del rock’n'roll lasciano spazio a suggestioni psichedeliche e dilatate – ingresso libero

Dove si posò l'arca: l'Armenia” presentazione del libro di Flavia Randi – presso la Biblioteca Civica in Via Matteotti n.71 ad Abano Terme (Pd) alle ore 17.00 - questo testo nasce sulla scia di una sempre più forte sensibilizzazione sul problema dell'oblio che ha soprattutto coinvolto la storia del genocidio degli Armeni. Sotto questa spinta l'autrice introduce le giovani generazioni al mondo armeno, ricchissimo di cultura e antiche tradizioni, conducendole per mano attraverso nozioni storiche, geografiche, mitologiche e curiosità. I disegni originali sono di Sirio Luginbuhl – ingresso libero – per informazioni tel. 049 8617970

Cassonetti”: un libro sulla vita da studenti a Padova di Gianluca Antoni – presso la Libreria Feltrinelli in Via S. Francesco n.7 alle ore 18.00 – incontro con l'autore. Peter è un assiduo lettore di annunci matrimoniali, Davide un disincantato osservatore della realtà, Matteo un ostinato maniaco della pulizia e Diego un inetto slacciatore di reggiseni. Vivono assieme nella Padova universitaria, barcamenandosi tra imprese goliardiche, crucci esistenziali e amori tormentati. ''Cassonetti'' racconta la loro storia e descrive tre giornate di ciascun protagonista, a distanza di un anno l'una dall'altra – per informazioni tel. 049 8754630






>>>Venerdì 28 Gennaio


Salvaguardia e prevenzione dal rischio idraulico sul nostro territorio” dibattito pubblico – promosso dai Circoli Legambiente del conselvano, della saccisica, di Este e Padova, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica Adige Euganeo ed il Comune di Conselve – presso la sala Dante “ex cinema Vittoria” di Conselve (Pd) alle ore 20.45 – intervengono Luigi D'Alpaos (Università di Padova), Sergio Lironi (Legambiente Padova), Giuseppe Gasparetto e Antonio Salvan (Consorzio di Bonifica Adige Euganeo). Modera Antonio Gallocchio (Legambiente del conselvano) – per informazioni cell. 3483157951 o 3298630353

L'idrovia Padova-Venezia torna di attualità?” convegno – organizzato dalla Camera di Commercio – presso la sala convegni della Camera di Commercio (secondo piano) in Piazza Insurrezione dalle ore 15.30 alle 18.30 - Lo scopo del convegno è quello di consentire una serena riflessione a 360° su un tema solo apparentemente conosciuto, rispetto al quale le tre tesi finora emerse sostengono rispettivamente che l’idrovia: 1. Serve oltre che come scolmatore, anche come via di trasporto non solo d'acqua ma anche su gomma (camionabile su una sponda) e su rotaia (linea ferroviaria sull'altra sponda); 2. Serve solo come scolmatore; 3. Non va fatta perché costa troppo in rapporto ai benefici – intervengono Lino Scalco, Maurizio Mistri, Luigi D'Alpaos, Zeno Dagostino. Coordina Gianni Potti

La felicità. Aspirazione individuale o diritto collettivo?” incontro-dibattito – organizzato da Non solo Spettatori di Este – presso l'Aula Magna Chiostro San Francesco (ex Collegio Vescovile) in Via Garibaldi a Este (Pd) alle ore 21.00 - Un filosofo laico e un teologo si confrontano su una delle aspirazioni più antiche dell'uomo, la felicità. Come è cambiato questo concetto nella nostra società? - con Umberto Curi (filosofo, Università di Padova) e Giorgio Bonaccorso (teologo)

Viaggio della memoria” nell'ambito delle celebrazioni della giornata della memoria – organizzato dai consiglieri PD del Quartiere 2 – presso la Sala Consiliare del Quartiere 2 in Via Curzola n.15 (SS Trinità) alle ore 20.45 – un viaggio fatto di passato e di futuro, di musica, immagini e parole per riflettere ed emozionarsi insieme. Le voci narranti di Nicoletta Babetto, Arianna Fraccaro e Gianni Mazzuccato, assieme alle musiche di Marco Finco, faranno rivivere brani di epistolari dell'epoca, alcuni tratti da "Destinatario sconosciuto" di Kressmann Taylor – intervengono l'Assessore Piron e il Prof. Toso

Medicina antica cinese” nell'ambito del ciclo di incontri “Alla scoperta del mondo antico” - organizzato dall'Associazione Gruppi archeologici del Veneto – presso la Casetta del parco Piacentino in Via D. Piacentino alle ore 21.00 - La presenza agli incontri di esperti del settore e di appassionati archeologi offre un'occasione per scoprire il patrimonio dell'antica memoria, senza la quale l'uomo di oggi non potrebbe esistere, e poter così capire chi eravamo e scoprire chi saremo – tenuto da Ferdinando Valle - ingresso libero – per informazioni sito www.gruppiarcheologicidelveneto.it, email gadvpd@tin.it, tel. 0498646701

L'evoluzione del cosmo”: conferenza del Prof. Pizzella – presso il Planetario in Via Cornaro alle ore 21.00 - In questo viaggio assieme al Professore di Astrofisica dell'Università di Padova, Alessandro Pizzella, si scoprirà come le galassie attuali differiscono dalle galassie dell'universo giovane, come le galassie interagiscono tra loro trasformandosi, come l'ambiente che circonda le galassie stesse sia cambiato durante l'evoluzione dell'universo. Infine si scoprirà cosa si può imparare dalla radiazione cosmica di fondo, ultima frontiera dell'universo attualmente osservabile

Come una rana d'inverno” spettacolo dedicato a Primo Levi – presso la Sala Civica Unione Europea in Viale del Lavoro n.1 a Ponte San Nicolò (Pd) alle ore 21.00 – letture, musiche e immagini sulle orme di Primo Levi. Progetto ideato e realizzato da Fabio Cassanmagnago, Mauro Re Dionigi, Luca Visconti. Musiche di Roberto Salis – ingresso gratuito

Concerto dell'Ensemble d'Arpe Floriana nell'ambito dei “Concerti d'Inverno 2011” - presso l'Auditorium dell'Assunta in Via Palù a Rubano (Pd) alle ore 21.00 - In programma brani di Charpentier, Bach, Ponchielli, Bizet, Pachelbel e Tchajkowskj. L'Ensemble è una formazione orchestrale di sole arpe e ha partecipato a diverse manifestazioni culturali in Italia e all'estero. Diretto da Maria Chiara Bassi – ingresso libero – per informazioni tel. 049 8739219

Concerto dei Bube Sapràvie musica etnica – presso il C.R.C. in Via Donati n.1 ad Abano Terme (Pd) alle ore 21.00 – il gruppo che propone suggestioni che spaziano dal nuovo tango argentino al klezmer, alla musica popolare Est-Europea fino a originali composizioni etno-jazz. Bube Sapràvie è un progetto artistico nato dall’incontro di Nereo Fiori (fisarmonica), Riccardo Marogna (clarinetti) e Luca Nardon (percussioni) – ingresso libero





>>>Sabato 29 Gennaio

Spettacolo teatrale con la compagnia “I Fioi Del Fiò” - organizzato dall'Aido di Borgoricco – presso il Teatro Civico A. Rossi di Borgoricco (Pd) alle ore 20.00 - canti, filastrocche, racconti, poesie, scenette per far sorridere.... chi ascolta – per informazioni email gava.marie@gmail.com

Serata sul tema dell'auto organizzazione popolare – organizzata dalla Brigata di Solidarietà Attiva di Padova – presso la sede di Altra Agricoltura Nord Est in Corso Australia (ex pub Coyote Ugly) dalle ore 19.00 - l'auto organizzazione popolare nelle emergenze naturali e come risposta alla crisi economica e sociale. Alle 19.00 video e testimonianze sulle esperienze al fianco dei terremotati Abruzzesi, dei braccianti migranti nel sud Italia e tra gli alluvionati nel Veneto. Alle 20.30 cena di autofinanziamento con menù Bengalese. Alle 22.30 concerto dell'Hard Coro De Marchi da Bologna – cena 10 euro su prenotazione - per informazioni e prenotazioni email bsa.padova@gmail.com, cell. 340 3377651

Il Treno... e la Voce” incontro nell'ambito delle celebrazioni per la giornata della memoria – organizzato dal Comune di Padova – presso il Museo dell'Internamento in Viale dell'Internato Ignoto n.11 alle ore 20.45 - con la partecipazione del Coro Tanai diretto dal Maestro Roberto Calore – ingresso libero – per informazioni email relazioni.esterne@comune.padova.it, tel. 049 8205038 – 8205557

Concerto di jazz afro-giamaicano con gli Ska-j nell'ambito del festival “So far so good” - organizzato dall'associazione Khorakhané – presso il C.R.C. in Via Donati n.1 ad Abano Terme (Pd) alle ore 21.00 - Il gruppo è specializzato in musica jazz arrangiata in chiave afro-jamaicana. La strumentazione è acustica ed è formata da voce, batteria, chitarra, contrabbasso, organo Hammond, due sax e un trombone – ingresso libero

Concerto folk-rock con La Comitiva – presso Fahrenheit 451 in Via Niccolò Tommaseo n.96a alle ore 22.00 - La Comitiva nasce nel settembre del 2006 per volontà di alcuni suoi componenti di formare un gruppo rock folk. Nel 2009 la band ha aperto un concerto dei Tiromancino. Concerto folk rock con cover dei Modena City Ramblers, Bandabardò e altri artisti – ingresso libero con tessera arci

Above The Tree & Trees Of Mint concerto – organizzato dalla Mela di Newton – presso Mela di Newton in Via della Paglia n.2 alle ore 21.00 - appuntamento con due artisti molto diversi tra loro, che propongono in modo originale la propria musica. Above The Tree è il progetto solista del marchigiano Marco Bernacchia, artista originale che si presenta sul palco con una maschera e la scarna scenografia di un ramo secco. Trees of Mint, invece, è un progetto solista nato nel 1999 per volontà di Francesco Serra, che decide di avvicinarsi ad una dimensione musicale basata principalmente su chitarra e voce – ingresso libero con tessera arci






>>>Domenica 30 Gennaio

Giro in bici con visita “Padova navigatrice di Astri, da Pietro d'Abano a Galileo” nell'ambito di alla scoperta della PadovaInvisibile 2011 – promosso da FIAB (Amici della Bicicletta di Padova) in collaborazione con Comitato Mura di Padova, Lo Squero, Italia Nostra, Legambiente, AIEU, Biblioteca Civica, Assessorato alla Cultura – partenza da Prato della Valle davanti all'ex Foro Boario alle ore 9.30, finisce alle 12.30 – le domeniche invernali per vedere, conoscere e rispettare i luoghi dei Carraresi. Questa settimana visita all'interno dell'Orologio di Piazza dei Signori. I percorsi sono facili, si svolgono all’ interno della città e sono di circa Km 10. Sono adatti a qualsiasi tipo di bicicletta purchè in buone condizioni. È opportuno, per sicurezza, munirsi di lucchetto per bici. In caso di maltempo la manifestazione non avrà luogo – a cura di Gabriele Righetto (Aieu) – partecipazione libera e gratuita – per informazioni sito http://www.muradipadova.it/lic/home.html


Yoga porte aperte” XI edizione giornata dedicata allo yoga – presso il Centro Ynsula in Via Saccardo n.4, dalle ore 9.30 alle 20.00 - una giornata dedicata al mondo dello yoga per conoscere e approfondire diversi aspetti dell'antica pratica orientale. Un programma di incontri teorici e pratici, conversazioni, una mostra fotografica e una proiezione per conoscere uno stile di vita alternativo – ingresso libero previa iscrizione – per informazioni sito www.ynsyla.it, email info@ynsula.it, tel. 049 831005, cell. 338 2169309

Concerto della Silver Symphony Orchestra in occasione della Giornata della Memoria – presso il Teatro Alta Forum in Piazzetta Don Domenico Pianaro n.7 a Campodarsego (Pd) alle ore 17.00 – concerto straordinario del XXI International Music Meeting. L'Orchestra sarà diretta da Fabrizio Castania. La Silver Symphony Orchestra fa parte dell'Orchestra Giovanile del Veneto ed è costituita da 80 giovani musicisti diplomati di età compresa tra i 20 e i 35 anni. La sua attività si sviluppa sia in Italia sia all'estero e il repertorio spazia dai classici per orchestra sinfonica a brani di musica leggera, colonne sonore, musical, musiche di scena, tutti arrangiati per orchestra – biglietti presso Musica Musica e presso ZIN Strumenti Musicali a Padova, presso Ristobar La Fontana a Campodarsego

Concerto dell'Orchestra da Camera organizzato dall'associazione In Chordis et Organo – presso il Collegio Don Nicola Mazza in Via Savonarola n.176 alle ore 17.00 - organo e direzione, Maestro Carlos Gubert. Musiche di Haendel, Vivaldi, Albinoni, Mozart e Haydn – ingresso libero







>>>Lunedì 31 Gennaio

Oratorio del Lager” rappresentazione teatrale sul tema della Shoah – presso l'Auditorium del Centro culturale Altinate/San Gaetano in Via Altinate n.71 alle ore 17.00 - "Die Ermittlung" (L'istruttoria) è un'opera teatrale del drammaturgo tedesco Peter Weiss, che nasce dalle note prese durante le sedute di un processo contro un gruppo di SS e di funzionari del Lager di Auschwitz. Il giudice, il difensore, il procuratore, diciotto accusati e nove testimoni anonimi, ognuno dei quali impersona più di un testimone reale, sono i personaggi di questo "oratorio in undici canti", nel quale non è passata una parola che non sia stata pronunciata nell'aula del tribunale. Con la compagnia teatrale Bel Teatroregia di Gabriele Fanti – per informazioni sito www.giorgioperlasca.it, email info@giorgioperlasca.it, cell. 328 1483639

Proiezione di “Ma che storia...” nell'ambito della rassegna “Incursioni. Cinema e storia d'Italia” - organizzata dal CdQ 4 Sud-Est – presso la Sala cinema Fronte del Porto in Via Santa Maria Assunta alle ore 21.00 – con questa rassegna si intende offrire l'opportunità di una riflessione sui momenti significativi del lungo percorso vissuto dall'Italia e dagli Italiani dall'Unità del 1861 ai giorni nostri. Il regista Gianfranco Pannone presenta il suo film del 2010 – ingresso libero

Concerto rap con Silek a.k.a. Simone Celi – presso Fahrenheit 451 in Via Niccolò Tommaseo n.96a alle ore 22.00 - l’approccio di SileK è la ricerca di un mezzo comunicativo, un creare musica che non sia solo fine se stessa, ma tesa nella ricerca di un valore più alto. Il suo approccio è centrato sui temi sociali e l’introspezione – ingresso libero con tessera arci






>>>Martedì 1 Febbraio

Santos” spettacolo tratto da un racconto di Roberto Saviano – presso il multisala MPX in Via Bonporti n.22 alle ore 21.00 - Santos è un racconto di Roberto Saviano, uscito in una raccolta, ma praticamente sconosciuto. È la storia di quattro ragazzini che vengono assoldati come vedette della camorra. Il loro compito è quello di giocare a calcetto in una piazza ed avvisare quando arriva la polizia o qualcuno sospetto. Saviano racconta la carriera dei ragazzi, che si trovano a scegliere tra il calcio e la delinquenza – regia di Mario Gelardi – ingresso 12 euro, ridotti 10 euro

Presentazione del libro “A Nordest di che...” di Luca Barbieri – presso la Sala Livio Paladin di Palazzo Moroni in Via Municipio n.1 alle ore 20.45 – intervengono l'autore, Ivo Rossi, Roberto Marcato e Ernesto Milanesi – per informazioni email relazioni.esterne@comune.padova.it, tel. 049 8205557 - 8205095






>>>Mercoledì 2 Febbraio

"I bambini di ieri per i bambini di oggi - Nuovi modi di fare memoria" convegno nell'ambito delle celebrazioni per la giornata della memoria – organizzato dal Comune di Padova – presso il Centro Culturale Altinate/San Gaetano in Via Altinate n.71 alle ore 9.00 - ingresso libero – per informazioni email relazioni.esterne@comune.padova.it, tel. 049 8205038 – 8205557





********


>>>Giovedì 3 e Venerdì 4 Febbraio

"Dalla coscienza individuale alla coscienza collettiva. La giustizia penale internazionale" convegno internazionale – organizzato dal Comune di Padova – presso il Centro Culturale Altinate/San Gaetano in Via Altinate n.71 alle ore 9.30 - ingresso libero – per informazioni email relazioni.esterne@comune.padova.it, tel. 049 8205038 – 8205557




>>>fino a Venerdì 4 Febbraio

Benessere e rilassamento con le campane tibetane ciclo di quattro incontri – presso Casa Azzurra in Via Anconitano n.1 dalle ore 20.30 alle 22.30 - nelle quattro serate la musicoterapista effettuerà il massaggio sonoro, posizionando e mettendo in vibrazione le campane tibetane direttamente sul corpo dei partecipanti, aiutato anche dall'utilizzo di musiche specifiche scelte per favorire il rilassamento – per informazioni cell. 347 2768788 o 349 2955407





>>>fino a Domenica 6 Febbraio

Mostra interattiva sulla comunicazione audiovisiva organizzata dal Comune di Padova – presso il Centro Culturale Altinate/San Gaetano in Via Altinate n.71 – da lunedì a venerdì dalle ore 17.00 alle 19.00, sabato dalle 15.00 alle 19.00, domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 - “Spettacoli di luce. Dalla camera obscura alla nascita del cinema” è un viaggio attraverso spettacoli di luce e suono, dalle camere oscure alle lanterne magiche, dal teatro d'ombre ai giochi ottici, dal dagherrotipo al film. Adulti e bambini possono riprovare l'emozione dei pionieri che inventarono i mezzi e i linguaggi delle prime forme di spettacolo audiovisivo e capire la suggestione e la magia alla base del cinema. I materiali in esposizione comprendono macchine, strumenti e immagini originali d'epoca, al fine di far rivivere, con dimostrazioni e brevi spettacoli, l'atmosfera e il fascino della preistoria del cinema – curata da Gianni Trotter – ingresso libero – per informazioni email pedagogico.serviziscolastici@comune.padova.it, tel. 049 820 4024



 

>>>fino a Domenica 13 Febbraio

Mostra di pittura di Marta Czok “I bambini nella guerra e nella Shoah” - patrocinata dalla Comunità Ebraica di Padova – presso il Palazzo Antico Ghetto Ex Sinagoga Tedesca in Via delle Piazze n.28 – tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00 - "Quando piangono i bambini sono tutti uguali" è la frase che accompagna l'esposizione dei 16 dipinti, ad opera dell'artista di origine polacche, in ricordo dei bambini polacchi di fede cristiana deportati dal Terzo Reich, durante la Seconda guerra mondiale, dei quali si è persa la memoria. Per approfondimenti – ingresso libero – per informazioni sito www.bambiniguerrashoah.com, email serviziomostre@comune.padova.it o volpeuva.arte@gmail.com, tel. 049 8204546




>>> fino a Mercoledì 23 Febbraio

Mostra: “Il senso della biodiversità” un viaggio nella Foresta Amazzonica – organizzata dall’Associazione Amici dei Popoli e l’Ong Vis di Roma – presso l’ex Fornace Carotta in Via Siracusa n.61 – apertura al pubblico di sabato dalle ore 15.00 alle 19.00 - mostra didattica che conduce lo spettatore attraverso un percorso multisensoriale-cognitivo, nell’ambiente della Foresta Amazzonica, riprodotto attraverso suoni, colori, odori, situazioni e stili di vita tipici dei popoli che la abitano. Per approfondimenti. La mostra si rivolge prevalentemente alle classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Padova e del Veneto. Gli insegnanti interessati alle visite guidate devono contattare l'Associazione Amici dei Popoli – ingresso gratuito – per informazioni sito www.padovanet.it/adp, email mostraglialtrisiamonoi@gmail.com, tel 049 600313, cell. 347 3498098





>>>da Giovedì 10 Febbraio

Lezioni sul Buddhismo con Geshe Ngawang Sangye – organizzate dal Centro Tara Cittamani – presso il Centro Tara Cittamani in Via Lussemburgo n.4 - per il terzo anno consecutivo il Ven. Geshe Ngawang Sangye arriva a Padova per condividere le sue conoscenze sul Buddhismo, e vi sarà presente per un mese. Ecco in linea di massima il suo programma. Per informazioni sito www.taracittamani.it, tel. 049 8705657, cell. 349 8790092






>>>da Dicembre 2010

È partita l'edizione italiana del “World Carfree Bulletin”, il notiziario mensile del movimento mondiale “Carfree” - Il World Carfree Network è una iniziativa del movimento mondiale per le città senz'auto dedicato alla promozione di alternative che riducano l'enorme impatto ambientale generato dall'uso sconsiderato dell'auto. Queste alternative si trovano lavorando con persone e organizzazioni a livello internazionale e proponendo soluzioni che aiutino a migliorare la qualità di vita di tutti.

Il bollettino è completamente gratuito, le informazioni per iscriversi (ed eventualmente per contribuire con propri articoli e segnalazioni) sono alla pagina web: http://www.worldcarfree.net/bulletin/index-it.php





>>>Aprile e Maggio 2011

Corsi formativi per una alimentazione sana e un giardino secondo natura nell'ambito della “Scuola di Avviamento e Perfezionamento Culturale” organizzati dal Circolo di Legambiente Limena in collaborazione con il Comune di Limena – ogni corso è composto da 4 incontri serali da tre ore ciascuno - corso “IL CIBO: Incontri sulla sana alimentazione” in aprile – corso “ABITAREBIO4: il giardino secondo natura” in maggio – otto appuntamenti in tutto per riflettere insieme sulle nostre scelte e sulle ricadute che queste possono determinare sull'ambiente e sulla salute. Il corso “IL CIBO” riguarderà la relazione tra cibo e benessere del nostro organismo, le conseguenze per l'uomo e per l'ambiente dell'uso di conservanti, additivi e pesticidi, i metodi di produzione degli alimenti e il modo di riconoscere la qualità attraverso la lettura delle etichette, trucchi e ricette per mangiare sano - “IL GIARDINO SECONDO NATURA” riguarderà invece i metodi per creare un giardino naturale ed ecosostenibile, in modo da ridurre i consumi, migliorare il microclima abitativo e il benessere psicofisico – tenuti da: Prof. Gianni Tanino (biologo, membro del Comitato Nazionale per la Sicurezza Alimentare), Dott.ssa Elena Macellari (paesaggista) – per informazioni ed iscrizioni sito del Comune di Limena, tel. 049 8844314

 

**********************************

Gli orari di Salvalarte

I volontari di Salvalarte da vari anni si impegnano nelle aperture di monumenti che altrimenti rimarrebbero inaccessibili.

Oratorio di Santa Margherita via San Francesco 51, orari di apertura: da martedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.00, lunedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 16.00 alle 18.00

Ponte romano di San Lorenzo chiuso per lavori.

Scuola della Carità via S. Francesco 61, orari di apertura: giovedì e sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00, venerdì dalle 16.00 alle 18.00.

Loggia Palazzo della Ragione solo aperture straordinarie.

Reggia Carraresi via Accademia n.7, orari di apertura: giovedì venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.30

Torre dell'orologio piazza Capitaniato n.19, orari di apertura: venerdì e sabato, turni di visita ore 10.00, 10.30, 11.00, 11.30, gruppi di massimo 10 persone, non c'è possibilità di prenotazione anticipata

*************************

Iscriversi a Legambiente Padova è semplice

Potete venire nella nostra sede in Piazza Caduti della Resistenza n°6 (ex Piazzetta Toselli, capolinea autobus n°9) in orario d'ufficio (sabato e domenica chiuso).

Conto Corrente Postale: potete effettuare un versamento sul c/c postale n. 36037091 con causale: iscrizione 2008 a Legambiente e tipologia socio.

Bonifico Bancario: potete effettuare un versamento sul c/c bancario n. 100125 intestato a Legambiente Volontariato Padova, presso Banca Etica codice Iban: IT 07 Z 05018 12101 000000100125.

Carta di Credito: potete effettuare il versamento tramite carta di credito visitando il nostro sito internet

Quote associative: 10 euro Socio junior fino a 14 anni (riceve Jeyvia mail); 15 euro Socio giovane da 15 a 28 anni (riceve La Nuova Ecologia); 30 euro Socio ordinario (riceve La Nuova Ecologia); 30 euro Socio scuola e formazione (riceve La Nuova Ecologia e la newsletter Formazione Ambiente); 80 euro Socio sostenitore (riceve La Nuova Ecologia e il libro Ambiente Italia); 50 euro Tessera Collettiva per gruppi.

Novità 2011: in regalo la maglietta Nucleare No Grassie a chi viene in sede a tesserarsi; tessera della Cooperativa il Ponte in regalo ai primi 20 iscritti che ne fanno richiesta.

Iscriversi a Legambiente è vantaggioso: presentando la tessera di Legambiente 2011 in numerosi esercizi padovani si ottengono sconti.

 

 

 


Clicca qui per cancellarti dalla newsletter

Mailing List Powered by Dada Mail

Unsubscribe:

http://www.proscenio.it/cgi-bin/mail.cgi/u/ecopolis/s.ginestri/legambientepadova.it/