Iscr. Reg. Trib. di Padova n. 1920 del 14/12/04
17/02/2011 Newsletter num 280 inviata a 13413 iscritti

Sostieni legambiente diventa socio

Primo Piano

Nasce il “Comitato Padovano Vota Sì per Fermare il Nucleare”


Nasce il “Comitato Padovano Vota Sì per Fermare il Nucleare”, il comitato è aperto a tutte le organizzazioni e ai cittadini che intendono opporsi al ritorno all’energia dell’atomo e vuole coinvolgere i cittadini nel respingere per la seconda volta nella storia del Paese la scelta nucleare per incentivare, invece, lo sviluppo delle fonti rinnovabili e il risparmio energetico.

Ambiente

Eternit Free


Smaltire grandi superfici di amianto a costo zero: non più solo un sogno. Parte anche a Padova la campagna Eternit Free, con il patrocinio della Provincia di Padova.

Democrazia Urbana

Progetto Baobab – reti di solidarietà per la socializzazione del territorio


Appuntamento il 26 e 27 febbraio 2011 presso le scuderie dell'ex Fornace Carotta a Padova con Baobab – reti di solidarietà per la socializzazione del territorio.

Cemento che ride

Un errore il GRA sul Tavello


È trascorso poco tempo dall’ultima alluvione in Veneto e questo tipo di calamità potrebbe presto tornare a fare danni nel nostro territorio se non si fa prevenzione. Secondo il WWF Padova, un esempio di mancata prevenzione e tutela ambientale è il progetto del GRAP (Grande Raccordo Anulare di Padova), strada ad alto scorrimento progettata dalla Provincia di Padova che dovrebbe attraversare il Tavello, area protetta e zona a rischio inondazione.

Media e messaggi

Imparare a coltivare un orto biologico familiare


Corso di formazione per aspiranti … agricoltori urbani organizzato da Legambiente Limena, in partenza dal 25 febbraio 2011, un modo concreto per apprendere e mettere in pratica i principi base della coltivazione degli ortaggi in armonia con l’ambiente che ci circonda.

Succede in città

La “Primavera” del Maghreb si sta diffondendo


Tunisia, Egitto…il vento della rivolta dei popoli della sponda sud del Mediterraneo si sta diffondendo: l’Algeria e la Libia sono in movimento e la volontà di cambiamento sta arrivando anche in Medioriente. Sono rivolte soprattutto giovanili che anelano alla libertà ed alla democrazia – due dittatori sono caduti - ma chiedono anche giustizia e migliori condizioni di vita.

E’ un processo ancora contraddittorio ma che interroga profondamente l’Occidente. Le risposte a queste domande sono molto ambigue: gli USA cercano in tutti i modi di non perdere preziosi alleati nell’area Mediterranea e l’Unione Europea come sempre balbetta.

Il governo Italiano prima difende i dittatori ed ora agita propagandisticamente il problema degli sbarchi di migranti a Lampedusa. L’unica cosa che sa proporre è quella di inviare contingenti militari a controllare i porti tunisini.

Una possibile risposta alle richieste che pongono le rivolte di questi popoli, sta invece in una proposta vera di apertura dell’Europa alla sponda Sud del Mediterraneo, che faccia di questo mare un ponte e non una barriera.

Martedì 22 febbraio 2011, alle ore 20.45, presso la Sala Polivalente di Via Diego Valeri a Padova sarà con noi GIULIANA SGRENA - giornalista del Manifesto (di ritorno dall’Algeria) con la quale potremo discutere e riflettere su questa situazione.

Vi invitiamo a partecipare!

Associazione per la Pace con l’adesione del Circolo del Manifesto di Padova
via Cornaro 1/a - 35128 Padova tel 3381357097
e-mail: assopacepadova@gmail.com - www.assopace.org
profilo facebook: assopace padova


Primo Piano

Nasce il “Comitato Padovano Vota Sì per Fermare il Nucleare”


Hanno scelto la giornata dedicata all’energia pulita e al risparmio energetico - “M’illumino di meno”- per costituire “Comitato padovano vota Sì per fermare il nucleare”. Mercoledì 16 Febbraio, presso la sede di Legambiente Padova si sono riuniti esponenti di molte delle associazioni e organizzazioni che il 3 febbraio scorso hanno costituito a livello nazionale il Comitato referendario contro il nucleare: ACLI - dipartimento Pace e Stili di vita, AIAB, Alternativa, Amici della Terra, ARCI, Arci Servizio Civile, A Sud, AUSER, Comitato Si alle rinnovabili no al Nucleare, Costituente Ecologista, Ecologisti democratici, Eurosolar Italia, Fare Verde, Focsiv-Volontari nel mondo, Forum Ambientalista, FIOM, Greenpeace, L’altro Quotidiano, Legambiente, Movimento Difesa del Cittadino, Pro Natura, Rete della Conoscenza (Uds-Link), Rigas, Rivista Confronti, Slow Food, Terra! Onlus, VAS, WWF.
Al comitato padovano hanno aderito inoltre i Beati Costruttori di Pace, l’ASU - Associazione Studenti Universitari, il Sindacato degli studenti, il MIR – Movimento internazionale per la riconciliazione – LIPU, Terra, la componente del Partito Democratico “Ecodem”, Sinistra Ecologia e Libertà, Rifondazione Comunista, Associazione per la Pace. L’IDV, promotore del referendum, condurrà la campagna elettorale per il Sì autonomamente. Il governo non ha ancora deciso la data precisa del referendum, che si svolgerà (salvo elezioni politiche anticipate) tra il 15 aprile e il 15 giugno prossimi.

Il comitato è aperto a tutte le organizzazioni e ai cittadini che intendono opporsi al ritorno all’energia dell’atomo e per i prossimi giorni si attendono altre adesioni di organizzazioni, singoli cittadini ed esponenti di tutte le forze politiche. Lo schieramento unitario e trasversale intende coinvolgere i cittadini nel respingere per la seconda volta nella storia del Paese la scelta nucleare per incentivare, invece, lo sviluppo delle fonti rinnovabili e il risparmio energetico.

Il nucleare è inutile, rischioso e controproducente: sono questi i principi alla base del Comitato “Vota si per fermare il nucleare” che opererà per promuovere capillarmente sul territorio il diritto di partecipazione democratica a questa scelta del Paese.

Sabato 19 alle ore 15 in sala Nassirya in Piazza Capitaniato a Padova si costituirà invece il Comitato regionale Veneto “Vota si per fermare il nucleare”

Per aderire scrivi una mail a circolo@legambientepadova.it


Ambiente

Eternit Free


E' stata presentata martedì scorso anche a padova la campagna Eternit Free, iniziativa nazionale promossa da Legambiente ed AzzeroCO2 che si avvale del patrocinio della Provincia di Padova.
Si tratta della più grande iniziativa coordinata di smaltimento eternit del nostro paese e punta a dare smaltimento a centinaia di migliaia di metri quadrati di capannoni di eternit, sostituendoli con il Fotovoltaico.

La campagna si propone di comunicare ai cittadini che posseggono superfici in eternit la possibilità di sfruttare gli incentivi del conto energia e gli extra incentivi che questo prevede per lo smaltimento dell'amianto: grazie a questi soldi, infatti, oggi è possibile eliminare a costo zero (tramite un finanziamento bancario) il problema amianto e in molti casi ricavare anche un piccolo reddito annuale.

Certo, quello che vale per le piccole superfici, non vale per le grandi: lì i capitali da investire sono ingenti ed è qui che scende in campo l'arma vincente della campagna: i promotori infatti hanno convinto alcuni fondi di investimento internazionali e nazionali ad investire nel fotovoltaico sui tetti anche al nord Italia, mettendo quindi a punto un pacchetto chiavi in mano senza spesa: i possessori di tetti di almeno 2500/3500 mq possono infatti vedersi smaltito l'amianto, rifatto il tetto e garantita la manutenzione decennale senza metterci un euro. Il tutto in cambio del diritto di superficie.

Ad oggi alla campagna hanno aderito decine di province ed alcune regioni. Nelle aree dove la campagna è già operativa sono già partiti progetti per circa 8 MW fotovoltaici, corrispondenti a decine di migliaia di mq di amianto rimosso e smaltito a norma di legge.

Si tratta di un'occasione unica per venire a capo di un problema sanitario spesso sottaciuto e sottovalutato
, ma anche una grande occasione di lavoro e conversione industriale per le aziende manifatturiere ed artigianali del territorio. non a caso è stato firmato un protocollo con la camera di commercio di padova e le associazioni di categoria, che sostengono la campagna e ne daranno notizia ai propri soci.

Per le superfici medio piccole Legambiente organizzerà un gruppo di acquisto, affiancondolo ad accordi con le banche del territiorio che finanziano il 100% dell'intervento, iva inclusa, chiavi in mano. La rata del prestito bancario, nella gran parte dei casi, si ripaga ampiamente con l'incentivo del Conto Energia e fin da subito il proponente potrà abbattere i propri costi energetici.
Per informazioni e per aderire alla campagna basta telefonare al 800 238 389 numero verde dello sportello amianto della provincia, gestito da Padova e srl, che collabora alla campagna. Oppure si può inviare un email a eternitfree.padova@legambienteveneto.it

L'adesione alla campagna non è impegnativa e gli aderenti riceveranno un sopralluogo e un preventivo gratuito.

Per saperne di più: www.azzeroco2.com/eternitfree

Davide Sabbadin - Responsabile Energia Legambiente Veneto


Democrazia Urbana

Progetto Baobab – reti di solidarietà per la socializzazione del territorio


Appuntamento il 26 e 27 febbraio 2011 presso le scuderie dell'ex Fornace Carotta a Padova con Baobab – reti di solidarietà per la socializzazione del territorio.

Baobab è il titolo del progetto, presentato dalla rete con associazione capofila Mo.V.I., che ha vinto il concorso “On-Air – Partecip’azione in onda” promosso dall’Assessorato alla Partecipazione del Comune di Padova e rivolto alle associazioni iscritte al registro comunale delle libere forme associative.

Il premio del concorso consiste in una somma di denaro che la rete di associazioni vincitrici dovrà utilizzare per la realizzazione di due giornate dedicate alla partecipazione e alla cittadinanza attiva.
“L’associazione quale soggetto attivo della partecipazione” è stato il tema del concorso, che - come ha spiegato l'assessore alla partecipazione del Comune di Padova, Silvia Clai – “si è rivelato una significativa opportunità che ha consentito, da un lato, all'Amministrazione di uscire da Palazzo per relazionarsi con il mondo associativo, dall'altro alle realtà che lo compongono, di confrontarsi e lavorare in rete ".

Ci presenta il Mo.V.I, Salvatore Sechi, 29 anni, presidente della federazione provinciale di Padova del Movimento di Volontariato Italiano.

Cos’è il Mo.V.I. e di cosa si occupa?
Il Mo.V.I. è un’associazione di volontariato, di caratura nazionale, “gestita” attraverso federazioni locali (provinciali e regionali), nata da oltre trent’anni per fare raccordo associativo tra diverse realtà del terzo settore. Il Mo.V.I. provinciale di Padova nasce nel 1985 per promuovere, coerentemente con il proprio statuto e con le altre federazioni del Movimento, il collegamento e il coordinamento delle associazioni di volontariato presenti sul territorio.
In sostanza la mission di Mo.V.I. vede la promozione e la difesa dei diritti umani come premessa per la costruzione di una coscienza responsabile dei cittadini e il loro conseguente coinvolgimento in attività di volontariato.

Il baobab è un albero maestoso, con un enorme fusto, plurimillenario, fulcro della vita sociale dei villaggi, luogo d’incontro, albero delle iniziazioni, delle chiacchiere, dei giuramenti, rifugio e riparo per l’uomo; per i popoli africani è l’albero della vita, l’albero dei rispetto e della fiducia. E’ un simbolo perfetto dunque per rappresentare il nostro obiettivo di promozione di percorsi di cittadinanza responsabile e di attivazione di processi virtuosi per la gestione del bene comune.

All’interno di questa progettualità l’associazione Legambiente Padova proporrà alla cittadinanza, nella serata di sabato 26 febbraio, in un appuntamento esterno alle Scuderie (Sala Paladin all’interno del Municipio alle 20.30), un incontro dal titolo “legalità e ambiente”. All’interno della serata sarà proiettato il film documentario “Biùtiful cauntri”. Un film documentario realizzato nel 2007 da Esmeralda Calabria, Andrea D’Ambrosio e Peppe Ruggiero che affronta il tema dell’emergenza rifiuti e dell’inquinamento, focalizzandosi in particolar modo sui problemi delle innumerevoli discariche abusive, dell’ecomafia e delle conseguenze dell’inquinamento ed all’avvelenamento causato dagli interessi privati della camorra e dalla connivenza di politici ed amministratori.
Al termine della proiezione interverranno Antonio Pergolizzi in qualità di coordinatore dell’Osservatorio ambiente e legalità di Legambiente e curatore del rapporto annuale sulle Ecomafie e don Luigi Tellatin in qualità di direttore di Libera Veneto

Per info su programma e orari visitate i siti: www.comingto2011.it // www.movipadova.it

Mo.V.I. Padova


Cemento che ride

Un errore il GRA sul Tavello


È trascorso poco tempo dall’ultima alluvione in Veneto, le indagini per individuarne i responsabili sono state interrotte ed il caso è stato praticamente archiviato. La memoria storica, purtroppo, sembra avere nel presente un peso sempre minore e si fa via via più evanescente. Tuttavia ignorare un problema non equivale a risolverne le cause: le alluvioni torneranno a fare danni sul nostro territorio, se si continua a governarlo con una politica cieca e incapace di prevenzione.

Un esempio di mancata prevenzione e tutela ambientale è il progetto del GRAP (Grande Raccordo Anulare di Padova), strada ad alto scorrimento progettata dalla Provincia di Padova addirittura all'interno di un'area protetta e una zona a rischio inondazione. Il WWF Padova vorrebbe richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica e soprattutto delle Autorità competenti su questo grave problema e più in generale sugli sventurati progetti che si stanno realizzando nel nostro territorio, progetti che porteranno ad una riduzione degli equilibri ambientali e ad una maggiore spesa in futuro per ripagare i danni dovuti a errata progettazione e scarsa manutenzione del territorio.

Nella bellissima zona denominata Tavello, sita appena fuori dall’abitato del centro di Limena, è prevista la realizzazione di un’opera che andrà letteralmente a devastare la bellezza e la naturalità del luogo e che metterà in pericolo la popolazione dell' area nel caso si verificasse una piena della Brenta. Quest’incantevole area golenale, per il momento, è solo sfiorata dalla ex Strada Statale 47 Valsugana, ma proprio dove nel 1966 la Brenta allagò Limena e la campagna del Tavello, le Amministrazioni della Provincia e del Comune di Padova hanno deciso di realizzare il GRAP: una strada camionabile larga 10,5 metri che corre su un terrapieno alto 1,5 metri dal piano campagna e la cui realizzazione prevede l’abbattimento di parte dell’argine maestro del Brenta.

Oltre al disastro naturalistico, con il GRAP si realizzerebbe una mostruosità architettonico-paesaggistica, visto che il tracciato della strada prevede il passaggio nelle immediate vicinanze della seicentesca Villa Pacchierotti De Benedetti. Le amministrazioni Provinciale e Comunale di Padova sostengono che il GRAP è stato concepito nel pieno rispetto del PATI relativamente a zone di pregio paesaggistico e naturalistico, soggette a rischio idraulico e sismico (Limena rientra appieno in tutte queste categorie). Noi contestiamo queste affermazioni ed in particolare sottolineiamo che:
1)Il Tavello ricade in un'area protetta a livello europeo, inserita nella rete Natura2000: area SIC (Sito di Interesse Comunitario, Direttiva Europea "Habitat" 92/43/CEE) e ZPS (Zona di Protezione Speciale, Direttiva Europea "Uccelli" 79/409/CEE) con denominazione "Grave e Zone Umide della Brenta" e codice IT3260018.
2)Il Tavello è compreso nell’ambito di istituzione di un parco regionale (art. 33 del PTCR Parco del Medio Corso del Brenta).
3)Il Tavello è inserito negli Ambiti Naturalistici di Interesse Regionale (art. 19 del PTCR)
4)Villa Pacchierotti è inserita nell’elenco delle Ville Venete da tutelare.
5)Nell'area vi sono coltivazioni biologiche che sarebbero gravemente danneggiate dal passaggio di una strada e che devono invece essere tutelate e incentivate, come prevede il recente Piano di Gestione dell'area ZPS, redatto dalla Provincia di Padova.

Per inciso le tavole A.1.1 Carta dei Vincoli della Pianificazione Territoriale e A.2.1 Carta delle Invarianti di progetto del PATI, individuano l’area del Tavello come zona di media e alta pericolosità ai fini idraulici ed idrogeologici, oltre a riconoscere al suo interno aree boscate di pregio e paleoalvei. Inoltre le disposizioni di riferimento contenute negli artt. 13 e 17 della Normativa Tecnica del PATI sono volte alla massima tutela dell’area in questione. Anche il Sopraintendente Monti ha scritto in una sua lettera ufficiale del 16 Marzo 2005: “si ribadisce quanto già affermato sul luogo sull’incompatibilità del tracciato previsto per l’Orbitale con il rispetto del sito”.

Il WWF Padova, insieme ad altre associazioni ambientaliste e al Coordinamento NO-GRA, ha preso a cuore la tutela di questo polmone verde: un patrimonio di tutti, che sa regalare emozioni sempre nuove e forti, ed una pace che, sembra incredibile, si riesce ancora a trovare a pochi minuti da Padova.

Evidenziamo quindi l' incoerenza dell'Amministrazione Provinciale di Padova, che da un parte redige un piano di gestione e tutela di un'area protetta, mentre dall'altra progetta sopra tale area una strada ad alto scorrimento. Va inoltre manifestata la difficoltà di ottenere informazioni sui progetti e accedere agli atti, un ostracismo da parte delle istituzioni pubbliche e dei rappresentanti eletti dai cittadini, che dovrebbero invece garantire trasparenza e legalità degli atti pubblici. Il silenzio attorno al progetto del GRAP sembra quasi dar ragione a chi, maliziosamente, lascia intendere che vi siano solo interessi speculativi di pochi privati dietro a quest'opera, decantata come di pubblico interesse. In realtà costruire nuove strade porta solo nuovo traffico, nuovi edifici, nuovi centri commerciali: un'azione contraria ad ogni logica di tutela del territorio, quel poco di territorio naturale e non urbanizzato ancora presente in Veneto.

Chiediamo dunque l’aiuto di tutti, Autorità competenti e privati cittadini, per salvare questo territorio e tutte le sue bellezze, affinché sia preservato per essere lasciato in eredità alle future generazioni, così come lo abbiamo ricevuto noi e possibilmente anche migliore, grazie a una maggiore tutela.


Maurizio Malè - Presidente WWF Padova ONLUS


Media e messaggi

Imparare a coltivare un orto biologico familiare


Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano lo scorso 10 novembre, in occasione dell’assemblea dell’A.N.C.I. tenutasi a Padova a pochi giorni dall’alluvione che ha interessato ampie aree del Veneto, ha esortato amministratori e cittadini alla salvaguardia del territorio attraverso “attente manutenzioni e amorevoli cure”.

Ci piace pensare che il corso teorico-pratico di orticoltura biologica che il circolo Legambiente di Limena ripropone anche quest’anno sia uno dei modi concreti per tradurre in pratica l’invito del capo dello stato.

Attraverso il corso, della durata di nove lezioni (quattro teoriche in aula, quattro pratiche in campo e una di visita didattica ad una realtà aziendale padovana), avremo modo di apprendere e mettere in pratica i principi base della coltivazione degli ortaggi in armonia con l’ambiente che ci circonda: queste tecniche, se diffuse nel territorio, possono rappresentare un valido strumento di presidio e cura della terra, una risposta alla tendenza all’abbandono o alle monocolture di mais che stressano il terreno rendendolo privo di sostanza organica e quindi incapace di trattenere l’acqua come dovrebbe.

Anche con questi piccoli interventi si possono salvaguardare gli spazi e valorizzare i pochi terreni rimasti liberi dal cemento migliorando in modo diretto la sostenibilità ambientale e sociale del nostro stile di vita: un cambiamento verso uno stile di maggiore sobrietà che privilegi le relazioni con l’ambiente e con le altre persone.

L'intima osmosi con la natura che si crea con quest'attività è occasione anche per risvegliare la voglia/necessità di coltivare e curare il proprio spazio, renderlo bello, metterlo in condizione di restituirci degli angoli e dei momenti di bellezza, tranquillità e comfort, elementi per niente trascurabili del nostro vivere quotidiano.

Contemporaneamente è l’occasione per recuperare un patrimonio culturale del saper fare che è conservato nelle manualità e nell’esperienza di molti dei nostri “vecchi” ma rischia di andare perduto nell’arco di una sola generazione.

Presentazione del corso e contestuale apertura delle iscrizioni: Venerdì 25 febbraio 2011 alle ore 20.45 c/o la sala polivalente dell’edificio RIAB via Bortoletto 55 - Limena (PD)

Scarica il depliant con il programma

Legambiente Limena


Succede in città


>>>Giovedì 17 Febbraio

“Sicurezza stradale: riflessioni sull'importanza della vita” incontro-testimonianza – organizzato dall'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada e dal Comune di San Giorgio in Bosco – presso il Teatro comunale di San Giorgio in Bosco (Pd) alle ore 20.30 - rivolto a giovani, adulti e soprattutto genitori un incontro sul tema della sicurezza stradale, quale occasione di riflessione sull'importanza della vita e dell'incolumità fisica. L'iniziativa vede come protagonista Alessio Tavecchio, un giovane ragazzo a cui un grave incidente stradale ha sconvolto la vita – per informazioni email biblioteca@comune.sangiorgioinbosco.pd.it

“Paesaggio” incontro nell'ambito della rassegna "Cos'è il contemporaneo?4. L'arte si racconta" – organizzata dalla Fondazione March – presso la Sala Livio Paladin di Palazzo Moroni in Via Municipio n.1 dalle ore 17.00 alle 19.00 – incontro con Enrico Vezzi e Vittorio Cavallini, artisti italiani. Quarta edizione del ciclo di incontri sulla cultura e sulle arti contemporanee. Si rivolge, in particolare, agli studenti, perché mira a metterli in contatto con percorsi didattici che completino la formazione di figure professionali del mondo dell'arte – ingresso libero – per informazioni sito www.fondazionemarch.org, email info@fondazionemarch.org, tel. 049 8808331

>>>Venerdì 18 Febbraio

Workshop di riutilizzo creativo “Se non mi usi accendimi!” - organizzato da La Mente Comune in collaborazione con Informambiente Padova – presso la Sala Polivalente CdQ4 in Via Piovese n.64 dalle ore 20.00 alle 23.00 – in adesione alla campagna M'illumino di meno, un laboratorio che insegna a realizzare lampade a risparmio con materiali di recupero, dalle audiocassette alle borse di plastica, dalle bottiglie a parti di elettrodomestici – partecipazione gratuita con tessera dell'associazione (5 euro) previa iscrizione – per informazioni ed iscrizioni email lamentecomune@gmail.com

“Perchè il Veneto va sott'acqua” incontro dibattito – organizzato da Non solo Spettatori di Este – presso l'Aula Magna Chiostro San Francesco (ex Collegio Vescovile) alle ore 21.00 - la recente alluvione che ha colpito la nostra regione e la Bassa padovana è un evento eccezionale e imprevedibile o poteva essere evitato? Cosa fare per il futuro? Un esperto di idrodinamica e uno storico cercheranno di rispondere a queste domande – intervengono Luigi D'Alpaos (Università di Padova) e Claudio Grandis (storico)

“La persona soggetto e oggetto dell'informazione” conferenza nell'ambito del ciclo di incontri “La persona nella Costituzione” - organizzato dalla Scuola di cultura costituzionale dell'Università di Padova – presso il Centro Culturale Altinate/San Gaetano in Via Altinate n.71 alle ore 18.00 – interviene Roberto Zaccaria (Università di Firenze) – ingresso libero - per informazioni sito www.unipd.it/scuolacostituzionale, email scuolacostituzionale@gmail.com

“I viaggi di Punt” conferenza nell'ambito del ciclo di incontri “Alla scoperta del mondo antico” - organizzato dall'associazione Gruppi archeologici del Veneto – presso la Casetta del Parco Piacentino in Via D. Piacentino alle ore 21.00 – relatore Addano Fascio – ingresso libero – per informazioni sito www.gruppiarcheologicidelveneto.it, email gadvpd@tin.it, tel. 049 8646701

Incontro con Carlo Lucarelli nell'ambito della rassegna letteraria “Misteria” - presso Villa Italia in Via San Marco n.51 alle ore 21.00 – Al centro della serata i “misteri italiani: storie di mafia e potere”, e la discussione sul suo nuovo libro "Il sogno di volare" – ingresso libero – per informazioni sito www.globalstudios.it, email organizzazioneeventi@globalstudios.it, tel. 049 8930389, cell. 348 2355728 o 340 2573943

Parata inaugurale di “Cioccolando” festa del cioccolato di beneficenza - organizzata dall'Associazione gioco e benessere del Dipartimento di pediatria di Padova – partenza da Piazza Insurrezione alle ore 16.00 - con la partecipazione della Banda cittadina, majorettes e sbandieratori di villa Estense. Sono previsti inoltre, per le vie del centro di Padova, spettacoli musicali, balli, concerti bandistici, clown, giocolieri e saltimbanchi. “Cioccolando” offre tante golosità a base di cioccolato, per una buona causa: raccogliere offerte a favore dell'Ospedale pediatrico - per informazioni sito, www.cioccolando.org o www.giocoebenessere.it, tel. 049 8211485

Serata tributo a Giorgio Gaber e Fabrizio de Andrè – organizzato dai Carichi Sospesi – presso il Nuovo Teatro Carichi Sospesi in Vicolo Portello n.12 alle ore 21.30 - Una serata per rendere omaggio al fondatore del Teatro canzone, l'indimenticabile Giorgio Gaber. Si alterneranno sul palco dei Carichi Sospesi gruppi musicali e attori che vorranno ricordare e riproporre a modo loro, parole e musica del grande Gaber. A seguire verranno proposti anche brani di Fabrizio de Andrè, altro indimenticabile cantautore che ha fatto la storia della musica italiana – per informazioni ed iscrizioni cell. 347 4214400

Spettacolo del collettivo “Un incoerente come tanti” - presso Fahrenheit 451 in Via Tommaseo n.96a alle ore 22.00 - il collettivo ripercorre tappe importanti della cronaca storico-sociale italiana attraverso passaggi dell’opera pasoliniana. Canzoni inedite, letture, synth, video, pennelli e colori. I componenti sono Francesco Perrotta, Eugenio Alfano, MoMi (Monia Baldacci Balsamello) – ingresso libero con tessera Arci

>>>Sabato 19 Febbraio

Incontro con l'autore de “Il Fiore nel deserto” Neil del Strother – presso la Libreria Pangea in Via San Martino e Solferino n.106 alle ore 18.00 - ne Il fiore nel deserto si parla di quel luogo caratterizzato dal significato, dall’essere, dal cambiamento; quel luogo che tutti noi conosciamo, anche se non sempre la consapevolezza di questa conoscenza ci è evidente. L’autore, Neil del Strother, giornalista e psicologo inglese, ha concepito ed iniziato la stesura del suo primo libro, questo, durante un pellegrinaggio lungo gli 800 km del Cammino di Santiago de Compostela – interviene Julian Adda (editore)

Serata in ricordo di Franco Capovilla alias Titti dei Delfini – organizzata dal CdQ2 Nord – presso il Teatro San Carlo in Via C. Agostini alle ore 20.50 - ad un anno dalla scomparsa di Franco Capovilla dei "Delfini", gruppo musicale padovano famoso negli anni '60, una serata con numerosi gruppi che eseguono cover di canzoni di quegli anni, con una mostra di manifesti sempre di quel periodo – presentano Stefania Ottaviani e Gigi Zago – ingresso libero – per informazioni sito www.padovanet.it, email cdq2.arcella@comune.padova.it, tel. 049 616540 – 8205080

Concerto acustico di Fabio Debbi tradizione cantautorale italiana – presso Fahrenheit 451 in Via Tommaseo n.96a alle ore 22.00 - Fabio Debbi eseguirà canzoni di De Andrè, De Gregori, Guccini, Dalla e Jannacci, riarrangiati in modo personale, ma anche brani orginali che fanno parte del suo disco uscito l’anno scorso su iTunes, che s’intitola ''Il vento soffia lento'' – ingresso libero con tessera Arci

>>>Domenica 20 Febbraio

Giro in bici con visita “Curiosità storiche in materia di Igiene” nell'ambito di alla scoperta della PadovaInvisibile 2011 – promosso da FIAB (Amici della Bicicletta di Padova) in collaborazione con Comitato Mura di Padova, Lo Squero, Italia Nostra, Legambiente, AIEU, Biblioteca Civica, Assessorato alla Cultura – partenza da Prato della Valle davanti all'ex Foro Boario alle ore 9.30, finisce alle 12.30 – le domeniche invernali per vedere, conoscere e rispettare i luoghi dei Carraresi. Questa settimana visita alla mostra per ragazzi “Le meraviglie dello sporco e del pulito: cacca, pipì e non solo quelle cose lì”. I percorsi sono facili, si svolgono all’ interno della città e sono di circa 10 km. Sono adatti a qualsiasi tipo di bicicletta purchè in buone condizioni. È opportuno, per sicurezza, munirsi di lucchetto per bici. In caso di maltempo la manifestazione non avrà luogo – a cura di Marta Paccagnella (Biblioteca Civica di Padova) – partecipazione libera e gratuita – per informazioni sito http://www.muradipadova.it/lic/home.html

>>>Lunedì 21 Febbraio

Proiezione di “Mr. Jones” nell'ambito di “4 incontri a tema a partire da un film” - organizzato dall'Associazione Incontri di Trebaseleghe – presso l'Auditorium comunale di Trebaseleghe (Pd) alle ore 20.45 - un originale percorso formativo per volontari impegnati con pazienti psichiatrici. Questa settimana il primo incontro, con il film di Alessandro D'Alatri del 1994 – ingresso libero

“Un quartiere per tutti: laboratori espressivo motori per bambini abili e disabili insieme” presentazione dei corsi - organizzato dall'Associazione Ottavo giorno onlus – presso la Sala Fronte del Porto in Via Santa Maria Assunta alle ore 18.00 – l'innovazione del progetto sta nel suo proporsi a tutti i bambini e ragazzi, abili e con disabilità insieme, per unirli in un'attività espressiva comune che permetta di approfondire la conoscenza reciproca e contribuisca ad abbattere barriere culturali, pregiudizi e timori che ne ostacolano la comunicazione. Saranno presentati i corsi “danza creativa” e “giocoleria” – ogni corso costa 10 euro al mese. È necessaria l'iscrizione – per informazioni e iscrizioni sito www.ottavogiorno.com, email ottavogiorno@gmail.com, tel. 049 684811

Concerto dei Cyborgs two men band – presso Fahrenheit 451 in Via Tommaseo n.96a alle ore 22.00 - electrofunkblues e cyborgs boogie, con venature stilistiche innovative e moderne. I due artisti si esibiscono esclusivamente indossando una maschera da saldatore nera: nessuno conosce l’identità dei componenti del gruppo, che si fanno chiamare semplicemente 0 e 1 – ingresso libero con tessera Arci

“Bitches Brew. Genesi del capolavoro di Miles David” incontro con gli autori – presso il Teatro Maddalene in Via Da Verdara alle ore 21.00 - Enrico Merlin e Veniero Rizzardi presentano il loro volume. Una ricognizione scientifica ma anche emotiva del grande disco davisiano a quarant’anni dalla pubblicazione. Merlin è chitarrista e storico tra i massimi specialisti mondiali della musica di Miles Davis. Rizzardi è musicologo, critico musicale, docente universitario, membro del Comitato direttivo e scientifico dell’Archivio Luigi Nono – ingresso libero

>>>Martedì 22 Febbraio

Concerto dei White Mega Giant trio padovano – presso Fahrenheit in Via Tommaseo n.96/a alle ore 22.00 - l’obiettivo della band è quello di traspostare le emozioni in musica senza l’utilizzo di parole. Il gruppo è attualmente impegnato nella registrazione del primo ep previsto per l’inizio del 2011 – ingresso libero con tessera Arci

>>>Mercoledì 23 Febbraio

“Stili di vita per uno sviluppo solidale e sostenibile” conferenza – organizzata dall'Università padovana dell'età libera Auser (Upel) – presso l'Aula Magna dell'Istituto Calvi in Via S. Chiara n.10 alle ore 15.30 – interviene Patrizia Mattioli (presidenza nazionale Auser) – per informazioni sito www.upelpadova.it, email upel.padova@gmail.com, tel. 049 8640739

Incontro con l'autrice di “Contrà di mezzo” Silvia Mori – presso la Libreria Feltrinelli in Via San Francesco n.7 alle ore 18.00 - nel Veneto ancora sotto il dominio austriaco, una famiglia di proprietari terrieri intreccia le proprie storie con le vicende più ampie che porteranno l’Italia all’unità – intervengono Gabriella Imperatori e Flavia Randi – ingresso libero

>>>Giovedì 24 Febbraio

L'inchiesta oggi in Italia convegno – presso la Sala degli Anziani di Palazzo Moroni alle ore 16.00 – fra i relatori Goffredo Fofi (direttore Lo Straniero) e Gianfranco Bettin (sociologo, assessore comune di Venezia) – ingresso libero

Proiezione de “Il leone del deserto” nell'ambito della rassegna "Incursioni. Cinema e storia d'Italia" – organizzato dal CdQ4 Sud-Est – presso la Sala cinema Fronte del Porto in Via Santa Maria Assunta alle ore 21.00 – la rassegna vuole offrire l'opportunità di una riflessione sui momenti significativi del lungo percorso vissuto dall'Italia e dagli Italiani dall'Unità del 1861 ai giorni nostri. Questa settimana il film di Moustapha Akkad del 1980 – interviene Costantino di Sante (storico) – ingresso libero – per informazioni email cdq4.sudest@comune.padova.it, tel. 049 8808022 – 8205076

“Le magie andine” incontro con Edgar Roca – organizzato dal Cai – presso il Centro Culturale Altinate/San Gaetano in Via Altinate n.71 alle ore 21.00 - Ciclo di incontri su tematiche legate alla montagna e all'escursionismo – ingresso libero – per informazioni sito www.caipadova.it, tel. 049 8750842

Presentazione del libro “La forma incerta dei sogni” ultimo incontro de “Il libro nel bicchiere” - presso la Pasticceria Estense in Via Forcellini n.76 alle ore 16.30 - si tratta di conversazioni che si tengono in alcuni locali pubblici del quartiere 4 Sud-Est per presentare e parlare di libri. Le presentazioni sono accompagnate dalle lettura di brani a cura dell'associazione Carichi sospesi e del Laboratorio teatrale del liceo Cornaro. Nel corso dell' incontro viene offerto l'aperitivo – ingresso libero

“Opportunità e limiti delle agroenergie: gli impianti di produzione elettrica da biogas” incontro di informazione e discussione – organizzato dall'Associazione Il Moraro di Bagnoli e da Legambiente di Conselve e di Este – presso il Teatro Comunale Goldoni a Bagnoli di Sopra (Pd) alle ore 20.45 – relatori Tiziano Gomiero (Università di Padova) e Flavio De Paoli (agronomo) – ingresso libero

********

CORSI, SEMINARI E MOSTRE – iniziative prossime e future

>>>Sabato 19 e Domenica 20 Febbraio

“Cioccolando”: festa del cioccolato di beneficenza – organizzata dall'Associazione gioco e benessere del Dipartimento di pediatria di Padova – presso il cortile di Palazzo Moroni in Via del Municipio n.1 – il sabato dalle 14.00 alle 20.00, la domenica dalle 9.00 alle 20.00 – tante golosità a base di cioccolato, per una buona causa: raccogliere offerte a favore dell'Ospedale pediatrico – per informazioni sito, www.cioccolando.org o www.giocoebenessere.it, tel. 049 8211485

>>>da Lunedì 28 Febbraio a Lunedì 4 Aprile

Laboratorio di mimo “Dove ti porta il gesto” - organizzato dall'Associazione Noi di Cristo Re e dal Cinema Rex – presso la palestra a specchi della Parrocchia di Cristo Re in Via S. Osvaldo – ogni lunedì alle ore 21.00 – il mimo Charlie Agostini tiene un corso articolato in 7 lezioni sulle caratteristiche della "comunicazione silenziosa" – per informazioni ed iscrizioni sito www.charliemimocabaret.it, email charliemimocabaret@libero.it, cell. 3474409953

>>>da Venerdì 18 Marzo a Sabato 28 Maggio

Corso gratuito “L'insalata era nell'orto...” per imparare a coltivare un orto biologico – organizzato da Legambiente Limena con il contributo del CSV – i 9 incontri si terranno, in linea di massima, di venerdì sera e sabato mattina – lezioni teoriche presso la Sala Polivalente Edificio RIAB in Via Bortoletto n.55 a Limena (Pd), lezioni pratiche sul territorio di Limena - si avrà modo di apprendere e mettere in pratica i principi base della coltivazione degli ortaggi in armonia con l’ambiente che ci circonda: queste tecniche, se diffuse nel territorio, possono rappresentare un valido strumento di presidio e cura della terra, una risposta alla tendenza all’abbandono o alle monocolture di mais che stressano il terreno. Contemporaneamente è l’occasione per recuperare un patrimonio culturale del saper fare che è conservato nelle manualità e nell’esperienza degli anziani ma che rischia di andare perduto nell’arco di una sola generazione. Il corso si conclude con una visita didattica ad una realtà aziendale padovana – relatori Silvia Ferro e Luca Masiero - venerdì 25 febbraio alle 20.45, presso la sede delle lezioni teoriche, si terrà la presentazione del corso e la contestuale apertura delle iscrizioni – in alternativa ci si può iscrivere, a partire dal 26 febbraio, fino a esaurimento posti disponibili, scrivendo a segreteria@legambientelimena.it specificando nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo di residenza, recapito telefonico – il corso è gratuito – per informazioni sito www.legambientelimena.it

>>>entro Venerdì 18 Febbraio

Adesione (come artista) alla mostra di quadri/asta pro alluvionati – organizzata dall'Associazione Xearte – la mostra si terrà presso il Centro Culturale Altinate/San Gaetano in Via Altinate n.71 dal 1 al 6 marzo – le opere devono essere consegnate entro lunedì 28 febbraio – proposta di solidarietà per la popolazione della nostra città colpita dall'alluvione, con l'associazione culturale Xearte che ha organizzato una raccolta fondi proveniente da un'asta pubblica con la vendita di quadri. L'intero ricavato sarà destinato agli alluvionati. Per approfondimenti

>>> fino a Mercoledì 23 Febbraio

Mostra: “Il senso della biodiversità” un viaggio nella Foresta Amazzonica – organizzata dall’Associazione Amici dei Popoli e l’Ong Vis di Roma – presso l’ex Fornace Carotta in Via Siracusa n.61 – apertura al pubblico di sabato dalle ore 15.00 alle 19.00 - mostra didattica che conduce lo spettatore attraverso un percorso multisensoriale-cognitivo, nell’ambiente della Foresta Amazzonica, riprodotto attraverso suoni, colori, odori, situazioni e stili di vita tipici dei popoli che la abitano. Per approfondimenti. La mostra si rivolge prevalentemente alle classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Padova e del Veneto. Gli insegnanti interessati alle visite guidate devono contattare l'Associazione Amici dei Popoli – ingresso gratuito – per informazioni sito www.padovanet.it/adp, email mostraglialtrisiamonoi@gmail.com, tel 049 600313, cell. 347 3498098

>>>fino a Domenica 27 Febbraio

“Conosciamo il mondo delle favole” laboratori didattici – organizzati dall'Associazione Fantalica – presso gli Spazi del Mappaluna in Via Bernina n.18 tutte le domeniche dalle ore 10.00 alle 11.30 - laboratori artistici dedicati all'intercultura. Vi si svolgono attività didattiche per i ragazzi dai 6 ai 12 anni – partecipazione gratuita previa prenotazione – per informazioni e prenotazioni email fantalica@fantalica.com, tel. 049 2104096, cell. 3483502269

>>>entro Sabato 26 Marzo

Partecipazione al concorso d'arte ambientale “RICICLARTI. Cantiere d'arte ambientale” IV edizione – organizzato dall'Associazione Arteria con il patrocinio del Comune di Padova – la manifestazione si terrà presso l'Ex Macello in Via Cornaro dal 26 maggio al 26 giugno - la rassegna mette a confronto diversi approcci e linguaggi artistici: da un lato riflessioni e indagini per focalizzare situazioni, comportamenti e prassi individuali e sociali, con particolare attenzione alle trasformazioni del territorio e quindi dell'ambiente; dall’altro indagini sulle possibilità del riuso attraverso creazioni pensate e strutturate secondo logiche energetiche e comportamentali all’insegna della sostenibilità. Gli artisti e i designers interessati a partecipare a Riciclarti 2011, sono invitati a proporre opere aderenti al tema, senza limiti di materia o di tecnica. La qualità, la ricerca, l'innovazione, la contemporaneità ed il rispetto dei parametri indicati saranno i criteri fondamentali della selezione per tutte e due le sezioni – per informazioni sito www.riciclarti.it

>>>entro Lunedì 18 Aprile

Invio opere per il concorso fotografico “Respirando (Breathing)” - organizzato dalla Fondazione Zoe, patrocinato da FIAP e FIAF – è la prima edizione di questo concorso fotografico internazionale. L'iniziativa, rivolta a tutti i cittadini di qualunque nazionalità, è stata pensata per approfondire il tema del respiro nella rappresentazione per immagini. Ogni opera sarà vagliata da una Giuria presieduta da Pietro Masturzo, il vincitore del "World Press Photo Contest" 2009, con il famoso scatto del grido di protesta delle donne iraniane dai tetti di Teheran – per informazioni www.fondazionezoe.it

>>>da Mercoledì 23 Febbraio

“Un quartiere per tutti: laboratori espressivo motori per bambini abili e disabili insieme” - organizzato dall'Associazione Ottavo giorno onlus – “danza creativa” presso la Palestra della scuola Luzzati in via Salboro n.2/a ogni giovedì dalle ore 17.15 alle 18.30 - “giocoleria” presso la Palestra della scuola Marsilio in Via dell'Orna n.21 ogni mercoledì dalle ore 15.00 alle 16.00 - l'innovazione del progetto sta nel suo proporsi a tutti i bambini e ragazzi, abili e con disabilità insieme, per unirli in un'attività espressiva comune che permetta di approfondire la conoscenza reciproca e contribuisca ad abbattere barriere culturali, pregiudizi e timori che ne ostacolano la comunicazione. Lunedì 21 febbraio serata di presentazione presso la Sala Fronte del Porto in Via Santa Maria Assunta alle ore 18.00 – ogni corso costa 10 euro al mese. È necessaria l'iscrizione – per informazioni e iscrizioni sito www.ottavogiorno.com, email ottavogiorno@gmail.com, tel. 049 684811

>>>da Martedì 1 Marzo

“Corso di formazione e aggiornamento per volontari e simpatizzanti Avo” - organizzato da Avo Este con il contributo del CSV – presso la Sala Caduti Nassiriya in Vicolo Mezzaluna a Este (Pd) alle ore 18.30 – 5 incontri – partecipazione gratuita – per informazioni ed iscrizioni sito www.avoeste.altervista.org, email avoeste@gmail.com, cell. 3271869009

**********************************

Gli orari di Salvalarte

I volontari di Salvalarte da vari anni si impegnano nelle aperture di monumenti che altrimenti rimarrebbero inaccessibili.

Oratorio di Santa Margherita via San Francesco 51, orari di apertura: da martedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.00, lunedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 16.00 alle 18.00

Ponte romano di San Lorenzo chiuso per lavori.

Scuola della Carità via S. Francesco 61, orari di apertura: giovedì e sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00, venerdì dalle 16.00 alle 18.00.

Loggia Palazzo della Ragione solo aperture straordinarie.

Reggia Carraresi via Accademia n.7, orari di apertura: giovedì venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.30

*************************

Iscriversi a Legambiente Padova è semplice

Potete venire nella nostra sede in Piazza Caduti della Resistenza n°6 (ex Piazzetta Toselli, capolinea autobus n°9) in orario d'ufficio (sabato e domenica chiuso).

Conto Corrente Postale: potete effettuare un versamento sul c/c postale n. 36037091 con causale: iscrizione 2008 a Legambiente e tipologia socio.

Bonifico Bancario: potete effettuare un versamento sul c/c bancario n. 100125 intestato a Legambiente Volontariato Padova, presso Banca Etica codice Iban: IT 07 Z 05018 12101 000000100125.

Carta di Credito: potete effettuare il versamento tramite carta di credito visitando il nostro sito internet

Quote associative: 10 euro Socio junior fino a 14 anni (riceve Jeyvia mail); 15 euro Socio giovane da 15 a 28 anni (riceve La Nuova Ecologia); 30 euro Socio ordinario (riceve La Nuova Ecologia); 30 euro Socio scuola e formazione (riceve La Nuova Ecologia e la newsletter Formazione Ambiente); 80 euro Socio sostenitore (riceve La Nuova Ecologia e il libro Ambiente Italia); 50 euro Tessera Collettiva per gruppi.

Novità 2011: in regalo la maglietta Nucleare No Grassie a chi viene in sede a tesserarsi; tessera della Cooperativa il Ponte in regalo ai primi 20 iscritti che ne fanno richiesta.

Iscriversi a Legambiente è vantaggioso: presentando la tessera di Legambiente 2011 in numerosi esercizi padovani si ottengono sconti.

 

 

 


Clicca qui per cancellarti dalla newsletter