Iscr. Reg. Trib. di Padova n. 1920 del 14/12/04
08/09/2011 Newsletter num 304 inviata a 13.681 iscritti

Dona il tuo 5 per mille a Legambiente

Primo Piano

Per salvare il trasporto pubblico serve coraggio


Legambiente giudica parzialmente positiva la scelta del Comune di Padova di aumentare solo parzialmente i costi dei biglietti del trasporto pubblico. Ma è mancato il coraggio sulle scelte strategiche: bisogna ridisegnare le linee, aumentare la velocità commerciale con nuove corsie preferenziali, razionalizazre i servizi urbani ed extraurbani.

Ambiente

Oggetti usati e volontari per la Festa del recupero e dell’energia pulita


Nonostante la crisi la nostra società resta ricca di sprechi: dai rifiuti ai consumi energetici, molti sono i passi in avanti che dobbiamo fare per un migliore utilizzo delle risorse a tutela dell’ambiente. Ecco perché Legambiente cerca oggetti usati e volontari per l’annuale Festa del Recupero e dell’energia pulita che si terrà a Padova domenica 25 settembre in occasione di Puliamo il Mondo

Democrazia Urbana

No al taglio dell'assistenza! Fermiamoli con una firma!


Non è una semplice petizione, ma una vera e propria "mobilitazione telematica", una manifestazione tramite il web lanciata dalla FISH e dalla FAND, le federazioni delle associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie. E’ una chiamata a raccolta per ogni persona con coscienza civile che abbia a cuore il futuro dell'Italia e la sua coesione sociale. Firma qui

Cemento che ride

Mura di Padova: quale futuro per l’area dell’attuale ospedale? Si apra un dibattito

A seguito della scelta politica, ormai definitiva, di realizzare un nuovo polo sanitario fuori dal centro della città, il Comitato Mura di Padova invia questa nota sulla necessità che si apra un concreto dibattito sul futuro dell’area occupata dall’attuale ospedale. In conclusione l’ironico ottimismo degli Amissi del Piovego

Media e messaggi

Premio impatto zero


Aperte le iscrizioni per il concorso per valorizzare le buone pratiche di sostenibilità esistenti sul territorio padovano rivolto a realtà del terzo settore, associazioni, cooperative e cittadini.

Succede in città

Il solare contro la crisi: dalla parte dei citadini

Si parla molto di energia solare, soprattutto dopo il referendum che ha chiuso la strada al nucleare. Ma che ruolo avranno le energie rinnovabili, e soprattutto l'energia solare, nella nostra vita quotidiana nei prossimi anni? per la famiglia media padovana cambierà qualcosa? l'energia solare serve a spendere meno nelle bollette di casa? e se sì, quanto ancora la dovremo sovvenzionare nelle nostre bollette energetiche?

Per capirci di più, per dare risposta a queste domande e per delineare gli scenari presenti, futuri e anche quelli futuribili, Legambiente Padova organizza un dibattito con il prof. Arturo Lorenzoni dell'Università di Padova, che ci presenterà quali sono gli scenari realistici dello sviluppo del solare in termini di costo e di sovvenzioni pubbliche in Italia nei prossimi anni, Francesco Fiore del circolo Ecodem Padova "Angelo Vassallo", che parlerà dell'idea di lanciare una "public company" padovana per solarizzare tutti i tetti della città, e Davide Sabbadin che farà il punto sulle opportunità presenti in città per accedere al solare, in particolar modo sul gruppo di acquisto organizzato da Legambiente in collaborazione con il Comune di Padova.

Ingresso libero presso lo spazio dibattiti delle associazioni, Festa del Partito Democratico (all'entrata, a sinistra), ore 19.00 di lunedì 12 settembre.

Primo Piano

Per salvare il trasporto pubblico serve coraggio


La settimana scorsa la Giunta del Comune di Padova ha scelto una risposta parzialmente condivisibile ai tagli dei finanziamenti al trasporto pubblico locale: non ha voluto scaricare pesantemente e totalmente sui padovani la scellerata scelta della Regione Veneto, compiuta a dicembre,  di tagliare di ben 30 milioni il finanziamento previsto per legge a favore del trasporto pubblico, che per Padova significano circa 2 milioni in meno ad APS Holding.

Ma per recuperare - parzialmente - i mancati finanziamenti si sono decise due strade che lasciano perplessa Legambiente. Da una parte si aumenta il costo degli abbonamenti, che una corretta politica di marketing indica invece come quelli da salvaguardare. Dall’altra, si tagliano le corse nella fasce di morbida, trasformando il TPL in un servizio per l'utenza scolastica. Mentre nei due anni in cui è stato possibile migliorare le frequenze nelle ore centrali abbiamo assistito ad un aumento significativo di nuovi utenti (+ 500.000, dati APS), prova che se cresce l'offerta cresce la domanda. Due scelte che messe assieme faranno diminuire l'utenza, e aumentare traffico e inquinamento.

Ma ci preoccupa anche l'assenza di scelte strategiche.

E' noto che la Regione Veneto proseguirà con i tagli. Come reagiranno Comune e Provincia? con l'ennesima operazione tappa buchi? Serve un cambio di passo e le strade sono chiare, indicate da anni: aumento della velocità commerciale (2 km/h in più valgono secondo APS almeno 1 milione di riduzione dei costi), ridisegno della rete cittadina in funzione del tram, biglietto unico, eliminazione delle sovrapposizioni fra urbano ed extraurbano, razionalizzazione del servizio per arrivare all'azienda unica nel Bacino provinciale. Esistono già fior di studi su tutto questo.

Andrea Nicolello-Rossi, Legambiente Padova


Ambiente

Oggetti usati e volontari per la Festa del recupero e dell’energia pulita


“Puliamo il Mondo” è una campagna di cura e sensibilizzazione ambientale, un'azione per chiedere città più pulite e vivibili. A Padova negli ultimi anni, la tradizionale pulizia si è trasformata in una sempre più partecipata festa di piazza, mirata alla promozione del recupero degli oggetti, della raccolta differenziata, delle energie rinnovabili e non solo… Associazioni, Istituzioni ed aziende dell’ "economia verde" unite nello sforzo comune di promuovere strumenti concreti e stili di vita per un rapporto con l’ambiente moderno e sostenibile.

Cerchiamo oggetti usati e volontari per la realizzazione della Festa del recupero e dell’energia pulita.

Hai oggetti usati ma ancora in buono stato di cui non ti servi più?

Portali alla sede di Legambiente. Li utilizzeremo per realizzare l’Eco-Pesca in occasione della Festa del 25 settembre. In questo modo i tuoi oggetti usati troveranno una nuova casa e contribuiranno al contempo a finanziare le iniziative dell’associazione. Tutti gli oggetti che avanzeranno verranno poi regalati alle associazioni che attraverso i mercatini dell’usato finanziano progetti di cooperazione internazionale.

In alternativa è possibile portare gli oggetti direttamente alla Festa del 25 settembre in Piazza dei Signori per donarli all’Eco-pesca (entro le 10.30) o per scambiarli nello spazio del libero baratto (dalle 10 alle 16.00) o nello stand appositamente dedicato allo scambio di libri cd e dvd.

Vuoi passare una bella giornata in compagnia dandoci una mano a gestire la Festa?

Prima e durante la Festa, tutti possono dare il loro contributo a questo importante appuntamento di sensibilizzazione ambientale. Cerchiamo volontari che ci aiutino nella distribuzione dei materiali che pubblicizzano l’iniziativa, nell’allestimento delle strutture della festa, nella gestione dei vari stand (eco-bar, eco-pesca, scambio libri, …) nei giochi coi bambini.

Per consegnare gli oggetti usati, comunicarci la tua disponibilità o chiedere maggiori informazioni contattaci ai seguenti recapiti: Legambiente Padova, piazza Caduti della Resistenza 6, 049.856.12.12, circolo@legambientepadova.it

Grazie di cuore a tutti coloro vorranno dare un piccolo ma importante contributo.

Scarica qui il programma completo dell’iniziativa.

Sandro Ginestri, coordinatore Legambiente Padova

Democrazia Urbana

No al taglio dell'assistenza! Fermiamoli con una firma!


Nella caotica ed incerta situazione che avvolge la discussione sulla Manovra bis, una sola decisione sembra intoccabile: la riforma fiscale e assistenziale che consenta di drenare 40 miliardi in tre anni dalle tasche delle famiglie e dai servizi alle persone.

La riforma dell’assistenza che è necessaria nel nostro Paese non è certo quella che il Governo propone. Servizi migliori, più efficienti e vicini ai diritti e ai bisogni delle persone, moderni e volti all’inclusione anziché alla segregazione, sono lontanissimi dalla volontà di chi intende comprimere ancora l’assistenza sociale, piegandola alle esigenze di cassa, sacrificandola per evitare di assumere decisioni che possano disturbare altre e più forti categorie di cittadini.

Le Federazioni delle associazioni delle persone con disabilità (FAND e FISH), rifiutano recisamente questa ipotesi che prelude al confinamento e all’esclusione di disabili, bambini in difficoltà, non autosufficienti.

Le Federazioni, coscienti del momento politico, avanzano una sola richiesta: sganciare la riforma assistenziale da ogni automatico vincolo pregiudiziale di cassa fissato dalla Manovra di luglio (Legge 111) e drammaticamente confermata da quella in discussione. Non si faccia cassa sui servizi alle persone!

Le Federazioni chiamano a raccolta non solo tutti gli aderenti, ma anche, al di là delle sigle e degli schieramenti, ogni persona con coscienza civile che abbia a cuore il futuro del nostro Paese e la sua coesione sociale. Chiedono a tutti di supportare e rafforzare la loro azione politica, e le altre proteste simili diffuse in tutta Italia, facendo sentire la voce di ognuno.

Abbiamo predisposto un semplice modulo che consente ad ognuno di aderire all’iniziativa, inviando automaticamente la conseguente protesta alla Presidenza del Consiglio, ai Ministri dell’economia e del Lavoro e ai diversi responsabili delle Commissioni parlamentari coinvolti nella discussione.

Non ci sarà mai crescita in un Paese insensibile a chi è rimasto o può rimanere indietro, in un Paese disattento a chi subisce discriminazioni e gode meno opportunità! 

FIRMA ANCHE TU! In tre giorni raccolte oltre 19.000 firme.

Molte le controproposte a questa manovra e le denuncie, a livello nazionale e dal territorio. Si possono leggere sul sito www.superando.it: La FISH al lavoro per salvare le politiche sociali (clicca qui); Le risorse per le politiche sociali vanno trovate subito (clicca qui); Tutte le preoccupazioni dei disability manager (clicca qui); Chiediamo il rispetto dei diritti (di LEDHA, clicca qui); Gli emendamenti alla «Manovra-Bis» delle Federazioni FISH e FAND (clicca qui); Caro Presidente, ti scriviamo dall'Abruzzo (di Camillo Gelsumini, clicca qui); Cronache dalla deriva (di Carlo Giacobini, clicca qui); Non permetteremo che venga distrutto lo Stato Sociale (di Marina Cometto, clicca qui).

FAND (Federazione fra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità)
FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)


Cemento che ride

Mura di Padova: quale futuro per l’area dell’attuale ospedale? Si apra un dibattito


Ora che è finalmente definitiva la scelta politica di realizzare un nuovo polo sanitario fuori dal centro della città, è necessario che si apra un concreto dibattito sul futuro dell’area occupata dall’attuale ospedale.

Si tratta di un’ area strategica per l’urbanistica della Padova del futuro, con potenzialità straordinarie: per la sua trasformazione sarà imprescindibile considerare il recupero di un considerevole tratto del sistema bastionato cinquecentesco. Infatti, l’intera area ospedaliera attuale, è attraversata dalle strutture della cinta muraria rinascimentale.

Nel settore del policlinico e del monoblocco, dove ad un occhio distratto non sembrano presenti parti di questa struttura, permangono ancora oggi circa 280 metri della muraglia seppur solo nella parte inferiore dal profilo inclinato, così mutilata fin dall’inizio del Novecento; senza contare tutta la porzione (alcuni metri di altezza) oggi interrata, (per i rialzi dell’area di fossa conseguenti alle nuove costruzioni) ma integra e recuperabile insieme a possibili strutture ipogee sopravvissute. Nella zona ad est di via Giustiniani le antiche mura si presentano addirittura sostanzialmente integre in tutta la loro altezza (salvo sempre la parte oggi “nascosta” sotto terra) per uno sviluppo di oltre 400 metri. Qui sorge infatti il bastione Cornaro, il più imponente di tutto il sistema fortificato, opera del Sanmicheli, con le sue piazze basse ancora conservate e recuperabili seppur gravate dalle strutture delle attuali cliniche neurologiche. Un bastione su cui vige, è bene ricordarlo, un vincolo architettonico fin dal 1923.

L’elemento storico principale e irrinunciabile di cui si dovrà tenere conto nella trasformazione post-ospedaliera dovrà essere quindi quello del corretto recupero della porzione di mura, intesa come sistema bastionato che comprenda quindi anche le zone della fossa e dei tracciati stradali originali, in un’ottica di ricucitura visiva e spaziale del circuito murario. Senza tralasciare la riscoperta del tratto del canale di San Massimo che oggi scorre interrato sotto le cliniche. Elementi questi che vanno considerati sin da ora, quando sembrano mostrarsi i primi passi concreti del progettato parco delle mura.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------Comitato Mura di Padova

Che il vento attorno alle Mura stia cambiando ce lo segnala Maurizio Ulliana, Presidente degli Amissi del Piovego. Infatti “la denuncia del 2010 nei confronti del Prof. Elio Franzin per gli scavi abusivi sulle mura di Padova, ha avuto un impensabile cambio di marcia.

Lo testimonia una foto in bianco e nero di qualche tempo fa dove si intravede, davanti all’angolo di un baluardo veneziano realizzato a Padova nel ‘500, un giovane “prof. Elio Franzin” con in mano un piccone, e al suo fianco una sempre giovane “moglie Ottilia” con un badile.

(…) L’immagine dei due giovani con piccone e badile davanti alle mura è stata adottata dal Partito Democratico padovano come icona per promuovere la propria festa di partito nell’area verde prospiciente il tratto di mura veneziane lungo Via Fra’ Paolo Sarpi.

La (ri)scoperta delle mura a Padova come straordinario patrimonio monumentale di Padova passa anche per un badile, per disseppellire quanto sotterrato da decenni di ignoranza, speculazioni immobiliari, e mancanza di ordinaria manutenzione.

La foto quindi è un invito a rimboccarsi le maniche ed agire (…)”.



Media e messaggi

Premio impatto zero

 

A promuovere il “Premio Impatto Zero!” è Arci Padova, all’interno del progetto “AmbientAzioni”, insieme al Comune di Padova-Assessorato all’Ambiente, con il sostegno di Acegas-APS, Coop Adriatica, Fairtrade Italia e Nuova Grafica e in collaborazione con il Centro Servizi per il volontariato e Legambiente, nella convinzione che scelte di vita, di consumo e di produzione ecosostenibili sono anche strade concrete per costruire una cultura di pace.

Il premio è rivolto ad associazioni, cooperative e altre realtà del terzo settore impegnate in iniziative, progetti e azioni rispettosi dell’ambiente, ma anche a quei cittadini (singoli, nuclei familiari o gruppi di coinquilini che convivono nella stessa abitazione) che ogni giorno, individualmente o in gruppo, compiono gesti responsabili per ridurre la propria impronta ecologica. Perché tante sono le scelte virtuose possibili per limitare lo sfruttamento delle risorse naturali, diminuire l'emissione di sostanze inquinanti e la produzione di rifiuti, contribuire a migliorare la qualità delle relazioni sociali e rendere più sostenibili i nostri modi di consumare, vivere nelle nostre città, abitare la Terra.

L’iniziativa prende spunto, allo stesso tempo, dall’Anno europeo del volontariato e della Cittadinanza attiva e dall’Anno internazionale delle foreste proclamato dall’Onu, e vuole così evidenziare quale fondamentale contributo abbia finora portato la società civile organizzata nella costruzione di percorsi e modelli di vita, di economia e di consumo in chiave ecocompatibile.

Quattro le aree delle buone pratiche ammesse al concorso: 1) risparmio energetico (energie alternative, efficienza energetica, riduzione dei consumi,…); 2) rifiuti (raccolta differenziata, riduzione dei rifiuti, riuso, nuovi ruoli per materiali di scarto o di scarto, disimballo,...); 3) mobilità sostenibile (car sharing, car pooling, utilizzo di mezzi pubblici, di mezzi non inquinanti o di carburanti alternativi,…); 4) scelte di consumo (autoproduzione, filiera corta, cibo biologico, a km zero e/o di stagione, costituzione di gruppi di acquisto, turismo e ospitalità sostenibili, cultura della pace, cooperazione e solidarietà, commercio equo e solidale, finanza etica, ecc.).

Le candidature pervenute saranno valutate da una commissione costituita ad hoc, che le valuterà considerando in particolar modo l’impatto ambientale e la sostenibilità delle azioni/iniziative/prassi proposte; la loro efficacia in termini di promozione di una cultura della sostenibilità, di miglioramento della qualità della vita sociale, di attenzione alle pari opportunità e ai principi della solidarietà; l’impegno complessivamente necessario per mettere in pratica le prassi; la potenziale loro “esportabilità” ad altre realtà del territorio; infine, l’originalità e la creatività della proposta candidata.

Tre le categorie: Premio Associazioni, Cooperative e Terzo Settore, Premio Cittadini, infine premio eco-originalità, volto a valorizzare un’idea nuova e originale, capace ad esempio di inventare nuove funzioni per materiali di scarto o di recupero o per gli oggetti in disuso, incentivando così modi anche creativi di vivere l’ambiente e l’ecologia.

I vincitori saranno proclamati a Padova domenica 25 settembre 2011, in occasione della Festa provinciale del volontariato e della solidarietà: una data che - coincidenza particolarmente significativa per il progetto - vede anche il 50° anniversario della Marcia per la pace Perugia-Assisi.

La partecipazione è gratuita. Per info vedi www.arcipadova.org, Associazione Arci Padova, tel. 049-8805533, e-mail: padova@arci.it.

ARCI Padova


Succede in città


>>>giovedì 8 settembre

“Campagna Amica”_ Alle 19 nella sala parrocchiale di Caselle di Selvazzano il convegno – tavola rotonda “Noi, il Km 0” promosso da Coldiretti Padova con esperti del settore, produttori e professionisti dell’informazione. A seguire la cena – degustazione su invito alla “Tenda dei Sapori. Per informazioni: Ufficio Stampa Coldiretti Padova, Tel.049 88997306 – 049 8997311 Mail: stampa.pd@coldiretti.it www.padova.coldiretti.it Ai laboratori del gusto è consigliata la prenotazione a “Riesco”, tel. 049 7967844, info@riescoincucina.it

>>>venerdì 9 settembre

S-Weekend _il week-end della sostenibilità:

Ore 18.30 Happy hour a Km 0 con Jack Cantina e le Vinacce Acustiche.

Ore 19.00 “Quale agricoltura a quale prezzo? Sovranità alimentare, prezzi equi e diritti dei lavoratori immigrati” Dibattito con Tammaro Della Corte e Igor Prata, FLAI CGIL Caserta - Andrea Gambillara, FLAI CGIL Padova- Matteo Sandon, Biorekk - Andrea Nicolello Rossi, Fairtrade Italia - Andrea Tronchin, Ari di Via Campesina Modera: Alessandra Stivali – Segreteria CGIL Padova

Ore 21.30 Il sangue verde - documentario di Andrea Segre. La voce dei braccianti africani che hanno manifestato a Rosarno contro lo sfruttamento e la discriminazione.7 volti, 7 storie e un’unica dignità

Per informazioni ACS-Associazione di Cooperazione e Solidarietà tel +39.049.8648774 www.acs-italia.it Facebook: ACS - Associazione di Cooperazione e Solidarietà

“Campagna Amica”: Incontri, laboratori del gusto gratuiti, mercato dei sapori, cene e degustazioni nel segno del “km 0” proposti da Coldiretti a Caselle di Selvazzano. Apertura dello stand gastronomico “La Tenda dei Sapori” e del mercatino dei prodotti agricoli. Alle 19.30, 20.30 e 21.30 i “Laboratori del Gusto” con le degustazioni guidate e gratuite del gelato a “km 0”. . Per informazioni: Ufficio Stampa Coldiretti Padova. Tel.049 88997306 – 049 8997311 Mail: stampa.pd@coldiretti.it www.padova.coldiretti.it Ai laboratori del gusto è consigliata la prenotazione a “Riesco”, tel. 049 7967844, info@riescoincucina.it

>>> sabato 10 settembre

Portello in festa - Festa per la riqualificazione del quartiere.

15.00-18.00 Stage di Valzer e Valzer impariVia Giuseppe Colombo / Via Portello tenuto da Gérard Godon e Catherine Grimaud

18.30 Sbarco di Enrico III_scalinate del Porto Vecchio. Rievocazione in costume dello sbarco di Enrico III di Francia al Portello nel 1574 nel suo viaggio ditrasferimento dalla Polonia in Francia, a cura degli"Amissi del Piovego"

20.30 Concerto a ballo: Aprirà la serata GRAMIGNE SPARSE (Mauro Vianelloe Michela Furin - organetto diatonico e violino/tamburello - un pizzico d'Italia a ballo e qualcos'altro).

A seguire PARASOL (in caso di mal tempo lo stage e il concerto si terrà nella Palestra Petron, in Vicolo San Massimo 17a).

S-WEEKEND, il week-end della sostenibilità

Ore 19.00 Happy hour a km 0 con Emanuele Wiltsch Barberio Live Dj Set - myspace.com/emacolours.

Ore 21.00 Lubjan In Concerto http://www.myspace.com/lubjanPer informazioni ACS - Associazione di Cooperazione e Solidarietà Via A. Cornaro 1/a 35128 Padova tel. e fax: +39.049.8648774 www.acs-italia.it Facebook: ACS - Associazione di Cooperazione e Solidarietà

“Campagna Amica”Incontri, laboratori del gusto gratuiti, mercato dei sapori, cene e degustazioni nel segno del “km 0” proposti da Coldiretti a Caselle di Selvazzano. Alle 19.30 e alle 20.30, il “Laboratorio del gusto” sarà dedicato al pane, “dalla pasta madre alle nostre tavole”.Alle 21.30 Camera di Commercio e Coldiretti – Campagna Amica propongono la serata per adulti e famiglie animata dalla Compagnia teatrale “Marco e Pippo” che porta in scena lo spettacolo “The best of..”. Al termine la degustazione dei prodotti del territorio. Per informazioni: Ufficio Stampa Coldiretti Padova. Tel. 049 88997306 – 049 8997311 Mail: stampa.pd@coldiretti.it www.padova.coldiretti.it Ai laboratori del gusto è consigliata la prenotazione a “Riesco”, tel. 049 7967844, info@riescoincucina.it

>>> domenica 11 settembre

Sostenibici- Workshop Di Manutenzione Dellabicicletta

Piazza della Frutta dalle 10.00 alle 13.00, La Mente Comune presenta un nuovo workshop gratuito per chi vuole imparare a risolvere i problemi più frequenti della bici! Imparerai come: Riparare e sostituire camere d’aria e copertoni Sostituire fili, guaine e pattini dei freni Regolare la sella Rimettere a posto la catena .Attenzione: il workshop è completamente gratuito, ma i posti sono limitati: per partecipare è necessario periscriversi scrivendo a: lamentecomune@gmail.com SOSteniBICI è una della iniziative promosse dall’Informambiente del Comune di Padova per la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile. Il workshop prevede momenti di teoria insieme a momenti di prove pratiche con bici e componenti di recupero. Se vuoi porta la tua bici!

S-WEEKEND _il week-end della sostenibilità

Ore19.00 Happy hour a Km 0 con Vilma from Split Dj Set.

Ore21.00 “La spremuta” spettacolo teatrale di e con Beppe Casales. Il 7 gennaio 2010 i migranti che lavorano a Rosarno, dopo anni di sfruttamento, fanno ciò che gli italiani non fanno da tempo: alzano la testa. Per informazioni ACS - Associazione di Cooperazione e Solidarietà Via A. Cornaro 1/a 35128 Padova tel. e fax: +39.049.8648774 www.acs-italia.itFacebook: ACS - Associazione di Cooperazione e Solidarietà

“Campagna Amica” Incontri, laboratori del gusto gratuiti, mercato dei sapori, cene e degustazioni nel segno del “km 0” proposti da Coldiretti a Caselle di Selvazzano. Stand gastronomico “La Tenda dei Sapori” e il mercato delle tipicità a “km 0”. Alle 19.30, 20.30 e 21.30 il terzo e ultimo laboratorio del gusto dedicato ai vini del territorio, in collaborazione con il Consorzio Vini dei Colli Euganei. Per informazioni: Ufficio Stampa Coldiretti Padova. Tel.049 88997306 – 049 8997311 Mail: stampa.pd@coldiretti.it www.padova.coldiretti.it Ai laboratori del gusto è consigliata la prenotazione a “Riesco”, tel. 049 7967844, info@riescoincucina.it

>>>lunedì 12 settembre

Il solare contro la crisi: dalla parte dei cittadini, dibattito con la partecipazione di prof. Arturo Lorenzoni dell'Università di Padova, checi presenterà quali sono gli scenari realistici dello sviluppo del solare intermini di costo e di sovvenzioni pubbliche in italia nei prossimi anni, Francesco Fiore del circolo Ecodem Padova "angelo Vassallo", che parleràdell'idea di lanciare una "public company" padovana per solarizzare tutti i tetti della città, e Davide Sabbadin che farà il punto sulle opportunitàpresenti in città per accedere al solare, in particolar modo sul gruppo diacquisto organizzato da Legambiente in collaborazione con il Comune di Padova. Ingresso libero, presso lo spazio dibattiti delle associazioni, Festa delPartito Democratico (all'entrata, a sinistra), ore 19.00.

>>>martedì 13 settembre

Portello in festa_ Festa per la riqualificazione del quartiere

Ore 21.00: Dibattito aperto sulla Porta e le proposte di restauro ed utilizzo. Relazione e illustrazione del Comitato Mura. Sono invitati l’Amministrazione, la cittadinanza e tutti gli interessati al tema.(In caso di pioggia: presso Patronato dell’Immacolata –via Santa Maria Iconia 12).

>>>giovedì 15 settembre

Portello in festa_ Festa per la riqualificazione del quartiere

Serata in collaborazione con il Centro Universitario Sportivo di Padova Ore 20.00 – 21.00 Gruppo di arti marziali CUS: Dimostrazione di Aikido, Jodo e Iaido Aikido (Via dell’Armonia dello Spirito), Jodo (Via del Bastone), e Iaido (Via della Spada) sono arti marziali giapponesi non competitive, mirate allo sviluppo dell’equilibrio psico-fisico e del miglioramento personale.Ore 21.00: Dimostrazione e breve lezione gratuita di Zumba, il nuovo ballo-fitness sudamericano, con Amy. Ore 21.30: Mini lezione gratuita di Merengue e Bachata con gli istruttori di ballo caraibico del Cus: Eugenio, Alice Lanza e Erika Pettinato

Ore 22.00 - 23.30: Ballo latino in collaborazione con “Il Martedì latino al Q”.(in caso di pioggia: presso Palestra Petron – vicolo San Massimo, 17A )

************

CORSI, SEMINARI E MOSTRE – iniziative prossime e future

“RAEEporter 2.0”_I tuoi RAEEportage per l’ambiente_ Seconda edizione della campagna realizzata da Ecodom in collaborazione con Legambiente, per sensibilizzare gli italiani sull’importanza del corretto riciclo dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). Ecodom e Legambiente si sono affiancate in questo progetto perché lo ritengono importante e di facile coinvolgimento per i cittadini. Partecipare è semplice: con Foto RAEEporter puoi fotografare i RAEE (frigoriferi, lavatrici, tv, ecc.) abbandonati lungo le strade o nelle discariche abusive, registrarti al sito e caricare i tuoi scatti. Ecodom si occuperà di inviare le segnalazioni all’ente competente, affinché provveda al ritiro dei RAEE. Con Video RAEEporter puoi realizzare un video e raccontare quali RAEE si “nascondono” in casa tua! Registrati e diventa un RAEEporter per l’ambiente! Per informazioni http://www.raeeporter.it/

Concorso fotografico"E…state in bici 2011

Tema del concorso, indetto da Settore Ambiente e Settore Mobilità, è la bici quale compagna di viaggio delle proprie vacanze o della vita in città in questa estate 2011. Il concorso è gratuito e aperto a tutti gli appassionati di fotografia. La premiazione avverrà in forma pubblica domenica 25 settembre 2011,ore 10.00, presso la Fiera di Padova in occasione di ExpoBici. Le iscrizioni si aprono l’8 agosto 2011 e si chiudono il 10 settembre 2011.I concorrenti possono presentare al massimo due foto. Per partecipare al concorso è necessario inviare, all’indirizzo di posta elettronica padova21@comune.padova.it, una email con oggetto "Partecipazione E…state in bici 2011" e la seguente documentazione allegata:

Villa dei Vescovi in tutto il suo splendore. Torna nel suo massimo splendore la stupenda Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia grazie ai lavori di restauro condotti dal FAI, Fondo Ambiente Italiano. Orari di apertura al pubblico: mercoledì, giovedì, venerdì e domenica dalle 10 alle 17, il sabato dalle11 alle 19. Gli spazi della villa sono a disposizione di famiglie e bambini durante l'estate grazie a laboratori didattici e pic-nic ticket. Per approfondimenti potete visitare http://www.turismopadova.it/notizie/villa-dei-vescovi-riapre-nel-suo-splendore o contattare il numero +39 049 9930473.

Gli orari di Salvalarte

I volontari di Salvalarte da vari anni si impegnano nelle aperture di monumenti che altrimenti rimarrebbero inaccessibili.

Oratorio di Santa Margherita via San Francesco 51, orari di apertura: chiuso per lavori

Ponte romano di San Lorenzo chiuso per lavori.

Scuola della Carità via S. Francesco 61, orari di apertura: giovedì e sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00, venerdì dalle 16.00 alle 18.00.

Loggia Palazzo della Ragione solo aperture straordinarie.

Reggia Carraresi via Accademia n.7, orari di apertura: giovedì venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.30

Torre dell’orologio venerdì e sabato mattina dalle 10 alle 12. Per la visita in questi due giorni, è necessario prenotarsi esclusivamente presso il numero civico 19 negli stessi giorni e orari.

*************************

Iscriversi a Legambiente Padova è semplice

Potete venire nella nostra sede in Piazza Caduti della Resistenza n 6 (ex Piazzetta Toselli, capolinea autobus n 9) in orario d'ufficio (sabato e domenica chiuso).

Conto Corrente Postale: potete effettuare un versamento sul c/c postale n. 36037091 con causale: iscrizione 2008 a Legambiente e tipologia socio.

Bonifico Bancario: potete effettuare un versamento sul c/c bancario n. 100125 intestato a Legambiente Volontariato Padova, presso Banca Etica codice Iban: IT 07 Z 05018 12101 000000100125.

Carta di Credito: potete effettuare il versamento tramite carta di credito visitando il nostro sito internet

Quote associative: 10 euro Socio junior fino a 14 anni (riceve Jeyvia mail); 15 euro Socio giovane da 15 a 28 anni (riceve La Nuova Ecologia); 30 euro Socio ordinario (riceve La Nuova Ecologia); 30 euro Socio scuola e formazione (riceve La Nuova Ecologia e la newsletter Formazione Ambiente); 80 euro Socio sostenitore (riceve La Nuova Ecologia e il libro Ambiente Italia); 50 euro Tessera Collettiva per gruppi.

Novità 2011: in regalo la maglietta Nucleare No Grassie a chi viene in sede a tesserarsi; tessera della Cooperativa il Ponte in regalo ai primi 20 iscritti che ne fanno richiesta.

Iscriversi a Legambiente è vantaggioso: presentando la tessera di Legambiente 2011 in numerosi esercizi padovani si ottengono sconti.

Clicca qui per cancellarti dalla newsletter