Iscr. Reg. Trib. di Padova n. 1920 del 14/12/04
24/11/2011 Newsletter num 315 inviata a 13.786 iscritti

Iscriviti a Legambiente

Primo Piano

Colli: 40 anni fa la svolta. E oggi?


40 anni fa una legge speciale mise fine all’opera devastante di 80 cave attive sui Colli Euganei. Fortemente voluta dal neonato movimento ambientalista, pose le basi per il Parco, nato 18 anni dopo. Oggi serve un altro storico giro di boa. Sabato 26 un convegno con i protagonisti di ieri e di oggi

Ambiente

Alberi al posto delle auto in Piazza Caduti della Resistenza


Piazza Caduti della Resistenza è una bella piazzetta storica di Padova, oggi svilita dal parcheggio delle auto che la ingombrano. Con la Festa dell’albero di lunedì 21 novembre è iniziato il percorso per alberare e strafficare la Piazza

Democrazia Urbana

Fermiamo la violenza sulle donne


Il 25 novembre è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. La ricerca ISTAT del 2007 rileva che 1 donna su 3 dai 18 ai 70 anni in Italia ha subito almeno un episodio di violenza nel corso della vita. I dati padovani tracciano uno scenario preoccupante

Cemento che ride

Ampliamento dei Musei Civici: una plateale difformità urbanistica?


In merito al piano di ampliamento dei Musei Civici degli Eremitani predisposto dall’Amministrazione Comunale, riceviamo da Maria Letizia Panajotti Presidente sezione padovana di Italia Nostra una dettagliata relazione, della quale pubblichiamo un breve stralcio, tesa a dimostrare l’illegittimità di tale progetto

Media e messaggi

Torna la settimana Europea per la riduzione dei rifiuti


Manifestazione europea che vede unite le pubbliche amministrazioni, aziende, associazione e semplici cittadini. Un obiettivo comune: la riduzione dei rifiuti attraverso azioni concrete. Proposte anche per Padova

Succede in città

A Roma contro la crisi, per i beni comuni


Il 26 novembre il Forum Italiano dei Movimenti per l'acqua ha convocato una manifestazione a Roma “Per il rispetto dell'esito referendario, per un uscita alternativa dalla crisi”.

Un appuntamento aperto alla partecipazione plurale per continuare ad affermare quello che in 27 milioni abbiamo voluto esprimere con i referendum del 12 e 13 giugno: la difesa dell'acqua, dei beni comuni e della partecipazione attiva alla vita politica del nostro paese.

La manifestazione di Roma è un'occasione importante per sottolineare come il tentativo di inficiare il risultato dei referendum in difesa dell'acqua sia emblematico di uno scenario più ampio dentro il quale vogliono imporci come ricette di uscita dalla crisi gli stessi meccanismi che l'hanno prodotta: il predominio del mercato come unico regolatore sociale.

Facciamo appello a chi pensa che uscire dalla crisi a livello locale e globale sia affermare con la partecipazione di tutti la difesa dei beni comuni e dell'ambiente, la fine della precarietà del lavoro e della vita delle persone, il contrasto alle logiche di privatizzazione dei servizi pubblici locali per essere con noi insieme a Roma in uno spazio comune aperto dallo striscione “DAL VENETO UNITI PER I BENI COMUNI”.

Coordinamento Veneto Comitati Acqua Bene Comune

Per la partenza da Padova con il Comitato Provinciale Due Sì per l'acqua bene comune Padova - Informazioni e prenotazioni Sandro Punzo tel. 328.9254183 mail acquabenecomune.pd@libero.it


Primo Piano

Colli: 40 anni fa la svolta. E oggi?


Sabato 26 novembre, presso l’azienda agricola biologica La Costigliola di Banca Etica a Rovolon (clicca qui per la cartina), si svolgerà il convegno regionale “Storia e attualità della Legge 1097 – Norme per la tutela delle bellezze naturali ed ambientali e per le attività estrattive dei Colli Euganei”. Un appuntamento (scarica qui il programma) organizzato dal coordinamento Associazioni Ambientaliste per il Parco Colli Euganei per rileggere una pagina vincente nella salvaguardia dei Colli e per rilanciare il Parco e la decementificazione del nostro territorio.

Una ottantina di cave voracemente all'opera sulle pendici collinari, oltre 6 milioni di tonnellate estratte ogni anno: bastano questi dati a delineare la infernale situazione dei Colli Euganei negli anni 60. I tentativi di arginare questa aggressione, ad opera inizialmente soprattutto del Consorzio Valorizzazione Colli Euganei, si rivelano inefficaci: l'assalto sembra inarrestabile.

Finché sulla scena appare un protagonista nuovo per quei tempi: un movimento “ambientalista” di base, formato soprattutto di giovani, che nasce nel dicembre 1968 a Battaglia T. e che si espande poi rapidamente a tutta l'area euganea.

La strategia vincente si rivela quella di puntare a una legge speciale da far approvare dal Parlamento nazionale. Attorno a questo obiettivo viene creata una mobilitazione che oltre ai vari protagonisti a livello locale coinvolge l'opinione pubblica nazionale.

Il 24 Novembre 1971 il risultato viene raggiunto, a conclusione di una battaglia frontale tesa e serrata. La nuova legge (la 1097, firmata nell'ordine dall'on. Giuseppe Romanato, dall'on. Carlo Fracanzani e da altri 26 parlamentari di tutti i gruppi politici, tra i quali tutti i parlamentari padovani dell'epoca) si rivela, possiamo dire, come una boa attorno alla quale la politica ambientale sui Colli registra in effetti una inversione radicale.

Non solo vengono chiuse pressoché tutte le cave (subito quelle più impattanti, negli anni successivi le altre), ma subisce un drastico ridimensionamento anche l'assalto edilizio anch'esso particolarmente aggressivo in quegli anni e viene avviata, con alcune importanti acquisizioni pubbliche, una concreta politica di valorizzazione dei beni culturali e ambientali. E' l'idea di “Parco” che comincia a mettere radici: un'idea che superando polemiche e contrapposizioni esasperanti trova riscontro con la Legge Regionale n. 38 del 10.10.89.

Ed è al Parco, attraverso il Piano Ambientale, che passa l'onere di completare l'applicazione della 1097 e di consolidare le linee portanti di un'economia più attenta ai valori ambientali e culturali.

Ma questi obiettivi comportano la soluzione di un problema che la 1097 ha lasciato aperto: la presenza di ben 3 cementerie che, pur rimaste senza cave, continuano ad operare nel delicato comprensorio euganeo. In realtà un segnale, questa abnorme concentrazione, del predominio, in questi 40 anni, in particolare nella nostra Regione, della politica del cemento.

Un ridimensionamento di questa presenza dovrebbe essere la naturale conseguenza di un ormai inderogabile processo di “decementizzazione” del territorio.

Ed è proprio su questo fronte che sarebbe necessario prevedere un altro storico giro di boa nella gestione del nostro territorio: un obiettivo per il futuro che potrebbe trovare spinte e motivazioni nel rivisitare le vicende che hanno portato alla approvazione e alla applicazione della 1097.

coordinamento Associazioni Ambientaliste per il Parco Colli Euganei


Ambiente

Alberi al posto delle auto in Piazza Caduti della Resistenza


Grazie al contributo di Despar Nordest, Legambiente ha collocato in Piazza Caduti della Resistenza (ex piazza Toselli) un’isola verde alberata composta da 8 alberi di circa 4 metri per il momento piantati in fioriere: Carpini bianchi, Bagolari, Ornielli, Pruni. L’isola verde, inoltre, per favorire la biodiversità, è stata ulteriormente arricchita da semi di piccole essenze, habitat ideale, in primavera, per farfalle e coccinelle.

E’ iniziato così un percorso partecipato che, entro un anno, porterà alla risistemazione definitiva della piazza: liberata dalle auto ed alberata, luogo di incontro e di gioco.

Alla Festa dell’albero di lunedì 21 novembre hanno partecipato attivamente il Quartiere e l’Amministrazione comunale, 200 bambini delle scuole elementari Randi e Valeri, il Punto Giovani Toselli e le associazioni Anffas - Laboratorio Intrecci, Arci, Auser Savonarola, Carichi Sospesi, Incontrarci e Fantaghirò, che hanno adottato l’isola di verde e biodiversità sulla quale torneranno a svolgere nuove iniziative e della quale si prenderanno cura fino all’interramento definitivo degli alberi. Le associazioni e i residenti della zona sono stati invitati a mandare i loro suggerimenti sul futuro della piazza all’indirizzo circolo@legambientepadova.it.

“Siamo orgogliosi di sostenere questa iniziativa – ha commentato Francesco Montalvo, direttore marketing di Despar Nordest – e di lavorare assieme a Legambiente, alle istituzioni e ai cittadini di Padova per costruire una città sempre più a misura d’uomo. Riteniamo sia un compito importante e gratificante per un’azienda come la nostra, consapevole della propria responsabilità sociale e da sempre attenta al dialogo col territorio”.

Secondo Francesco Pavan, Presidente del Quartiere 5 Sud-Ovest “intervenendo sul "contenitore", la piazza, aiuteremo le relazioni ad esprimersi con positività crescente. Oggi è un luogo già vitale, grazie alla presenza di artigiani, del Punto giovani e di numerose associazioni. Ma una piazza più vivibile migliorerà ancor più la qualità della la vita nel quartiere, a partire da quella dei residenti.”

"Piazza Toselli – ha dichiarato infine Andrea Micalizzi, Assessore al verde pubblico del Comune di Padova è un punto di riferimento del Quartiere, carica di significati e storia che merita di essere resa migliore e più accogliente. Grazie a Legambiente, verranno coinvolti i cittadini in un percorso partecipato che l'Amministrazione comunale seguirà con attenzione e che sfocerà nella sistemazione dell'intera piazza: con più alberi e meno auto".

Clicca qui per vedere le foto dell’iniziativa

Sandro Ginestri - Legambiente Padova


Democrazia Urbana

Fermiamo la violenza sulle donne


La ricerca ISTAT del 2007 rileva che 1 donna su 3 dai 18 ai 70 anni in Italia ha subito almeno un episodio di violenza nel corso della vita, e che la violenza è la prima causa di morte e invalidità permanente per le donne tra i 16 e i 44 anni ancor prima del cancro, gli incidenti stradali e la guerra. Nel 90% dei casi, questi episodi non sono mai stati denunciati. Anche la cronaca ci riporta con impressionante frequenza la drammatica realtà della violenza sulle donne. Una realtà che risulta sempre difficile da comprendere e da interpretare correttamente. Tutti noi infatti siamo portati a pensare alle nostre case come ad un luogo sicuro e protetto.

I dati prodotti da tutti gli organismi internazionali che si sono occupati di questi temi e l’esperienza diretta dei Centri che si occupano di violenza sulle donne, ci dicono invece che quasi sempre il “nemico” non è fuori, nelle strade delle nostre città, ma dentro le nostre case, e sta dentro le nostre relazioni, attraversa i nostri affetti più intimi, ha radici profonde nella nostra cultura che affondano nel modo in cui gli uomini e le donne strutturano le loro relazioni.

Il fenomeno della violenza (fisica, psicologica ed economica) nei confronti delle donne è un fenomeno complesso in quanto interessa aspetti relazionali e comportamenti sociali che rimangono in gran parte sommersi, lontani dallo sguardo dell’osservatore, difficilmente riducibile o semplificabile. E’ un fenomeno trasversale che può interessare tutte le razze, etnie e gruppi religiosi, ogni livello socioeconomico e culturale e non è ascrivibile a particolari caratteristiche psicopatologiche né dell’autore né della sua vittima.

Il Centro Veneto Progetti Donna di Padova, attraverso l’attività del Centro Antiviolenza, si occupa delle problematiche delle donne e dei loro nuclei familiari, con particolare attenzione alle situazioni di disagio e violenza intrafamiliare.

Il Centro ha instaurato e consolidato negli anni rapporti di collaborazione con gli operatori dei servizi socio-sanitari pubblici e del privato sociale. In particolare per affrontare le situazioni di violenza è stata attivata una Convenzione con l’Azienda ULSS 16 e la costruzione di un Protocollo di intesa che prevede l’invio di casi al Centro Veneto Progetti Donna da parte dei Consultori familiari e viceversa.

In collaborazione con il Comune di Padova è stato aperto lo Sportello Donna, in Piazza Capitaniato, mentre con il Comune di Abano è stato aperto lo sportello Pronto Donna ad Abano.

I dati del Centro sono in costante aumento. Sempre più donne chiedono aiuto per problemi di violenza. Questo significa che dove c’è un servizio come il nostro le donne chiedono aiuto. Quest’anno, fino ad oggi, 346 donne hanno chiesto aiuto al Cento antiviolenza. Di queste 266 sono italiane, e 80 sono straniere, provenienti dal territorio di Padova e provincia.

I casi di violenza sono 263, il 76% del totale. Si tratta spesso di violenza fisica a cui si accompagna sempre quella psicologica. La maggior parte delle donne ha anche figli minori a carico.

Il 25 novembre è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

Il Centro Veneto Progetti Donna, insieme al Centro Documentazione Donna Lidia Crepet promuove, con il contributo del Comune di Abano Terme ed in collaborazione con Telechiara, la serata di reading e musica Malamore no. Riprendiamoci la vita. (http://www.facebook.com/event.php?eid=118527258259694)

Lo spettacolo, intervallato da momenti di discussione e approfondimento, si terrà alla sala Kursaal di Abano Terme e sarà in diretta su Telechiara dalle 21:00 alle 23:00. L’ingresso è libero e gratuito.

Mariangela Zanni, Centro Veneto Progetti Donna


Cemento che ride

Ampliamento dei Musei Civici: una plateale difformità urbanistica?


Ecco un breve sunto della lunga nota di Maria Letizia Panajotti, corredata di immagini e mappe, che potete scaricare nella versione originale cliccando qui

In merito al piano di ampliamento dei Musei Civici degli Eremitani, contrariamente da quanto affermato, siamo in presenza di una plateale difformità urbanistica in quanto:

1. Delle Norme Tecniche di Attuazione del P.R.G. vigente i relatori fanno riferimento solo all’art. 49 mentre il prescrittivo art. 42 non è neppure citato;

2. Si dichiara che Il Piano di Recupero è finalizzato alla “riqualificazione del complesso museale degli Eremitani” mentre ai sensi dell’art. 42 si sarebbe dovuta realizzare la ricomposizione morfologica con la riproposizione del volume per ricomporre il sagrato, come del resto già indicato anche dal bando di Concorso 1998, e non si sarebbero dovuti edificare gli spazi liberi degli ex orti del convento;

3. Ovviamente non si è proceduto a fare le analisi preliminari alla progettazione così come richiesto sempre dall’art. 42;

4. non citando l’art. 62 del Piano Territoriale di Coordinamento Regionale, non possono segnalare che lo strumento di pianificazione di Padova, il PAT, non è ancora stato approvato, per cui non si può intervenire sul chiostro minore di Albini.

5. Non si è ancora in possesso del parere dalla Commissione Edilizia Integrata

6. La realizzazione della sala didattica per un importo di € 278.000 è stata esclusa dal finanziamento regionale.

Infine, elementi da non sottovalutare:

A. Nulla Osta della Soprintendenza

Sono stati rilasciati “salva la conformità urbanistica” e quindi, automaticamente, se non risultasse rispettata, vengono a decadere.

B. Allegato A alla DGR n. 923 dl 23 .03-2010,

al punto 10 la “Documentazione richiesta” recita “[…] alla domanda di contributo, andrà allegata, pena l’esclusione, la seguente documentazione: […] dichiarazione del responsabile, individuato in base all’ordinamento dell’ Ente richiedente, attestante la conformità dell’intervento agli strumenti urbanistici vigenti.” Dichiarazione che nel nostro caso dovrebbe essere stata rilasciata dal Caposettore Urbanistica, che invece non risulta dagli atti disponibili.

C. Progetti concorrenti al bando

Sono pervenute 11 domande di contributo di cui 8 sono state ritenute ammissibili al contributo, ma solo i primi 7 hanno ottenuto il finanziamento, l’ottavo è stato escluso per mancanza di fondi…


Maria Letizia Panajotti, Presidente sezione di Padova di Italia Nostra


Media e messaggi

Torna la settimana Europea per la riduzione dei rifiuti


La manifestazione nasce da un progetto dell'Unione Europea con l'obiettivo di ridurre ulteriormente la produzione e lo smaltimento dei rifiuti.

Sulla base di quanto è stato comunicato a Rimini – sede della presentazione della manifestazione – risultano ben 888 le azioni validate per quest'anno, avviate anche grazie al patrocinio di organi governativi e legislativi. Un ottimo risultato per l'Italia, che nel 2010 aveva già raggiunto il secondo posto per numero di progetti. Un'iniziativa di grande spessore e successo, in cui si è unita tecnologia, ecologia e riabilitazione sociale.

Potete trovare maggiori informazioni cliccando qui

E a Padova che succede? Diverse associazioni capitanate dal Comitato Difesa Salute ed Ambiente Padova Est promuovono un decalogo da indirizzare alla grande distribuzione.

Spetta ai cittadini valorizzarlo e sostenerlo.

Già molto è stato fatto: sono infatti in programma le prime iniziative da parte di alcuni punti vendita e grande successo del 2010 è stata la promozione della borsa riutilizzabile.

Ed ecco quindi la ricetta 2011, iniziative concrete suddivise in 10 semplici punti (scarica qui) che vanno dal retino riutilizzabile, al rispolvero dei vuoti a rendere, al minore utilizzo di imballaggi o la sostituzione con altri più ecologici, alla comunicazione regolare delle iniziative da parte dei punti vendita con iniziative premianti. Tutte Iniziative volte ad una modifica a monte del sistema di distribuzione e ad un'educazione degli stessi consumatori.

Tutti possono fare la differenza: saranno infatti gli stessi consumatori che potranno segnalare ai comitati promotori i punti vendita più virtuosi, diventando così protagonisti del cambiamento nella grande distribuzione.

Per saperne di più, visitate il sito del comitato all'indirizzo

Ester Giusto - Comitato Difesa Salute e Ambiente Padova Est.
Sintesi a cura di Dafne Crea


Succede in città


>>> giovedì 24 novembre

Laide. Un’etera per tutte le stagioni: Maria Luisa Gambato. Appuntamento organizzato dall’Associazione Italiana Di Cultura Classica Delegazione Di Padova, Aula magna del Liceo “Tito Livio” di Padova alle ore 16.30.

"Semana de Cuba. Uno sguardo sull'attualità” Seminario su Cuba: il riflesso dei cambiamenti economici nell’arte e nella letteratura. Facoltà di Scienze Politiche via del Santo 28, aula Studi internazionali. Ore 15.00-17.30. Presentazione del libro di Claudio Mainardi La Habana. La perla e l’ombra. Intervengono Mirlis Reyes Salarichs (Universidad de La Habana) Serena Baccaglini (ASAM, Università Cattolica di Milano),Claudio Mainardi (fotografo, Padova) Coordina: Antonella Cancellier.

Rassegna di cinema cubano: Páginas del diario de Mauricio di Manuel Pérez Paredes (2006), 135 min. ore 18.00 Multisala Pio X, via Bomporti 22 (zona Duomo) Presentazione di Carlos Martí Brenes e Francisco López Sacha. Sono presenti Gian Piero Brunetta e Alessandro Faccioli (Dipartimento di Discipline linguistiche, comunicative e dello spettacolo). Segue dibattito. Sinossi dei film in www.unipd.it/agenda. Film sottotitolati in italiano. Ingresso libero.

>>> venerdì 25 novembre

Giornata Internazionale Contro La Violenza Sulle Donne. Le donne del Comitato provinciale di SeNonOraQuando a Padova si ritroveranno Sulla Scalinata Della Gran Guardia Alle Ore 12.00. Per Dire Basta alla violenza maschile sulle donne, al controllo del corpo femminile attuato da società apertamente o larvatamente patriarcali, alle conseguenze nefaste dei conflitti armati e degli integralismi religiosi sulla vita delle donne e per riaffermare il diritto di tutte le donne all’autodeterminazione, a vivere in libertà e senza paura. Sit-In Dalle Ore 16 In Piazza Dei Signori. Saremo Vicine Alle Donne Di Buenaventura (Colombia).

Padova dai primi del Novecento ad oggi” alle 16.00, presso la Sala Rossa Della sede amministrativa dell’Ira in Piazza Mazzini 16 a Padova. La conferenza celebra il centenario di costruzione della sede amministrativa dell’Ira e il 150° dell’Unità d’Italia. Programma della manifestazione: saluto dell’Assessore alle Politiche culturali del Comune di Padova Andrea Colasio- introduzione del Presidente dell’Ira Tino Bedin- intervento del presidente della Cassa di Risparmio del Veneto Giovanni Costa sul tema “Il ruolo della Cassa di Risparmio ieri e oggi”- Filiberto Agostini docente di Storia contemporanea dell’Università di Padova: “La municipalità di Padova nel 1911: aspetti amministrativi e sociali”.

Castagnata sotto l'inceneri​tore per sensibiliz​zare sui beni pubblici. Lungargine San Lazzaro. Dalle 12:00 Alle 14:30. Ci Saranno Castagne, Spuncioni, Acqua Del Sindaco E Vino. La raccolta differenziata non è un fine. Essa è di supporto al riutilizzo e riciclo dei materiali che porta alla riduzione della produzione “Usa E Getta” e quindi dei rifiuti. Tutto questo, in un prossimo futuro, renderebbe di conseguenza inutili discariche e inceneritori. Per ripensare i Servizi Pubblici Come Beni Comuni.

La natura oltre il confine Proiezioni di fotografia naturalistica Islanda (di Hugo Wasserman, un fotografo che non ha bisogno di presentazione, che ci mostrerà le meraviglie dell'Islanda). La sala si trova in via Guasti 12/C (è la nuova sede del consiglio di quartiere 4 Sud-Est). Inizio proiezioni 21:15, ingresso libero.

Incontro con Andrea Segre che parlerà del suo film “Io sono Li” ore 20.45 presso la nuova Sala polivalente del Consiglio di quartiere 4, Guizza in via Guasti 12/C (Padova). Con Francesco Bonsembiante, produttore del film Simone Falso, fotografo, Marco Contino, critico cinematografico de Il Mattino di Padova sarà presente Ivo Rossi, vicesindaco del Comune di Padova.E' consigliata la visione del film prima dell'incontro, per apprezzare maggiormente il dibattito con il regista ed il produttore. Organizzato da SalboroIncontra, associazione culturale Ingresso libero

>>> sabato 26 novembre

Storia e attualità della Legge 1097 – Norme per la tutela delle bellezze naturali ed ambientali e per le attività estrattive dei Colli Euganei”, presso l’azienda agricola biologica La Costigliola di Banca Etica a Rovolon (PD), via Rialto 62. Organizzato dal coordinamento Associazioni Ambientaliste per il Parco Colli Euganei, per rileggere una pagina vincente nella salvaguardia dei Colli e per rilanciare il Parco e la decementificazione del nostro territorio. Programma: Ore 9,30 Saluti dei presidenti di Banca Etica, Ente Parco, Provincia. Ore 10 Introduce Francesco Erbani - La Repubblica: interventi di Luigi Piccioni, Gianluigi Ceruti, Giampiero Di Plinio, Francesco Jori. Ore 11,30 Testimonianze e protagonisti: Gianpaolo Romanato, Carlo Fracanzani, Alberto Moro. Ore 14,30 Introduce Giuseppe Salvaggiulo - La Stampa, interventi di: Gianni Sandon, Paolo Castelnovi, Francesco Miazzi. Ore 15.45 Interventi del pubblico. Ore 17.00 Brindisi e conclusione in musica con l'arpa di Alessandro Tombesi e con i Calicanto.

Per il rispetto dell'esito referendario, per un uscita alternativa dalla crisi”. Un appuntamento aperto alla partecipazione plurale per continuare ad affermare quello che in 27 milioni abbiamo voluto esprimere con i referendum del 12 e 13 giugno: la difesa dell'acqua, dei beni comuni e della partecipazione attiva alla vita politica del nostro paese. Coordinamento Veneto Comitati Acqua Bene Comune Per la partenza da Padova con il Comitato Provinciale Due Sì per l'acqua bene comune Padova - Informazioni e prenotazioni Sandro Punzo tel. 3289254183 mail acquabenecomune.pd@libero.it

Festa Del Brutto Anatroccolo organizzata dal Circolo Legambiente Della Saccisica presso il Centro Parrocchiale di Carpanedo – Frazione di Albignasego, con inizio alle ore 20,00. La Festa sarà “autogestita”: questo ci permette di contenere la quota di partecipazione, di garantire prodotti di prima qualità, quasi tutti di provenienza biologica. La quota di partecipazione è di 17,00 euro per gli adulti e 10,00 euro per i ragazzi fino ai 12 anni. Durante la serata ci sarà un’attrazione a sorpresa. Per Informazioni e adesioni telefonare a: Maurizio (340/4881745)- Saulo (348/3189050)- oppure presso il negozio LA MACINA - in Via Cò Panico a Piove di Sacco. N.B: i posti totali a disposizione sono 150 e saranno assegnati in base all’ordine di adesione.

L'Erboristeria Artiglio del diavolo, esercizio convenzionato con Legambiente Padova, festeggia i suoi primi trent'anni di attività. Amici, clienti e curiosi saranno i benvenuti presso l' erboristeria (situata in via Boccalerie, laterale di Piazza della Frutta): sarà possibile fare acquisti con uno sconto del 15 %, ci sarà un omaggio per tutti e infine un brindisi in allegria e un piccolo rinfresco a partire dalle 17.30.

>>> domenica 27 novembre

Storie e Leggende Guadensi Contae Al Filo’ Ore 15.30 presso Sala Teatro, Oratorio San Giovanni Bosco, San Pietro in Gu (PD). Teatro Sperimentale Guadense. La storia de l’Useline La leggenda della principessa Ceresina e del suo amante Ceresone. Entrata libera accessibile ai portatori di handicap (rappresentazione teatrale, misteri storici, storie d'amore, antiche leggende). Per info: Pro Loco Guadense, Gruppo Teatro Sperimentale Guadense Sig. Morselli cell. 340.7116031

>>> lunedì 28 novembre

Associazione Cooperazione Nuovo Welfare per una società migliore. Iniziativa dedicata ai mondi dell’associazionismo e della cooperazione sociale. Sala Lucia Valentina Terrani. Via Ludovico Bressan 3 Padova (Zona Arcella - Chiesa di Sant’ Antonio d’Arcella). Ore 18.00

>>>martedì 29 novembre

Lo Sguardo Del Cinema: La Sicurezza Umana, American Life Regia di Sam Mendes (2009) ore 21.00 Biglietto 4,00 €. Multisala MPX, via Bonporti 22. A cura di Diritti+Umani, cineforum Effetto cinema e rassegna EC Classic. Alla proiezione interverrà Arianna Prevedello, Centro padovano della comunicazione sociale.

>>> mercoledì 30 novembre

Proiezione del film "Per uno solo dei miei due occhi" di Avi Mograbi (2008), promossa dal Quartiere 4 con l'adesione di numerose associazioni In occasione della Giornata internazionale di solidarietà con il popolo palestinese istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1977. Ore 21.00. Sala cinema Fronte del Porto ,Via S. Maria Assunta - Bassanello, Padova. Il film è il racconto commosso e partecipe del regista israeliano Avi Mograbi, che vive da vicino il conflitto tra israeliani e palestinesi e che, nonostante tutto, cerca ancora un dialogo per la pace . Aderiscono: Associazione per la Pace, ACS, Al Quds, Comunità Palestinese del Veneto, Agronomi e Forestali Senza Frontiere, Donne in Nero, Perilmondo Onlus, ARCI. Ingresso Gratuito

La Città di Padova contro la Pena di Morte ore 21.00 Teatro Ruzante Riviera Tito Livio, 45. Incontro con Art Laffin, testimone della lotta contro la pena di morte negli USA. Nel pomeriggio raccolta di firme e illuminazione della Torre dell’Orologio in Piazza dei Signori. A cura di Diritti+Umani, Comunità di Sant’Egidio, Amnesty International e Assessorato alle politiche giovanili e scolastiche - Progetto Giovani del Comune di Padova

>>> giovedì 1 dicembre

Convegno "per una cittadinanza responsabile" ore 16,30 Centro Culturale Altinate San Gaetano. Concluderà la campagna Coming to 2011 promossa dal Movimento di Volontariato Italiano. Riflessione sull'identità dell'agire volontario organizzati con le associazioni di base su tutto il territorio nazionale. Interverranno: Emilio Noaro (coordinatore campagna Coming to 2011); Giorgio Ortolani (presidente CSV di Padova); Giovanni Serra (MoVI nazionale); Fulvio Cortese (Università di Trento); Tonio Dell'Olio (Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie); Emanuele Alecci (Commissione politiche sociali CNEL); Marilena Bertante (AVO Regione Veneto); Antonio Pergolizzi (Osservatorio ambiente e legalità di Legambiente); Vincenzo Saturni (AVIS nazionale); Giovanni Grillo (Conferenza regionale del Volontariato) e Salvatore Sechi (MoVI Padova).

******************

CORSI, SEMINARI E MOSTRE – iniziative prossime e future

22-23-24 novembre

Semana de Cuba. Uno sguardo sull'attualità", tre giornate dedicate a Cuba, organizzato dalla Facoltà di Scienze Politiche e il Dipartimento di Storia dell'Università degli Studi di Padova. Info: ImmaginAfrica Dipartimento di Storia - Università degli studi di Padova Palazzo Luzzato Dina - Via del Vescovado, 42 35141 Padova (Pd) E-mail: immaginafrica.storia@unipd.it

Dal 19 al 26 novembre

Mostra internazionale d'arte Verità - Benevolenza - Tolleranza. Via Guasti 12 sede del quartiere sud-est alla Guizza. Le 40 opere esposte in questa mostra sono state create da un gruppo di artisti affermati, con lo scopo di esporre la bontà della pratica del Falun Gong e la brutalità della persecuzione subita in Cina da parte del regime comunista. Lo sforzo degli artisti coinvolti in questo progetto è di salvaguardare la pace e la giustizia, elevare la base della moralità umana, riaffermare forme d'arte ortodosse e diffondere i principi universali di Verità, Benevolenza e Tolleranza in tutto il mondo

Dal 17 novembre al 25 novembre

Micro/Macro Storie di Quartiere Incontri, film, cibo, mostre per raccontare il “Quartiere Caduti della Resistenza”. Il Consiglio di Quartiere 5 sud-ovest, Armistizio Savonarola e il Punto Giovani Toselli, servizio di animazione territoriale dell’ufficio Progetto Giovani - Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Padova, inaugurano la manifestazione "Micro/Macro Storie di Quartiere. Incontri, film, cibo, mostre per raccontare il “Quartiere Caduti della Resistenza”. 18/25 novembre c/o Fornace Carotta Lavorare la Musica nel Quartiere della Resistenza esposizione di liuti realizzati da Guerrino Bonfio, Ubaldino Cavestro, Luigino Furlan, Giovanni Maistriello. Inaugurazione venerdì 18 novembre, ore 18:00. Orari d'apertura: tutti i giorni dalle ore 15:30 alle ore 18:30 mattino su appuntamento per scuole e gruppi. Ingresso gratuito. Per informazioni: Punto Giovani Toselli piazza Caduti della Resistenza (ex piazza Toselli) 7, 35138 Padova tel. e fax 049 8722657 email:puntogiovanitoselli@comune.padova.it www.progettogiovani.pd.it

RAEEporter 2.0” I tuoi RAEEportage per l’ambiente: Seconda edizione della campagna realizzata da Ecodom in collaborazione con Legambiente, per sensibilizzare gli italiani sull’importanza del corretto riciclo dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). Ecodom e Legambiente si sono affiancate in questo progetto perché lo ritengono importante e di facile coinvolgimento per i cittadini. Partecipare è semplice: con Foto RAEEporter puoi fotografare i RAEE (frigoriferi, lavatrici, tv, ecc.) abbandonati lungo le strade o nelle discariche abusive, registrarti al sito e caricare i tuoi scatti. Ecodom si occuperà di inviare le segnalazioni all’ente competente, affinché provveda al ritiro dei RAEE. Con Video RAEEporter puoi realizzare un video e raccontare quali RAEE si “nascondono” in casa tua! Registrati e diventa un RAEEporter per l’ambiente! Per informazioni http://www.raeeporter.it/

Museo della Navigazione Fluviale di Battaglia Terme. Visite guidate. La visita sarà condotta da uno degli educatori del museo stesso e sarà resa unica dal racconto del barcaro Riccardo Cappellozza, che sarà presente durante il pomeriggio. L’esperienza è rivolta ai bambini e ai loro accompagnatori che potranno scoprire e riscoprire insieme il dimenticato, ma non temporalmente lontano, universo della navigazione fluviale.

**********************************

Gli orari di Salvalarte

I volontari di Salvalarte da vari anni si impegnano nelle aperture di monumenti che altrimenti rimarrebbero inaccessibili.

Oratorio di Santa Margherita via San Francesco 51, chiuso per restauro riapertura a novembre orari di apertura: da martedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.00, lunedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 16.00 alle 18.00

Ponte romano di San Lorenzo chiuso per lavori.

Scuola della Carità via S. Francesco 61, orari di apertura: giovedì e sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00, venerdì dalle 16.00 alle 18.00.

Loggia Palazzo della Ragione solo aperture straordinarie.

Torre dell'orologio, piazza Capitaniato 19, venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.00, visite ogni 30 minuti con gruppi di massimo 10 persone

Reggia Carrarese via Accademia n.7, orari di apertura: giovedì venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.30

*************************

Iscriversi a Legambiente Padova è semplice

Potete venire nella nostra sede in Piazza Caduti della Resistenza n°6 (ex Piazzetta Toselli, capolinea autobus n°9) in orario d'ufficio (sabato e domenica chiuso).

Conto Corrente Postale: potete effettuare un versamento sul c/c postale n. 36037091 con causale: iscrizione 2012 a Legambiente e tipologia socio.

Bonifico Bancario: potete effettuare un versamento sul c/c bancario n. 100125 intestato a Legambiente Volontariato Padova, presso Banca Etica codice Iban: IT 07 Z 05018 12101 000000100125.

Carta di Credito: potete effettuare il versamento tramite carta di credito visitando il nostro sito internet

Quote associative: 10 euro Socio junior fino a 14 anni (riceve Jeyvia mail); 15 euro Socio giovane da 15 a 28 anni (riceve La Nuova Ecologia); 30 euro Socio ordinario (riceve La Nuova Ecologia); 30 euro Socio scuola e formazione (riceve La Nuova Ecologia e la newsletter Formazione Ambiente); 80 euro Socio sostenitore (riceve La Nuova Ecologia e il libro Ambiente Italia); 50 euro Tessera Collettiva per gruppi.

Iscriversi a Legambiente è vantaggioso: presentando la tessera di Legambiente 2011 in numerosi esercizi padovani si ottengono sconti.


Clicca qui per cancellarti dalla newsletter