Iscr. Reg. Trib. di Padova n. 1920 del 14/12/04
01/12/2011 Newsletter num 316 inviata a 13.781 iscritti

Iscriviti a Legambiente

Primo Piano

Diamo i numeri, aiutaci a farne di più


Stiamo dando i numeri… ecco una parte di quelli realizzati da Legambiente a Padova nell’ultimo anno. Ma per farne di più e meglio abbiamo bisogno del tuo sostegno

Ambiente

Osservatorio ambientale sull'inceneritore? Bocciato


L’osservatorio sull’inceneritore non soddisfa le associazioni ambientaliste: i lavori sono stagnanti rispetto agli indirizzi formulati mesi fa. A fronte del dimostrato sovradimensionamento dell’impianto, non si intravvedono iniziative politiche alternative all’incenerimento nel rispetto delle priorità di riduzione e riciclo dei rifiuti

Democrazia Urbana

Un voto per esistere


Una giornata particolare, quella che si è svolta domenica scorsa alla Fiera di Padova. Quasi 4.000 stranieri residenti in città si sono recati a votare per eleggere la consulta degli immigrati. Alcuni hanno votato per la prima volta, provenienti da paesi con regimi dittatoriali. Un segnale forte. Pubblichiamo la lettera di tre uomini di cultura

Cemento che ride

Esposto contro il consumo di suolo agricolo


Il Comune ammette l’errore ma continua a modificare la destinazione di aree di uso agricolo, con la giustificazione della compatibilità con il PAT adottato nel 2009. Tale piano, però, deve essere corretto dagli errori fatti. Viste le risposte evasive, Legambiente ha presentato un esposto

Media e messaggi

Nasce il portale delle ONG


ONG FILES è il primo portale 2.0 delle ONG aderenti al COCIS. Uno spazio sì virtuale, ma dinamico, ricco e condiviso dove capitalizzare e diffondere l’importante lavoro che quotidianamente svolgono le nostre ONG

Succede in città

Per la cittadinanza, contro il razzismo


Due iniziative di Libera, Acli e Enaip, di sport contro il razzismo. Introduzione del film “Miracolo a Le Havre” di Aki Kaurismaki, ore 21.00, Cinema MPX. Rachid Berradi (Libera Sport – primatista italiano mezza maratona e finalista olimpico 10.000 m a Sidney 2000 – presidente ASD Scuola Atletica Berradi 091 Palermo). Iniziativa a favore della legge di iniziativa popolare, che dia diritto di cittadinanza a tutti i bambini nati in Italia, compresi quelli nati da genitori stranieri. Ogni sabato mattina si può firmare presso i banchetti organizzati dal comitato “L’Italia sono anch’io” (https://sites.google.com/site/litaliasonoanchiopd/), che trovate a Prato della Valle e nelle piazze del centro di Padova. Nelle prossime settimane anche a Montegrotto, Cittadella, Piove di Sacco e altri comuni.

Gioco anch’io?” ore 10.00 Enaip Veneto, via A. da Forlì 64 – Padova. Cittadini attraverso lo sport: un incontro con le scuole superiori. Programma: Introduzione a cura dell’Ufficio Immigrazione Patronato Acli Padova: Alice Pettenella. Lo sport per la cittadinanza attiva: Rachid Berradi (Libera Sport – presidente ASD Scuola Atletica Berradi 091 Palermo) Sport e razzismo: Mauro Valeri (sociologo - direttore l’Osservatorio nazionale sulla xenofobia dal 1992 al 1996 - responsabile dell’Osservatorio su razzismo e antirazzismo nel calcio dal 2005). Presentazione della Campagna Nazionale US Acli “Cittadini Attraverso lo Sport”: Marco Di Silvestre (Presidente Provinciale US Acli Padova) Coordina: Giulia Salmaso (giornalista di Telechiara).

Primo Piano

Diamo i numeri, aiutaci a farne di più


Quattro. Sono i monumenti tenuti aperti tutto l’anno dai volontari di Legambiente-Salvalarte a Padova.

Otto. Sono gli alberi collocati da Legambiente il 21 novembre in Piazza Caduti della Resistenza per iniziare un percorso di riqualificazione della piazza alberata e senz’auto.

Ventidue. Si tratta dei punti informativi attivati dai volontari di Legambiente dal 9 aprile al 5 maggio a Camin per aiutare gli abitanti del quartiere a passare al metodo di raccolta differenziata “porta a porta”.

Quaranta (o più) sono i nuovi autobus che APS vorrebbe comprare a gasolio; ma Legambiente si sta battendo perché vengano acquistati a metano, che produce molto meno PM10.

Quarantasette gli stand di associazioni ed enti ospitati alla Festa del recupero e delle rinnovabili organizzata da Legambiente in occasione di Puliamo il mondo il 25 settembre scorso.

Novantatrè. 93,67% è la percentuale di Sì al referendum contro il nucleare raggiunta a Padova, anche grazie alla campagna condotta da Legambiente.

Centoquaratasei. Sono i chilometri di piste ciclabili di cui si è dotata la città negli ultimi anni, anche grazie alla costante opera di sensibilizzazione dei cittadini e di pressione sul Comune operata da Legambiente.

Duecento i bambini che hanno partecipato a “100 strade per giocare” il 26 maggio 2011.

Ottocentodicannove gli impianti solari fotovoltaici domestici installati a Padova, anche grazie agli sportelli energia ed ai gruppi d’acquisto solare organizzati da Legambiente.

Quattromilaseicentosessantaquattro i visitatori che in 10 mesi hanno visitato la torre dell’orologio tenuta aperta dai volontari di Legambiente-Salvalarte.

Tredicimilasettecentottantasei gli indirizzi di posta elettronica raggiunti dall’ultimo numero di Ecopolis.

Stiamo dando i numeri? No, li stiamo facendo, e questi sono solo una piccola parte della quantità di interventi realizzati da Legambiente a Padova nel 2011: in difesa delle aree verdi, contro lo smog, per prevenire il rischio idraulico, contro la cementificazione, la speculazione e il consumo di suolo, per la mobilità sostenibile. Per la diffusione delle energie rinnovabili…

Ma per fare di più, e meglio, dobbiamo essere di più. Abbiamo bisogno del tuo sostegno, iscriviti a Legambiente per il 2012, clicca qui e usufruisci anche delle numerose convenzioni per i soci.

Lucio Passi - Portavoce Legambiente Padova


Ambiente

Osservatorio ambientale sull'inceneritore? Bocciato


I lavori dell’Osservatorio, che sono stati presentati in maniera sostanzialmente serena e proficua sul bollettino di AgegasAps, rispetto ai "lavori di miglioramento della prima e seconda linea" , non soddisfano invece affatto le associazioni ambientaliste padovane.

Ad un anno di distanza dall’avvio dell’osservatorio, l’unico risultato raggiunto, dopo numerosi annunci e rinvii incomprensibili, è stata l’apertura di una pagina Web con i dati delle emissioni dall’inceneritore; pagina ad oggi ancora in fase di test. È evidente come i lavori dell'osservatorio siano stagnanti rispetto agli indirizzi formulati già parecchi mesi fa. AcegasAps giustifica la sua inerzia in merito a trasparenza di informazione circa la provenienza dei rifiuti e ricadute complessive in termini di massa di inquinanti emessi, trincerandosi dietro la pretesa di non essere la sola attività industriale a dover rendere pubblico il proprio impatto ambientale. Certo l’inceneritore non è l’unica attività ad avere un pesante impatto sulla qualità dell’aria: fonderia di Camin, traffico veicolare privato e cementifici in provincia contribuiscono pesantemente alla qualità dell’aria. La questione portata avanti dalle Associazioni ambientaliste è però di natura culturale; finché non ci sarà piena trasparenza e coscienza sull’effettivo impatto dell’incenerimento dei rifiuti, non maturerà nella gente la disponibilità a cambiare stili di vita per produrre meno rifiuti e riciclare di più.

In occasione dell’ultima convocazione, l’Assessore all’ambiente provinciale Fecchio ha espresso chiaramente l’impossibilità di conferire tutto il rifiuto residuo della provincia all’inceneritore di Padova per una mera questione di economica; troppo onerosa infatti la tariffa dell’inceneritore rispetto a quella di alcune discariche della provincia. Ad oggi AcegasAps brucia i rifiuti di Padova città e della cintura metropolitana, per quantitativi insufficienti a soddisfare la fame dell’inceneritore. Per questo motivo l’Azienda si rivolge al mercato dei rifiuti speciali per coprire il 40% del suo fabbisogno.

A fronte della dimostrata eccessiva potenzialità dell’inceneritore che ha raggiunto ormai quasi 600 tonnellate/giorno, con le ultime modifiche alle vecchie linee, l’impegno a chiudere la prima linea è rimasta una promessa elettorale disattesa, di cui non si trova traccia nell’impegno politico dell’attuale Amministrazione Comunale ne nelle strategie dell’azienda. E intanto la diffusione della raccolta porta a porta sul territorio comunale procede lentamente, nonostante i risultati rassicuranti del 70% di Raccolta differenziata di Camin.

Alle Associazioni ambientaliste e Comitati non resta che perseverare nello stimolare l’Amministrazione verso scenari alternativi. Dopo 50 anni passati a bruciare rifiuti e considerata l’attuale crisi economica, si passi ad un approccio da green economy, dove i rifiuti potrebbero diventare materie prime “seconde” per l’industria invece di essere sprecati bruciandoli.

Devis Casetta - Delegato ass. ambientaliste per l'Osservatorio sull'Inceneritore


Democrazia Urbana

Un voto per esistere


Non è una domenica qualsiasi quella che Padova si appresta a vivere e celebrare questo 27 novembre.

Il Comune ha indetto le elezioni della Commissione per la rappresentanza dei cittadini stranieri, il cui presidente farà poi parte ufficialmente (sia pur senza diritto di voto) del Consiglio comunale della città.

Domenica tutti gli oltre 30mila cittadini stranieri residenti a Padova potranno andare ad esprimere il loro voto nei locali della Fiera; potranno esprimere e veder riconosciuta la loro partecipazione a quella che per la gran parte di loro è ormai una nuova e stabile cittadinanza.

E' un atto che non può essere vissuto né come accidentale né come puramente formale. E' un momento di reciproco riconoscimento: io sono qui e posso prendere la parola. Tu sei qui e puoi ascoltarmi.

Io esisto in questa società, in questo tempo e mi viene chiesto di mettere in gioco il mio ruolo democratico di cittadino, mi viene chiesto di aiutare la costruzione di una convivenza civile che non devo supplicare ma che posso agire. Io straniero divento parte del tessuto sociale della mia città. Tu italiano puoi finalmente conoscere la mia opinione.

D'altronde, lo ha detto chiaramente anche Napolitano, è ormai inaccettabile pensare di continuare a costruire e gestire la vita democratica del nostro Paese senza creare occasioni di dialogo e inclusione multiculturale non solo informali, ma anche ufficiali.

La decisione del Comune di Padova non può che essere letta come uno stimolo coraggioso all'attuazione di due riforme necessarie: l'introduzione del diritto di voto amministrativo dei cittadini stranieri residenti in Italia e l'introduzione dello ius soli nella legislazione sul diritto di cittadinanza.

Il voto di questa domenica può per questo diventare una cerimonia laica per celebrare la nascita di una città e di una società più aperta e meno vittima di facili demagogie xenofobe.

Certamente non può e non deve rimanere iniziativa isolata e di facciata, ma ha in sé un grande valore politico e culturale.

Non c'è più spazio per i professionisti della paura, per chi continua ad alimentare facili paure al solo scopo di mietere consensi elettoriali. Sono vecchi e noiosi tromboni che tengono il Paese incollato ad una chiusura anacronistica e controproducente.

Padova, nel cuore di una delle regioni più multiculturali d'Europa, può lanciare un segnale forte di cambiamento: non abbiamo più paura, ma siamo pronti a vivere il cambiamento.

E per farlo abbiamo bisogno di conoscere e ascoltare le opinioni dei nuovi cittadini, dei nuovi elettori.

Perché ora non siamo più soli, ma siamo tutti qui. Insieme.

Ci auguriamo che siano molti i cittadini stranieri residenti a Padova che andranno a votare.

E ci auguriamo ugualmente che siano molti i cittadini padovani che celebrino questo importante momento invitando i loro vicini di casa, compagni di studio, colleghi di lavoro, collaboratrici domestiche, gestori di bar e negozi, operai, ristoratori, commercianti, infermieri, benzinai, parrucchieri e amici ad andare a votare.

Buona domenica a tutti.

Andrea Segre, Marco Paolini, Francesco Bonsembiante


Cemento che ride

Esposto contro il consumo di suolo agricolo


Legambiente ha segnalato al Comune, in più occasioni, che nel Piano di Assetto del Territorio (PAT), adottato dal Consiglio Comunale in data 7 aprile 2009, vi sono degli errori nella determinazione della Superficie Agricola Utilizzabile (SAU) e nel calcolo del limite massimo della sua trasformabilità in zone con altra destinazione. Errori determinati dall’inosservanza dei criteri di calcolo fissati dall’Atto di indirizzo della Regione Veneto, approvato con D.G.R. n. 3150 del 25 novembre 2008.

Il Settore Pianificazione Urbanistica, pur ammettendo le contestazioni, non ha accolto l’invito a provvedere all’immediata correzione degli elaborati del Piano, rimandando tale adempimento alla Conferenza dei Servizi decisoria, in cui il PAT sarà approvato. Nell’ultima risposta ha, inoltre, ricordato che le previsioni del Piano Regolatore Generale (P.R.G.) vigente possono comunque essere attuate in quanto sono compatibili con il PAT adottato.

Quest’ultima affermazione non ci convince affatto. Non si capisce, infatti, che validità abbia la compatibilità del P.R.G. vigente con uno strumento urbanistico che contiene al suo interno degli evidenti errori e che non rispetta la direttiva regionale nell’individuazione della quantità di superficie agricola che può essere consumata.

Potremmo sbagliarci, ma, a nostro avviso, la verifica di compatibilità della trasformazione della SAU deve interessare anche le superfici agricole ancora esistenti all’interno delle aree di trasformazione previste nel P.R.G. vigente. Nel caso in cui tale compatibilità non dovesse sussistere, qualora, cioè, applicando l’indice di trasformabilità fissato dalla Regione a tutte le aree con attuale uso agricolo, comprese quelle destinate ad altra destinazione dal P.R.G., non fosse garantita la capacità insediativa totale prevista dal piano vigente e dal PAT adottato, le previsioni di quest’ultimo dovrebbero essere riviste, rimettendo in discussione anche le aree in cui il P.R.G. vigente non è stato attuato. Sul punto, però, nessun chiarimento è stato fornito dall’ufficio competente.

Nel frattempo, però, continua la trasformazione di molte aree aventi caratteristiche agricole (ad esempio quelle del Basso Isonzo e di via Canestrini), che sono state, inspiegabilmente per noi, classificate dal Comune non come Superfici Agricole Utilizzabili ma come aree già urbanizzate.

Sentito un avvocato esperto in diritto amministrativo, che ha ritenute fondate le nostre obiezioni, ritenendo inutile chiedere ulteriori chiarimenti al Comune, abbiamo deciso di inviare un esposto alla Provincia (clicca qui), membro di diritto della Conferenza di Servizi decisoria sul PAT, affinché pretenda che il Comune, prima della convocazione della citata conferenza di Servizi, sottoponga al Consiglio Comunale le correzioni al PAT necessarie per renderlo coerente con la direttiva regionale.

Al responsabile del procedimento della Provincia per l’approvazione del PAT di Padova è stato, inoltre, fatto presente che demandare alla Conferenza di Servizi la rettifica di documenti errati, senza che il Consiglio Comunale abbia preventivamente deliberato in merito, costituisce un vizio procedimentale che, se contestato, potrà inficiare la legittimità dello stesso Piano. La Conferenza di Servizi, infatti, ha titolo di decidere sulle osservazioni presentate su atti formalmente adottati dal Comune, non certo di approvare varianti sostanziali a tali atti, espropriando il Consiglio Comunale delle sue competenze.


Lorenzo Cabrelle, Direttivo Legambiente Padova


Media e messaggi

Nasce il portale delle ONG


ONG FILES è il primo portale 2.0 delle ONG; all’interno del sito, si trovano tutte le informazioni riguardanti le ONG coinvolte, i progetti in corso e realizzati, le news, gli eventi, le campagne, e molto, molto altro ancora per avvicinarsi, scoprire, approfondire il nostro modo di fare cooperazione.

Il Cocis, coordinamento di 23 Ong impegnate per lo sviluppo equo e sostenibile dei popoli, per la pace e la realizzazione dei diritti fondamentali per tutti, promuove una visione della Cooperazione Internazionale e del Terzo Settore basata sulla partecipazione attiva e diretta della società civile, e l’importanza quindi cruciale della rete. In un periodo storico di gravi e rapidi cambiamenti economici e politici, infatti, risulta ancora più importante rafforzare la capacità di imporsi come massa critica degli operatori impegnati nel no profit.

Alla luce delle potenzialità espresse dalla nuova generazione di Internet 2.0, la generazione del network e dell’immediatezza dei flussi informativi, il Cocis ha creato ONG FILES (www.ongfiles.org), una Community innovativa e unica nel suo genere rivolta ed inerente le Associazioni Federate. L’idea ispiratrice di ONG FILES è di ripartire dalle lezioni apprese grazie al portale Archivio della Cooperazione (www.archiviong.org), la prima banca dati digitale e pubblica dei progetti realizzati dalle Ong italiane, per dare vita ad un vero e proprio spazio dinamico, virtuale e condiviso dove capitalizzare, apprendere e diffondere le esperienze accumulate e, allo stesso tempo, approfondire la coesione e le sinergie che rendono il COCIS una vera Federazione DI e PER le Ong.

L’iniziativa ONG FILES è stata finanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

COCIS


Succede in città


>>> giovedì 1 dicembre

Convegno "per una cittadinanza responsabile" ore 16,30 Centro Culturale Altinate San Gaetano. Concluderà la campagna Coming to 2011 promossa dal Movimento di Volontariato Italiano. Riflessione sull'identità dell'agire volontario organizzati con le associazioni di base su tutto il territorio nazionale.

Aspasia di Mileto, maestra di filosofi e politici: Daniela Mazzon Appuntamento organizzato dall’Associazione Italiana Di Cultura Classica Delegazione Di Padova. Aula magna del Liceo “Tito Livio” di Padova alle ore 16.30

Per Una Cittadinanza Responsabile: Giustizia Sociale, Beni Comuni, Legalità ore 16.30 Centro Culturale Altinate via Altinate, 71.Intervengono Giovanni Serra, Movi, Tonio Dell’olio, Libera, Fulvio Cortese, Università Di Trento

Assemblea dei Comitati Buona Scuola del Venetopresso la sede del Cesp in viale Cavallotti, 2 – c/o Adl (zona S. Croce) ore 20.45 In preparazione dell’incontro nazionale delle associazioni e dei comitati “Per una Buona Scuola della Repubblica” del 4 dicembre a Bologna discuteremo di: valutazione ed Invalsi, anche alla luce delle novità della lettera di Berlusconi alla BCE, aule sovraffollate, sicurezza e benessere a scuola, cambio di ministro: con Profumo cambierà davvero qualcosa per la scuola?

I Nostri Anni Migliori - un documentario di Matteo Calore e Stefano Collizzolli (45' Italia 2011) Ore 21:00 - Padova sala "Fronte del Porto", complesso del Porto Astra (evento fb) Saranno Presenti In Sala Gli Autori E Fethi Oueslati; Uno Dei Protagonisti. ingresso 2 euro

>>> venerdì 2 dicembre

Introduzione del film “Miracolo a Le Havre” di Aki Kaurismaki, ore 21.00, Cinema MPX. Rachid Berradi (Libera Sport – primatista italiano mezza maratona e finalista olimpico 10.000 m a Sidney 2000 – presidente ASD Scuola Atletica Berradi 091 Palermo). In tutta Italia stiamo raccogliendo firme per una legge di iniziativa popolare, che dia diritto di cittadinanza a tutti i bambini nati in Italia, compresi quelli nati da genitori stranieri. Ogni sabato mattina potete contribuire con la vostra firma presso i banchetti organizzati dal comitato “L’Italia sono anch’io” (https://sites.google.com/site/litaliasonoanchiopd/), che trovate a Prato della Valle e nelle piazze del centro di Padova. Nelle prossime settimane potrete firmare anche a Montegrotto, Cittadella, Piove di Sacco e altri comuni.

>>> sabato 3 dicembre

Presentazione del libro “Nessun “giusto” per Eva” di Francesco Selmin, ore 17.00, Sala Parrocchiale di San Lorenzo Martire, Vo Vecchio. Racconto della persecuzione degli ebrei a Padova e provincia tra il 1943 e il 1945. Organizzato dal Comune di Vò in collaborazione con l’Associazione “Navigando tra i colli” nella tragica ricorrenza dell’ apertura del campo di concentramento nazista di Villa Contarini-Giovanelli-Venier a Vò Vecchio.

Natale Solidale Iniziativa promossa dal Consiglio di Quartiere 5: laboratori, attività ludiche, musica e banchetti informativi delle associazioni. E al banchetto di ACS troverete le nuove confezioni di confettura "Frutti di pace": more, fragole e lamponi dalla Bosnia, a sostegno del progetto "Lamponi di Pace". Ingresso libero. Presso Fornace e Scuderie Carotta, Piazza Napoli, Padova. 16.00-19.00 Laboratori permanenti. 16.30-18.30 Laboratorio di parole e segni con i bambini. Zucchero filato per tutti. Saranno presenti i banchetti informativi delle associazioni partecipanti. Angolo merenda e aperitivo offerto dai commercianti del territorio. Per info Melissa 329 3413423 Barbara 347 9644637 www.trecoseaigiovani.org Ingresso libero

Gioco anch’io?” ore 10.00 Enaip Veneto via A. da Forlì 64 – Padova. Cittadini attraverso lo sport. Incontro con le scuole superiori .Programma: Introduzione a cura dell’Ufficio Immigrazione Patronato Acli Padova: Alice Pettenella. Lo sport per la cittadinanza attiva: Rachid Berradi (Libera Sport – presidente ASD Scuola Atletica Berradi 091 Palermo) Sport e razzismo: Mauro Valeri (sociologo - direttore l’Osservatorio nazionale sulla xenofobia dal 1992 al 1996 - responsabile dell’Osservatorio su razzismo e antirazzismo nel calcio dal 2005). Presentazione della Campagna Nazionale US Acli “Cittadini Attraverso lo Sport”: Marco Di Silvestre (Presidente Provinciale US Acli Padova) Coordina: Giulia Salmaso (giornalista di Telechiara).

"Genuino Clandestino", Un Incontro con l'associazione di Agricoltori "Campi Aperti" dalle 12.00 alle 19.00 Presentato da AltrAgricoltura NordEst presso la propria sede in Corso Australia, 61 – Padova. Programma: Dalle 12.00 alle 16:30: apertura di una Mostra/Mercato Temporaneo con frutta e verdura di stagione, vino e panificati -12.30: Aperitivo E Buffet offerti da AltraAgricoltura NordEst -14.30: presentazione del Documentario Genuino Clandestinodi Nicola Angrisano (insu^tv, 2011) -15.30: Discussione con alcuni produttori e membri dell'associazione bolognese Campi Aperti sui seguenti temi: 1)- l'esperienza di Campi Aperti, 2)- la campagna nazionale Genuino Clandestino, 3)- il problema dell'accesso alla terra, 4)- la riforma della Pac e la sua critica. Altragricoltura NordEst, Corso Australia 61, Padova - Tel. 049.7380587 - infogas@altragricolturanordest.it

Momento informativo di carattere generale sull'argomento” la tecnica dell'orto sinergico”, l'arte di coltivare lasciando fare alla terra, nella prospettiva di organizzare un corso teorico-pratico nei prossimi mesi. Organizzato dal Circolo Legambiente di Limena alle ore 17.00 presso la sala al piano terra dell'edificio polivalente RIAB, in via Bortoletto 55 a Limena (PD) con Pantaleoni Mattia. Sarà l'occasione per presentare gli aspetti organizzativi del corso e raccogliere le adesioni. L'agricoltura sinergica è un metodo di coltivazione elaborato dall'agricoltrice spagnola Emilia Hazelip. Si basa sul principio, ampiamente dimostrato dai più aggiornati studi microbiologici, che, mentre la terra fa crescere le piante, le piante creano suolo fertile attraverso i propri "essudati radicali", i residui organici che lasciano e la loro attività chimica, insieme a microrganismi, batteri, funghi e lombrichi.

Educazione e Istruzione Serve Ancora la Scuola? ore 9.00 Centro Culturale Altinate via Altinate, 71 Intervengono Michela Possamai, James Njoroge, Homero Viteri, Marco Rossi-Doria, Raffaele Mantegazza, Emanuela Toffano, Orietta Zanato, Elettra Maggiolo. A cura di ASA onlus, Fondazione Fontana onlus, Centro Interdipartimentale di Pedagogia dell’Infanzia - Università degli Studi di Padova, St. Martin CSA (Kenya), ASA (Ecuador), Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto

Una Storia Un Po' Magica Quarto Seminario dei Gruppi di discussione Programma pomeridiano Per la Giornata Internazionale Contro la violenza sulle donne ore 15.00-17.30 con Sonia Bergamasco da "Mistero doloroso" di Anna Maria Ortese Teatro Ruzante Riviera Ponti Romani, 45 Padova Incontri Aperti Al Pubblico Performances E Dibattito.

>>> domenica 4 dicembre

Natale Solidale Iniziativa promossa dal Consiglio di Quartiere 5: laboratori, attività ludiche, musica e banchetti informativi delle associazioni. E al banchetto di ACS troverete le nuove confezioni di confettura "Frutti di pace": more, fragole e lamponi dalla Bosnia, a sostegno del progetto "Lamponi di Pace". Ingresso libero. Presso Fornace e Scuderie Carotta, Piazza Napoli_Padova 16.00-16.30 Coro di voci bianche Cesare Pollini .16.00-19.00 Laboratori permanenti. Dalle 19:30 Musica e ballo per la casa della memoria (Argentina). Dalle 21.00 Jam orchestra. Tutta la giornata Gara di ballo e memorial Volpato. Saranno presenti i banchetti informativi delle associazioni partecipanti. Angolo merenda e aperitivo offerto dai commercianti del territorio. Per info Melissa 329 3413423 Barbara 347 9644637 www.trecoseaigiovani.org Ingresso libero

Riportiamo la vita al Borgomagno/insieme si migliora momento di comunità con laboratori per bambini, spettacolo reading letterario e mercatini. Dalle 14.30 alle 18 in vicolo Tiziano Aspetti, organizzato da Angoli di Mondo, TuttoGas Padova, l’Italia sono anch’io, Acli e Circolo PD Arcella.

Z.O.L.L.A. Zappa Ogni Luogo Lecito Adesso dalle 10.00 alle 17.00 Centro Culturale Ada Negri. Zappiamo ogni luogo lecito adesso lo facciamo ora e poi faremo lo stesso fino all’ultimo libero recesso a zappare la zolla come una molla saremo una folla ognuno lo può fare e si può anche divertire è molto più facile di quello che può sembrare basta iniziare a zappare auto produzione! la risposta alla difficile situazione. Per tutte le età: dj set, proiezione di film a tema, pranzo collettivo, musica dal vivo, zappatura! Porta con te: strumenti da lavoro (vanga, badile, zappa se li hai), qualcosa da mangiare e/o bere, guanti da lavoro e scarpe di ricambio. Il progetto Z.O.L.L.A. è un esperimento che punta a diffondere la cultura dell’autoproduzione del cibo attraverso la condivisione delle esperienze, e l’uso del sapere acquisito per interventi culturali virali nel territorio cittadino. Il focus è la scoperta di una socialità legata alla terra, con poca attenzione alla quantità dei beni prodotti e molta alla qualità dei rapporti umani. Insomma, un pretesto per mettere i piedi per terra! Il Centro Culturale e Aggregativo Ada Negri è a Padova, in via Gino Rocca 65 (laterale di Via Vigonovese) Rione San Gregorio, per info scrivici a socperaz@gmail.com, chiama 348 8853241, scrivici su facebook Società Per Azioni – cultura in movimento www.societaperazioni.net

>>> lunedì 5 dicembre

Applicazione dell'esito referendario nell'a.A.T.O. Bacchiglione” Ore 21.00 Sala Di Vicolo Mezzaluna (Dietro Il Municipio) Este.Il Comitato Provinciale Due Sì per l'acqua bene comune di Padova, aderente al Forum Italiano dei Movimenti per l'acqua con Giuliana Beltrame e Sandro Punzo incontra gli amministratori locali, i comitati e le associazioni della bassa padovana. L'incontro e' aperto ai cittadini interessati. Il Comitato Provinciale Due Sì per l'acqua bene comune di Padova ritiene importante sollecitare un intervento degli Amministratori locali in sede Aato Bacchiglione, per dare seguito a quanto 26 milioni di cittadine e cittadini italiani hanno deciso. Per quanto riguarda il secondo quesito, vanno cancellate le norme che garantiscono “l’adeguata remunerazione del capitale investito” nella determinazione della tariffa del servizio idrico integrato. Si tratta di una percentuale fissa del 7% che continua ad essere applicata nelle nostre bollette.Se proseguiranno questi comportamenti illegittimi, gli utenti potranno richiedere la restituzione in bolletta delle quote illegittimamente pagate fin dalla data di entrata in vigore dell’abrogazione referendaria.

>>>martedì 6 dicembre

Ultimo incontro di divulgazione di quest'anno del Gruppo Acquisto Solidale "Tuttogas Padova" presso il centro parrocchiale di S. Antonino all'Arcella. Cena con i prodotti del gruppo di acquisto. Cena a buffet alternata con alcuni approfondimenti in tema di alimentazione, produzione del cibo, promozione di produttori locali ecc. . Appuntamento alle ore 20. La cena è gratuita (un'offerta libera sarà gradita). Volentieri si possono invitare altre persone, ma attendiamo le prenotazioni entro venerdì, solo per sapere in quanti siamo e regolarci sulla preparazione del cibo. Per prenotarsi, per offrire aiuto nella preparazione o per informazioni scrivere a TuttoGas Padova padova@tuttogas.org o chiamare il numero 3207412442.

Natale Solidale Iniziativa promossa dal Consiglio di Quartiere 5: laboratori, attività ludiche, musica e banchetti informativi delle associazioni. E al banchetto di ACS troverete le nuove confezioni di confettura "Frutti di pace": more, fragole e lamponi dalla Bosnia, a sostegno del progetto "Lamponi di Pace". Ingresso libero. Presso Fornace e Scuderie Carotta, Piazza Napoli_Padova. Dalle 20.30 Concerto intergenerazionale di musica jazz. Saranno presenti i banchetti informativi delle associazioni partecipanti. Angolo merenda e aperitivo offerto dai commercianti del territorio. Per info Melissa 329 3413423 Barbara 347 9644637 www.trecoseaigiovani.org Ingresso libero

La Candela che brucia da 50 anni ore 21.00 Centro Universitario via Zabarella, 82. Reading per i primi 50 anni di Amnesty International con la Compagnia del Libro Parlato .Intervengono Liliana Cereda, Amnesty International, John Onama, Adusu, Antonio Papisca, Centro Diritti Umani Università Di Padova. A Cura Di Amnesty International Gruppo 086 Padova E Diritti+Umani

Alla ricerca di un amore impossibile. Antonietta Sambin presenta il libro autobiografico di Erika Bolzan, Grasso Editore, Padova, 2011.Dalle ore 17.30, presso la Casa di Accoglienza Santa Rita da Cascia in via Santa Maria in Conio, 10 (Portello). Sono previste letture di Tiziana Grillo e testimonianze di Luigi Nardo ed Armenio Vettore (presidente dell’Associazione Italiana contro le Leucemie, Lifomi e Mieloma, cui sono devoluti i diritti dell’autrice derivanti dalla vendita). Il libro racconta la singolare vita iniziata dall’autrice nel borgo Portello del secondo dopoguerra con la straordinaria famiglia dei genitori adottivi, in un contrasto di sentimenti naturali. L’evento, aperto a tutti, è organizzato dall’Ass. Progetto Portello con la collaborazione dell’Osservatorio Città di Padova, dell’Ordine dei Padovani Eccellenti (di cui l’autrice fa parte) e della Casa di Accoglienza Santa Rita.

Presentazione di “Beni comuni. Un manifesto” edito da Laterza ore 18.00 AulaB3 - Cà Borin - Via del Santo 24 Padova. All'interno del Corso di Sociologia del Diritto. Ne discutiamo con l'autore Ugo Mattei Università di Torino. Introduce Giuseppe Mosconi, Università di Padova. "Dalla lotta per l'acqua, l'università e la scuola pubblica a quella per l'informazione critica; dalle battaglie contro il precariato e per un lavoro di qualità a quelle contro lo scempio e il consumo di territorio; dalla lotta contro la privatizzazione della rete internet a quella contro le grandi opere: i beni comuni non sono una merce declinabile in chiave di avere. Sono una pratica politica e culturale che appartiene all'orizzonte dell'esistere insieme".Incontro a cura di Associazione Ya Basta, Circolo del Manifesto, Reality Shock

>>> mercoledì 7 dicembre

Diritti Tra Le Righe Noi Domani. Un Viaggio Nella Scuola Multiculturale (Laterza, 2011) ore 17.30 Palazzo Moroni, Sala Paladin via del Municipio, L’autore Vinicio Ongini ne discute con Claudio Piron, Assessore All’istruzione E Alle Politiche Giovanili, Comune Di Padova.A Cura Di Diritti+Umani E Assessorato Alle Politiche Giovanili E Scolastiche – Progetto Giovani del Comune di Padova

Presentazione del libro: “Morte agli Italiani!” Il massacro di Aigues Mortes- 1893. Quando Gli Emigranti Eravamo Noi alle ore 16.45 Aula Magna Liceo Tito Livio – Padova. Organizzato da A.N.P.I. Padova E Istituto Veneto Per La Storia Della Resistenza E Dell’età Contemporanea. Ne discutono con l’autore, Enzo Barnabà,

Don Albino Bizzotto dei “Beati i Costruttori di Pace” ed Emilio Franzina, Università di Verona. Nell’agosto 1893 una folla inferocita di francesi linciò almeno 9 operai italiani immigrati in Camargue per la raccolta del sale. Gli italiani erano accusati di crumiraggio, di violenza e di inciviltà. Nel gennaio 2010 a Rosarno immigrati africani furono aggrediti a fucilate da contadini calabresi. La xenofobia ha dunque un cuore antico.

>>> giovedì 8 dicembre

Natale Solidale Iniziativa promossa dal Consiglio di Quartiere 5: laboratori, attività ludiche, musica e banchetti informativi delle associazioni. E al banchetto di ACS troverete le nuove confezioni di confettura "Frutti di pace": more, fragole e lamponi dalla Bosnia, a sostegno del progetto "Lamponi di Pace". Ingresso libero. Presso Fornace e Scuderie Carotta, Piazza Napoli_Padova. 16.00-19.00 Laboratori permanenti. 16.30-17.00 e 17.30-18.00 La cometa pasticciona.18.30-20.00 Gara di torte. Saranno presenti i banchetti informativi delle associazioni partecipanti. Angolo merenda e aperitivo offerto dai commercianti del territorio. Per info Melissa 329 3413423 Barbara 347 9644637 www.trecoseaigiovani.org Ingresso libero

************

CORSI, SEMINARI E MOSTRE – iniziative prossime e future

3, 4, 6 e 8 dicembre: Natale Solidale 2011- Padova, Ex Fornace e Scuderie Carotta, Piazza Napoli. ACS partecipa anche quest'anno all'iniziativa promossa dal Consiglio di Quartiere 5: laboratori, attività ludiche, musica e banchetti informativi delle associazioni. E al banchetto di ACS troverete le nuove confezioni di confettura "Frutti di pace": more, fragole e lamponi dalla Bosnia, a sostegno del progetto "Lamponi di Pace". Ingresso libero.

Dal 28 novembre all’11 dicembre: La solidarietà che fa l’Italia aperta mostra fotografica presso l’Agorà del Centro Altinate A cura di MoVi - Campagna Coming to 2011

Iscrizioni fino al 15 dicembre: Corso di Alta Formazione "Per il contrasto sociale alle mafie". Organizzato da l'Università di Padova, Libera, Avviso Pubblico, Banca Etica, il Comune e la Camera di Commercio di Padova a partire da febbraio 2012. Un corso specialistico per diffondere conoscenze aggiornato sul fenomeno mafioso e buone prassi di prevenzione e di contrasto tra chi opera nella gestione delle amministrazioni pubbliche e del privato, nei servizi socio educativi e nel mondo dell'informazione. Questo corso rappresenta un’opportunità inedita per poter riconoscere le modalità in cui le mafie si infiltrano in territori come il nostro ed elaborare strategie per prevenire la diffusione di fenomeni di illegalità in Veneto.I partecipanti conosceranno le misure di contrasto adottate dalle forze dell'ordine locali, e buone prassi antimafia sul piano amministrativo, culturale, sociale, ambientale ed economico-finanziario sviluppate nel territorio nazionale sia dalle amministrazioni che dalla società civile. Il risultato finale sarà portare i partecipanti a ideare e scrivere progetti per il contrasto sociale alle mafie e promuovere legalità e diritti attraverso innovazioni nei loro ambiti lavorativi. Le preiscrizioni avranno termine il 15 dicembre. Vi invitiamo a visitare la pagina: http://www.unipd.it/unipdWAR/page/unipd/studenti0/it_Book6_Page10 per le informazioni di tipo tecnico sulle caratteristiche del Corso.

Museo della Navigazione Fluviale di Battaglia Terme. Visite guidate. La visita sarà condotta da uno degli educatori del museo stesso e sarà resa unica dal racconto del barcaro Riccardo Cappellozza, che sarà presente durante il pomeriggio. L’esperienza è rivolta ai bambini e ai loro accompagnatori che potranno scoprire e riscoprire insieme il dimenticato, ma non temporalmente lontano, universo della navigazione fluviale. Per info Selena Favotto, Daniela Giordani, Silvia Zava 3494589264 - 3452337194 - 3486598114

**********************************

Gli orari di Salvalarte

I volontari di Salvalarte da vari anni si impegnano nelle aperture di monumenti che altrimenti rimarrebbero inaccessibili.

Oratorio di Santa Margherita via San Francesco 51, chiuso per restauro riapertura a novembre orari di apertura: da martedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.00, lunedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 16.00 alle 18.00

Ponte romano di San Lorenzo chiuso per lavori.

Scuola della Carità via S. Francesco 61, orari di apertura: giovedì e sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00, venerdì dalle 16.00 alle 18.00.

Loggia Palazzo della Ragione solo aperture straordinarie.

Torre dell'orologio, piazza Capitaniato 19, venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.00, visite ogni 30 minuti con gruppi di massimo 10 persone

Reggia Carrarese via Accademia n.7, orari di apertura: giovedì venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.30

*************************

Iscriversi a Legambiente Padova è semplice

Potete venire nella nostra sede in Piazza Caduti della Resistenza n°6 (ex Piazzetta Toselli, capolinea autobus n°9) in orario d'ufficio (sabato e domenica chiuso).

Conto Corrente Postale: potete effettuare un versamento sul c/c postale n. 36037091 con causale: iscrizione 2012 a Legambiente e tipologia socio.

Bonifico Bancario: potete effettuare un versamento sul c/c bancario n. 100125 intestato a Legambiente Volontariato Padova, presso Banca Etica codice Iban: IT 07 Z 05018 12101 000000100125.

Carta di Credito: potete effettuare il versamento tramite carta di credito visitando il nostro sito internet

Quote associative: 10 euro Socio junior fino a 14 anni (riceve Jeyvia mail); 15 euro Socio giovane da 15 a 28 anni (riceve La Nuova Ecologia); 30 euro Socio ordinario (riceve La Nuova Ecologia); 30 euro Socio scuola e formazione (riceve La Nuova Ecologia e la newsletter Formazione Ambiente); 80 euro Socio sostenitore (riceve La Nuova Ecologia e il libro Ambiente Italia); 50 euro Tessera Collettiva per gruppi.

Iscriversi a Legambiente è vantaggioso: presentando la tessera di Legambiente 2011 in numerosi esercizi padovani si ottengono sconti.


Clicca qui per cancellarti dalla newsletter