Iscr. Reg. Trib. di Padova n. 1920 del 14/12/04
15/03/2012 Newsletter num 328 inviata a 14.307 iscritti

Iscriviti a Legambiente

Primo Piano

Autocritici: c'è il car sharing!


Siamo in tanti ad essere consapevoli della necessità di usare meno l’auto, ma finora molti si sono arresi per mancanza di alternative. Ora però a Padova c’è il car sharing. Legambiente ha stipulato una convenzione con APS che permette ai propri soci di usufruire del servizio con uno sconto, pagando l’abbonamento annuale 65 € anziché € 100.

Ambiente

Sì, lo vogliamo il treno, ecologico e veloce


Mancanza di prospettiva: così è giudicato il nuovo progetto – di cui sono iniziati i lavori – di smantellamento del sedime ferroviario interno alla ZIP per farci al suo posto una circonvallazione. Passando a 30 metri dal nuovo asilo (ecosostenibile) costruito dalla stressa ZIP. Allo strabismo non c’è mai fine

Democrazia Urbana

Bici e artigianato, operazione recupero


Come si ripara una bicicletta? E come si riportano in vita gli oggetti dismessi? La risposta arriva dall’associazione “La Mente Comune”, che domenica apre un nuovo spazio creativo in via Cornaro. Il laboratorio propone anche un corso di ciclomeccanica e un pomeriggio dedicato alle marchiatura, in collaborazione con gli “Amici della Bicicletta”.

Cemento che ride

Italcementi, una comunità che non si arrende


La sentenza del Consiglio di Stato, capovolgendo il pronunciamento del Tar Veneto, ha accolto le tesi di Italcementi e spianato la strada al Revamping dello stabilimento di Monselice, nel Parco dei Colli Euganei. Realtà locali, associazioni e comitati continueranno le loro attività ed iniziative per opporsi a scelte così miopi per il futuro di tutti.

Media e messaggi

Magicoveneto tutto attaccato


Cosa fare per trascorrere una bella giornata di sole? Un quesito che tutti si pongono quando le giornate si allungano e si comincia a sentire la primavera. Per gli amanti della bici, delle passeggiate o per chi vuole trascorrere un fine settimana alla ricerca di itinerari, troppo spesso considerati marginali, che consentano di conoscere il territorio nei suoi aspetti più autentici, c'è un sito che potrebbe fare al caso vostro.

Succede in città

Evento in ricordo delle vittime di mafia


Il 21 marzo, primo giorno di primavera, da più di 15 anni Libera e tutte le forze della società civile impegnate nella lotta alle mafie si trovano per ricordare le oltre 800 vittime innocenti di mafia, e rinnovare il loro impegno per la legalità e la giustizia.

Quest'anno il 17 marzo si terrà a Genova la Giornata internazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime di mafia, mentre il 21 marzo in tutte le città d'Italia saranno organizzate iniziative locali.

Il coordinamento Libera Padova organizza dalle 18:30 in piazza dei Caduti della Resistenza la serata di approfondimento "Dal radicamento al Sud all'espansione al Nord: come sono cambiate le mafie dal 1992 ad oggi?

Programma
Ore 18:30 Incontro e dibattito con Lucio Musolino (giornalista di La7 e del Fatto Quotidiano, impegnato in inchieste sulla ‘ndrangheta in Calabria) e Giovanni Viafora (giornalista del Corriere della Sera e scrittore, che sta attualmente analizzando le infiltrazione della camorra in Veneto).
20:00 Buffet, con i prodotti di Libera Terra
21:00 Piece teatrale in ricordo di Falcone, Borsellino e gli uomini e donne delle loro scorte, a cura del Presidio Silvia Ruotolo
21:30 Concerto, a cura dell’associazione Khorakhanè

Per maggiori informazioni clicca qui.

Coordinamento Libera Padova


Primo Piano

Autocritici: c'è il car sharing!


Siamo in tanti ad essere consapevoli della necessità di usare meno l’auto, per combattere smog e congestione, ma fino ad ora molti si sono arresi di fronte alla scarsità di alternative. Ora però a Padova c’è il car sharing: auto in condivisione. Il car sharing è un servizio che mette a disposizione diversi veicoli, accessibili 24 ore al giorno tutto l’anno, distribuiti in vari punti della città. Così si utilizza l’auto quando se ne ha un effettivo bisogno, anche solo per mezz’ora. Più trasporto sostenibile integrato, meno auto di proprietà, meno congestione, meno inquinamento. Questi sono i punti forti di Car sharing.

Legambiente ha stipulato una convenzione con APS che permette ai propri soci di usufruire del servizio con uno sconto, pagando l’abbonamento annuale € 65 anziché € 100, e il kit d’iscrizione € 30 anziché € 40.

Come funziona

Sottoscrivendo un abbonamento annuale si riceve una Smartcard personale, user e password per prenotare e accedere alle auto, scegliendo il modello di auto preferito. Si paga solo l’utilizzo effettivo del veicolo, sommando tariffa oraria e chilometrica: per maggiori dettagli clicca qui.

Le auto sono prenotabili online oppure telefonando fino a 15 minuti prima dell’effettivo utilizzo. Car Sharing Padova inoltre aderisce al circuito nazionale ICS ‘Io Guido’: con la stessa Smart Card personale è possibile guidare le auto delle altre città aderenti al circuito nazionale. Le città sono Bologna, Brescia, Firenze, Genova, Savona, Milano, Palermo, Parma, Roma, Torino, Venezia.

Inoltre a Padova parcheggi gratis nelle strisce blu della città; passi nelle corsie preferenziali; accedi gratis alla ZTL; circoli con il blocco del traffico; auto sempre disponibili nei punti nevralgici della città. I modelli a disposizione sono: Panda, 500, Grande Punto, Mito e Qubo. Tutte le auto sono euro 5, a basse emissioni d’inquinanti.

La convenzione stipulata da Legambiente prevede anche un abbonamento famiglia (un membro della famiglia deve essere iscritto a Legambiente) fino a 4 persone:

130 euro anziché 200. Per maggiori informazioni clicca qui o vai sul sito www.carsharingpadova.it

A chi rivolgersi per abbonarsi

Puoi venire in sede di Legambiente, in Piazza Caduti della Resistenza 6 (laterale di via Palestro) tel. 049.8561212, nei seguenti orari: Lun. Mer. Ven. 10-13. Giov. 17-19

Sezione dedicata sul sito www.legambientepadova.it/carsharing

Lucio Passi - Portavoce Legambiente Padova


Ambiente

Sì, lo vogliamo il treno, ecologico e veloce


Amministratori locali, sia del Pd che del Pdl, non hanno fatto mancare i loro commenti sulla necessità impellente che la TAV in Val di Susa si costruita, senza sé e senza ma. Il treno come massima espressione del mezzo collettivo che ha meno impatto ambientale, riduce le emissioni, toglie merci (e uomini) dai cammion e (e dalle auto).

Peccato che siano quegli stessi amministratori che a livello di Regione Veneto, provinciae comune di Padova nulla hanno fatto negli ultimi 15 anni a favore dei collegamenti ferroviari.

Nel 2006 che doveva essere pronto l’SMFR, il collegamento ferroviario metropolitano regionale per il Veneto centrale, ma la Giunta Regionale e l’assessore Chisso in particolare non hanno mai trovato fondi necessari per completare l’opera. Si sono preferite altre priorità (vi risparmio l’elenco di tutte le strade ed autostrade costruite o in fase di costruzione in Veneto).

E che dire dei 50 km di binari esistenti attorno al nodo metropolitano di Padova che già ora, grazie a molte tracce orarie vuote potrebbe diventare un anello di collegamento aggiungendo qualche fermata (tipo Campo di Marte); ma qui è il GRA che interessa e su quello si investe.

Per non parlare della Gronda sud, da Abano a ZIP Interporto, timidamente segnata con una matita sbiadita nel PATI dei 18 comuni perché alcuni comitatini locali, con buone entrature in Provincia, hanno detto no al progetto. Ad un progetto condiviso da RFI che serve a dare sfogo verso sud all’interporto di Padova e assicurargli competitività a livello europeo.

Non possiamo tralasciare la Padova – Legnaro – Chioggia, una linea ferroviaria di cui esiste il sedime (ancora per poco, visti i piani di espansione di molti comuni) che gli assessori di turno della Provincia lasciano nei commenti a fondo pagina dei loro progetti viabilistici. Senza darne esito alcuno.

Non dimentichiamo la linea esistente Padova Centrale – Interorto che uno studio ZIP – APS Mobilità giudicava facilmente adattabile ad uso passeggeri e con un bacino di utenti potenziali certo a giustificare l’investimento.

Oggi però ci si mette anche il Comune di Padova, approvando la trasformazione in circonvallazione di un vecchio sedime ferroviario – ancora provvisto di binari – che da Interporto, lungo via Venezuela, San Salvatore e via Ronchi arriva(va) a lambire Camin e poi svolta(va) per via Lisbona (vedi qui il tracciato).

Da qualche settimana sono iniziati i lavori per trasformarlo in una circonvallazione per traffico pesante (via le traversine, via i binari). Il ragionamento di Ivo Rossi, assessore alla Mobilità, è banale quanto semplicistico: ci sono troppe auto e camion in via Vigonovese, spostiamole 200 metri più in là. Una scelta positiva per la vivibilità della via, assolutamente inefficace per combattere l’inquinamento atmosferico, il Pm10 e le emissioni di CO2. Ma soprattutto pregiudica una possibile scelta differente: quella del treno locale.

Pensate, un preziosissimo sottopasso esistente alla tangenziale, adatto per i treni, trasformato ad uso delle auto (sic). Così tramonta per sempre la possibilità di far correre la Padova – Chioggia a fianco dell’abitato di Camin.

Per non parlare delle potenzialità che questo sedime ha (aveva) per il tram. Forse pochi lo sanno ma Ivo Rossi ha presentato un progetto di SIR 5 che partendo dalla linea 3, dall’Iris lungo via Canestrini, con ben 3 ponti (uno sullo Scaricatore, uno sul Roncajette ed uno sui 8 binari affiancati dell’Interporto) arriva fino a via Lisbona, cioè 300 metri oltre la tangenziale vedi qui il tracciato).

Pensare in modo integrato avrebbe significato progettare il percorso del tram SIR 5 che arrivasse fino a Camin lungo quel sedime, lambendo tutti i principali attrattori di traffico della ZIP e l’abitato.

Di questa nuova circonvallazione per mezzi pesanti saranno felici i papà e le mamme (nonché bambini ed insegnanti) dell’asilo nido e scuola materna interaziendale di via Perù, l’avveniristica costruzione ecosostenibile voluta fortemente da Angelo Boschetti Presidente del Consorzio Zip. Fra qualche anno, anziché arrivarci in tram o treno (vedi foto), i bambini potranno scendere direttamente dal camion che passa a 20 metri dall’edificio (vedi foto panoramica). Perché allo strabismo non c’è mai fine?

Ma va là, cosa stiamo a perdere tempo, accodiamoci al coro dei Sì TAV che quei binari a 400 km di distanza Padova sono sempre i più belli, qui continuiamo con le strade.

Andrea Nicolello-Rossi, Legambiente Padova


Democrazia Urbana

Bici e artigianato, operazione recupero


L'associazione “La Mente Comune” domenica 18 marzo dalle 18:30 inaugura un nuovo spazio in città, dedicato a laboratorio di ciclomeccanica e artigianato creativo presso la CLAC -ex Macello in via Cornaro 1. La serata sarà aperta da un brindisi inaugurale e proseguirà con l’esibizione acustica del gruppo rock Mystic Lab. Con l'occasione sarà possibile visitare lo spazio allestito per le attività di ciclomeccanica e artigianato, al cui interno saranno esposte le creazioni dell’associazione.

Da lunedì 19 lo spazio sarà attivo come luogo di aggregazione ed educazione dedicato alla riparazione della bicicletta, fornendo assistenza e supporto tecnico e materiale (attrezzature e ricambi di recupero), e alla creazione di oggetti di arredo, sartoria e bigiotteria con materiale di recupero: finalmente a Padova avremo un punto di riferimento per praticare forme di ecosostenibilità urbana attraverso attività manuali!

Sarà aperto in questi orari. Officina Ciclomeccanica: lunedì dalle 9 alle 13, martedì dalle 14 alle 19, giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19. Attacca bottone, laboratorio creativo di sartoria e bigiotteria con materiali di recupero: lunedì dalle 18.30 alle 20.30. Trash trainer, laboratorio creativo di oggetti di arredo con materiali di recupero: martedì dalle 20 alle 23. Per festeggiare l’inaugurazione, organizzeremo con gli Amici della Bicicletta un pomeriggio dedicato alla marchiatura della bici, giovedì 22 marzo dalle 15 alle 18.

E poi continuiamo con il progetto L'ABC -Corsi di riparazione della bici con CdQ 5, presso Giardino d'Inverno in via Varese. I 4 incontri del corso si terranno: mercoledì 28 marzo, mercoledì 4 aprile, mercoledì 11 aprile, venerdì 28 aprile dalle 16.30 alle 19. Contenuti: camere d’aria, freni, movimento centrale, sella, pedali, sterzo, ruota, catena, luci. Faremo introduzioni teoriche con esempi e prove pratiche su bici di recupero. Attenzione: il corso è gratuito, ma il numero dei posti è limitato ed è richiesta la partecipazione a tutti e 4 gli incontri. Per iscriversi scrivete a lamentecomune@gmail.com ed aspettate una nostra conferma! Per tutto il resto, visitate il nostro sito, www.lamentecomune.it, o meglio ancora venite a trovarci! Forza riciclisti, è ora di sporcarsi le mani e fare da sè!!

Associazione "La Mente Comune"


Cemento che ride

Italcementi, uan comunità che non si arrende


Il 29 febbraio è stata pubblicata la sentenza del Consiglio di Stato, che capovolgendo il pronunciamento del Tar Veneto, ha completamente accolto le tesi di Italcementi e di fatto, spianato la strada al Revamping dello stabilimento di Monselice. Nella sentenza sono state accolte le tesi di Italcementi, stabilendo che non si tratta di nuova costruzione, ma di semplice ammodernamento degli impianti. Per noi rimane incredibile che il Revamping possa essere paragonato alla stregua del cambio di una semplice caldaia o che una torre di 89 metri in piena area Parco possa essere considerata un manufatto di “qualità architettonica apprezzabile, in linea con le tendenze dell’architettura contemporanea”. Resta il fatto che una volta ottenuta l’Autorizzazione Integrata Ambientale dalla Provincia e poi il “permesso a costruire” dal Comune di Monselice, si avvieranno i lavori per riproporre la presenza di questo cementificio per altri trenta anni.

Con una tempestività sorprendente, solo pochi giorni prima la Regione Veneto aveva concesso alla stessa Italcementi il rinnovo ad Orgiano (VI), di un’attività di cava nei Colli Berici per oltre vent’anni. In questi giorni i comitati e le associazioni si sono riuniti in assemblea per inquadrare la problematica in questo contesto più generale, al fine di rilanciare le finalità del Parco Colli e sollecitare l’avvio di un percorso condiviso che porti alla dismissione d’impianti definiti "incompatibili" dal Piano Ambientale, in cui la vicenda del "Revamping" di Italcementi rappresenta solo un aspetto. 

Dobbiamo ricordare che in questa zona ci sono tre cementerie che producono il 60% del cemento del Veneto. Bisogna inoltre fare i conti con la crisi che in questi anni ha ridotto produzione e consumi di cemento di circa il 40%. Se nel decennio passato nella nostra Regione, si è arrivati a produrre oltre 5 milioni di tonnellate/anno di cemento, nel 2011 si è giunti a poco più di 3 milioni. Come dire che ci sono due cementerie in più del necessario, poiché è impensabile e certamente non auspicabile che si riprenda un livello di consumo pari a più del doppio della media europea. Come possiamo ben capire, la vicenda dei cementifici nel Parco è tutt’altro che chiusa e definita, e per questo motivo amministratori, realtà locali, associazioni e comitati hanno deciso di proseguire con le loro iniziative di sensibilizzazione per mettere in luce l’impatto sanitario e paesaggistico, per evidenziare le ricadute sull’economia presente e futura di questo territorio. Nell’auspicio che il Parco e tutte le istituzioni assumano il ruolo che li compete cercando di evitare che questi destini non siano lasciati nelle mani dei mercati o delle logiche delle multinazionali del cemento.


Francesco Miazzi e Gianni Sandon


Media e messaggi

Magicoveneto tutto attaccato


Arriva la bella stagione. Per gli amanti delle passeggiate, delle escursioni, del trekking, delle pedalate, ma anche per chi è pigro e desidera trascorrere qualche ora immerso nella natura per cominciare a farsi la tintarella o solo per respirare e stare all'aria aperta, il consiglio è di visitare http://www.magicoveneto.it .

Il sito è organizzato in diverse sezioni, con indicazioni di escursioni, biciclettate, arte e manifestazioni, per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Se si desidera trascorrere una giornata in un rifugio od immersi nelle bellezze alpine, ci sono parecchie indicazioni utili per organizzare delle piacevoli escursioni sia per chi conosce bene le montagne ed è certamente più allenato, sia per chi desidera soltanto passeggiare e fare qualcosa di diverso dal solito.

Anche se il nome del sito può far pensare a delle gite limitate ad un'area precisa, non è così, infatti le scampagnate sono pensate anche per chi desidera visitare dei posti ricchi di cultura e di natura, situati in un ambiente lagunare.

Così si presentano gli autori: “MagicoVeneto è un sito web completamente indipendente gestito in modo amatoriale, senza alcun rapporto con siti istituzionali e senza contatti politici, senza sponsorizzazioni o finanziamenti da nessuno, totalmente a nostre spese. Non vi è alcuna forma di lucro, pubblicità e nemmeno pubblicità occulta o link nascosti o ingannevoli. Solo passione e amore per il Veneto, il Friuli Venezia Giulia, la Carnia, il Cadore, il Trentino, la natura, l'arte e la storia”.

Molto ricca e curata la parte fotografica, che correda mirabilmente il sito e permette all'utilizzatore di visionare prima ed in maniera puntuale le località scelte per l'escursione.

Navigando all'interno del sito, vi è anche una sezione dedicata a Padova con fotografie dei luoghi più suggestivi della cittadina patavina e percorsi ciclabili che ora, con la bella stagione, possono essere gustati ancora di più.

Insomma cosa aspettate? Visitate il sito e poi tutti in gita!

Dafne Crea - Redazione di ecopolis


Succede in città


>>> Giovedì 15 Marzo

La Scimmia e la Dea: dal bios al mythos “Dalla vita nel paleolitico ai primi miti sul femminile, un viaggio condotto dall’arte, dalla biologia e dall’antropologia culturale". Primo incontro di un ciclo durante il quale il "femminile" viene esplorato attraverso quattro prospettive: quella antropologica culturale, quella di storia della cultura (arte e filosofia), quella legata alla sessualità ed alla psicologia e quella etica. Conduce gli incontri la storica dell'arte Luisa Fantinel. Sala Paladin di Palazzo Moroni, via del Municipio, 1 - Padova ore 20:45.

Il Cerchio del ricordo di Andrea Rossini. La straordinaria esperienza di un gruppo di architetti e scultori che, nella Jugoslavia degli anni '60 e '70, affronta in forme del tutto originali il tema del ricordo della Seconda Guerra mondiale e della vittoria su nazismo e fascismo. Proiezione del documentario all’ interno della Rassegna cinematografica “ Jugoslavia, Vent’anni Da Ex” promossa da da ACS Associazione di Cooperazione e Solidarietà, Associazione per la Pace, ARCI, Beati i Costruttori di Pace, Comitato di Sostegno alle Forze ed Iniziative di Pace, Donne in Nero, Gruppo Controluce, l'Associazione per i Beni Comuni. Sala Cinema Fronte del Porto ore 20.45 (Via santa Maria Assunta, Guizza-Padova). La questione balcanica nell’attualità europea. Ingresso Libero

Le Mafie Nemiche Del Bene Comune”_Incontro Con Nicola Gratteri, Procuratore Aggiunto Della Repubblica Presso Il Tribunale Di Reggio Calabria, nell'ambito del progetto Scuola di Cittadinanzattiva, al quale il Presidio Rita Atria ha collaborato con la realizzazione di un laboratorio pomeridiano sul tema informazione ed ecomafie. Moderatore:Dott. Giovanni Stefani ,Giornalista ,Rai 3 Veneto Ore 21.00 Presso I.I.S.S. E. De Nicola, Via Parini, 10 - Piove Di Sacco

>>> Venerdì 16 Marzo

Occhi Di Maschio. Le Donne E La Televisione In Italia. Una storia dal 1954 ad oggi . Incontro-dibattito organizzato a Este dall'Associazione culturale Non solo Spettatori con l'autrice del libro omonimo :Daniela Brancati, giornalista Rai. Il libro è il primo tentativo di storia della televisione dal punto di vista dei vinti, cioè delle persone di buon gusto e di buon senso e delle donne; è una storia della società italiana attraverso la Rai e la Televisione. Este, Aula Magna Chiostro San Francesco ( ex Collegio Vescovile)-Via Garibaldi. Ore 21.00

"Donne e scienza", di Silvana Badaloni. Incontro all’ interno del Percorso di formazione: "Tra differenza e identità" sulla storia e la cultura delle donne. Aula Nievo del Palazzo del Bo, via 8 febbraio, 2 – Padova. Alle ore 17:00. Incontri ad ingresso libero.

Incontro/cena a sostegno del manifesto. L''incontro, che si inserisce nella ricca serie di eventi in programma in tutto il Paese per sostenere "il manifesto" nel momento più difficile della storia del giornale, si propone di raccogliere le quote necessarie alla sottoscrizione di abbonamenti al quotidiano che verranno regalati a Biblioteche pubbliche, RSU, Scuole. Il Circolo padovano de il manifesto ti invita nella “caldera” di Vicolo Pontecorvo1, Padova, alle ore 20, per una pantagruelica Cena Napoletana. Contributo minimo: 15 euro Prenotazioni e info:Patrizia, 334 7515209, Alessandro 328 9254183, Emilio 335 7291791

Stasera Nonescort Gruppo Polis organizza uno spettacolo di beneficenza per sostenere le sue attività a favore delle donne vittime di violenza. Un’occasione per divertirsi, ma anche per riflettere sulla situazione della donna in Italia. Con: Margherita Antonelli (Facciamo Cabaret, Zelig, Kalispera),Alessandra Faiella (Gialappa’s Band, Zelig, Markette), Rita Pelusio (Love Bugs, Zelig, Colorado Cafè Live),Claudia Penoni( Zelig).E la regia di Marco Rampoldi. Dalle ore 21.00, presso l’Alta Forum di Campodarsego, in p.tta Don Domenico Pianaro, n. 7. Biglietti-invito disponibili con donazione a partire da 15€. Per maggiori informazioni visitate il sito: http://www.gruppopolis.it/pagina.php?id=379.Oppure contattate:049 8900506 eventi@gruppopolis.it

>>> Sabato 17 Marzo

Corso di Gemmoterapia
La gemmoterapia è un metodo di cura naturale che utilizza prevalentemente parti di piante allo stato embrionale: gemme, germogli, radichette. Impiegare in modo opportuno le gemme equivale a utilizzare l'energia delle piante nel momento di massima potenzialità: la gemma è il concentrato dell'energia vitale degli alberi e degli arbusti. Dalle 9,30 alle 12,30.Sede Biolca, Battaglia Terme (PD) in via G. Marconi, 13. Relatore: Dino Bortoluzzi. Quota di partecipazione: Euro 70 per i soci (i non soci devono aggiungere la quota associativa di Euro 20 che dà diritto a ricevere il mensile Biolcalenda per un anno). Per la singola lezione la quota è di Euro 25. Per informazioni: 049/9101155 (Biolca) o 345 2758337 (Martina) o info@labiolca.it Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

"La donna e il mondo dell'occupazione a Padova: orientamento e ricerca lavoro" - con la dott.ssa Alessandra Stivali. Incontro all’ interno del ciclo "Immigrate o donne?" che tratta temi e problemi inerenti al mondo femminile, puntando l'accento sulla condizione delle immigrate organizzato da L'associazione “Beati i costruttori di pace”. Ore 15:00. Sede dei "Beati i costruttori di pace", via Antonio da Tempo, 2 - zona Stanga, Padova

Giornata di Confronto E Festa In Onore Della Donna Africana Evento organizzato da Le associazioni Unica Terra, Amici dei Popoli Padova le Missionarie Comboniane con la collaborazione delle Donne africane di Padova. Presso l’ex Fornace Carotta, Via Siracusa 61 a Padova. Dalle ore 15 alle ore 21,30. Ingresso libero

>>> Domenica 18 Marzo

"Benportante sposerebbe affettuosa". rappresentazione della commedia brillante di Emilio Caglieri organizzata da L'Associazione "Noi e il Cancro - Volontà di vivere", in collaborazione con il gruppo di animazione teatrale Upel.La regia è curata da Antonello Pagotto.Iniziativa patrocinata dal Comune di Padova. Ore 16:00. Centro culturale Altinate/San Gaetano ,via Altinate, 71 – Padova.Ingresso ad offerta libera. Per informazioni:Associazione "Noi e il Cancro - Volontà di Vivere"via Paruta, 32 - 35126 Padova,telefono 049 8025069, email associazione@volontadivivere.org sito www.volontadivivere.org

>>>Lunedì 19 Marzo

Pig Business - Il vero costo della carne a buon mercato di Tracy Worcester. Film- documentario all’ interno del CineCiclo UomoAmbienteSocietà che mostra come le multinazionali della carne impongono sistemi di allevamento intensivo e industriale in tutto il mondo, minando le economie rurali, la salute umana, l'equilibrio ambientale e il benessere degli animali. Ore 20.45 Sala barchessina c/o comune di Limena. Sarà presente M.Concetta Digiacomo dell' ISDE Italia - medici per l'ambiente, per approfondire, con chi vorrà fermarsi al termine della proiezione, le problematiche sollevate dal film, scambiarsi impressioni a caldo e rispondere alle domande sulle ricadute socio-ambientali e sul benessere animale della "industrializzazione" dell'allevamento animale. Ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

>>> Martedì 20 Marzo

"La memoria dell'acqua" Cortometraggio di Luigi Fornasier presentato dall’associazione Xearte e realizzato con il contributo del Consiglio di quartiere 5 Sud-Ovest. Il filmato propone le testimonianze e i ricordi dei "veci barcari" della zona di Paltana, miscelandole piacevolmente con riprese attuali e vecchie fotografie scattate quando il trasporto fluviale era in piena attività. Alle 21:00 Piccolo teatro Don Bosco, via Asolo, 2 – Padova. Per info: Associazione Xearte, telefono 335 1205298 email info@xearte.net

>>> Mercoledì 21 Marzo

"Crisi di mercato, crisi di diritti" - con Giovanni Palombarini, giudice emerito di Cassazione. Incontro all’ interno del ciclo "Per una società aperta al futuro" che affronta tematiche per superare le paure legate all'immigrazione e propone percorsi che aiutino a guardare con fiducia al futuro in un mondo che cambia. Ore 21:00. Sede dei "Beati i costruttori di pace", via Antonio da Tempo, 2 - zona Stanga, Padova


***************

CORSI, SEMINARI E MOSTRE – iniziative prossime e future

Edizione 2012 del Percorso di Formazione alla Mondialità con Gli Amici dei Popoli Padova. Da Gennaio a Settembre 2012. Un’opportunità per scoprire uno Stile di Volontariato caratterizzato dalla gratuità e dal servizio. Un’occasione d’incontro con l’altro con la possibilità di fare un’esperienza di conoscenza e condivisione di gruppo in un paese del Sud del Mondo ed in Italia. Gli incontri si tengono presso la parrocchia Gesù Buon Pastore, via Minio 19 (zona Arcella) 35134 PADOVA Orario degli incontri: Giovedì ore 20.45. Per info Tel. 049 600313 – 347.3498098 adp.padova@tiscalinet.it www.amicideipopolipadova.it. Quota di iscrizione € 15

marzo 2012 torna il corso AbitareBio5: costruire e vivere in modo sano, corso formativo che il Circolo di Legambiente Limena organizza ogni anno in collaborazione con il Comune. Quest’anno il corso raddoppia, offrendo due proposte formative distinte ma complementari: CASA SANA il 7 e 14 marzo 2012 su Cantiere e sistemi costruttivi, materiali e arredo, qualità dell’aria interna, misurazione degli inquinanti, effetti sulla salute e patologie domestiche, radon, elettrosmog, a cura dell’arch. Leopoldo Busa. CASA ENERGETICA il 21 e 28 marzo 2012 su fonti rinnovabili (sole, acqua, aria, terra), tecnologie, sistemi di condizionamento, impianti, riqualificazione energetica, materiali e soluzioni per il risparmio, a cura dell’arch. Stefano Bassan (Legambiente Limena). Per iscrizioni ed info: ufficio cultura del Comune di Limena (tel. 049.8844314; cultura@comune.limena.pd.it, http://www.comune.limena.pd.it/web/news-cultura-e-sport/items/programma-corsi-scapc-20112012.html.

dal 9 al 25 marzo 2012 - Mostra Fotografica Corpi Migranti: presso Sala della Gran Guardia - Piazza dei Signori Padova. Aperta Al Pubblico dalle ore 15 alle ore 19.Al mattino visite guidate per le scolaresche. Per prenotazioni tel e fax 049600313 mail adp.padova@tiscalinet.it. Per Informazioni sulla Mostra:tel0458092199 - mail info@museoafricano.org - www.museoafricano.org

Entro 23 marzo - Laboratorio di Arteterapia: il 24 marzo 2012 presso la sede del Centro Universitario di Padova, dalle ore 15 -18 si svolgerà un laboratorio Introduzione all'Arteterapia: in ascolto delle proprie disarmonie. I partecipanti realizzeranno un proprio lavoro utilizzando legno, sabbia, colori. In collaborazione con Monica Pasqualotto, Artista. Il laboratorio ha lo scopo di divulgare la cultura psicologica e quella arteterapica. Il tentativo è quello di favorire la creatività presente in ogni persona, fornendo un ambiente idoneo, e numerosi materiali espressivi. Come un artista i partecipanti cercheranno la propria ispirazione attraverso i materiali forniti. E' un laboratorio aperto a tutti, ulteriori informazioni e prenotazioni: annalisa.fabbri@ordinepsicologiveneto.it. Il costo del laboratorio è 40 euro + 8 euro di materiali. Sconti per piccoli gruppi, e per soci Legambiente. Il ricavato del laboratorio di Arteterapia viene destinato ai progetti istruzione sia per bambini sia per donne adulte in Mali (www.ProgettoDogon.org).L’organizzatrice del laboratorio si può occupare di fare il versamento a nome dei partecipanti che possono detrarre la loro quota come donazione.

Fairtrade Italia propone il nuovo grembiule indiano equosolidale Fairtrade disegnato da Olimpia Zagnoli. Il grembiule è prodotto in cotone equosolidale certificato proveniente dalla cooperativa indiana Agrocel, in collaborazione con Fairtraide. Per ogni contributo minimo di 10 euro a favore delle attività di Fairtrade Italia il grembiule verrà recapitato gratuitamente a casa – Per info https://fairtrade.fundfacility.it/


**********************************

Gli orari di Salvalarte

I volontari di Salvalarte da vari anni si impegnano nelle aperture di monumenti che altrimenti rimarrebbero inaccessibili.

Oratorio di Santa Margherita via San Francesco 51, chiuso per restauro riapertura a novembre orari di apertura: da martedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.00, lunedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 16.00 alle 18.00

Ponte romano di San Lorenzo chiuso per lavori.

Scuola della Carità via S. Francesco 61, orari di apertura: giovedì e sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00, venerdì dalle 16.00 alle 18.00.

Loggia Palazzo della Ragione solo aperture straordinarie.

Torre dell'orologio, piazza Capitaniato 19, venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.00, visite ogni 30 minuti con gruppi di massimo 10 persone

Reggia Carrarese via Accademia n.7, orari di apertura: giovedì venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.30

*************************

Iscriversi a Legambiente Padova è semplice

Potete venire nella nostra sede in Piazza Caduti della Resistenza n°6 (ex Piazzetta Toselli, capolinea autobus n°9) in orario d'ufficio (sabato e domenica chiuso).

Conto Corrente Postale: potete effettuare un versamento sul c/c postale n. 36037091 con causale: iscrizione 2012 a Legambiente e tipologia socio.

Bonifico Bancario: potete effettuare un versamento sul c/c bancario n. 100125 intestato a Legambiente Volontariato Padova, presso Banca Etica codice Iban: IT 07 Z 05018 12101 000000100125.

Carta di Credito: potete effettuare il versamento tramite carta di credito visitando il nostro sito internet

Quote associative: 10 euro Socio junior fino a 14 anni (riceve Jeyvia mail); 15 euro Socio giovane da 15 a 28 anni (riceve La Nuova Ecologia); 30 euro Socio ordinario (riceve La Nuova Ecologia); 30 euro Socio scuola e formazione (riceve La Nuova Ecologia e la newsletter Formazione Ambiente); 80 euro Socio sostenitore (riceve La Nuova Ecologia e il libro Ambiente Italia); 50 euro Tessera Collettiva per gruppi.

Iscriversi a Legambiente è vantaggioso: presentando la tessera di Legambiente 2011 in numerosi esercizi padovani si ottengono sconti.


Clicca qui per cancellarti dalla newsletter