Iscr. Reg. Trib. di Padova n. 1920 del 14/12/04
17/5/2012 Newsletter num 337 inviata a15001 iscritti

Dona il tuo 5 per 1000 a Legambiente

Primo Piano

Il 5 per mille a Legambiente


Con un semplice gesto puoi sostenere le attività del circolo locale di Legambiente. Per noi è un grande aiuto, a te non costa niente! Le testimonianze di due volontari.

Ambiente

Via S. Francesco : sabato sit-in per la ciclabilità diffusa


Legambiente, WWF e ASU danno appuntamento in via S. Francesco sabato 19 maggio, ore 11.30, per chiedere al Comune la realizzazione della ciclabilità diffusa e l'istituzione immediata del doppio senso di marcia per le bici nella via.

Democrazia Urbana

Abbracciamo l'Italia camminando


tella d’Italia passa da Padova il 26 e 27 maggio. Il suo obiettivo: camminare attraversando l’Italia spiritualmente e fisicamente, attraverso 5 cammini convergenti verso la città de L’Aquila. Ci si può aggregare per una o più tappe.

Cemento che ride

Il Tavello è salvo dalla tangenziale. Vieni a fare festa


Grazie ad una mobilitazione infaticabile, si accantona il progetto di far passare il tratto nord del GRAP attraverso la zona agricola del Tavello. Domenica 20 grande festa e presentazione di nuovi obiettivi, tra cui il Parco agro-paesaggistico Metropolitano.

Media e messaggi

Eco-editoria casalinga e Società per Azioni Felici


Troglodita Tribe S.p.a.f. (Società per Azioni Felici) e il suo “catalogo” di libri e libercoli realizzati con materiali di recupero: a metà tra artigianato e vera e propria creazione artistica, l'eco-editoria casalinga.

Succede in città

Quinto Conto Energia. Serata di informazione su rinnovabili e incentivi


All'alba del V Conto Energia, che andrà a modificare gli incentivi statali sulle rinnovabili, lo Sportello Energia organizza una serata di informazione. Durante l'incontro saranno toccati temi quali le energie rinnovabili, il risparmio energetico e i gruppi di aquisto solare (G.A.Solare), e saranno sciolti i dubbi sui nuovi incentivi. La partecipazione è gratuita, aperta a tutti e pensata in modo da coinvolgere dai più esperti ai nuovi interessati.

Giovedì 24 maggio, ore 21.00, saletta ex-Dazio, Riviera Paleocapa 98.

Per ulteriori informazioni scrivere a sportello.energia.pd@gmail.com.


Primo Piano

Il 5 per mille a Legambiente


D: Perché hai deciso di fare la volontaria a Legambiente?

A: Io ho conosciuto Legambiente nel 2007, quando - non ricordo come, forse da qualche volantino al Liviano - ho visto che c'era questo progetto, Salvalarte, che cercava volontari. Avevo passione per l'arte, interesse per l'ambiente e voglia di impegnarmi in un servizio... così ho cominciato. Non è che avessi scelto Legambiente come associazione, semplicemente, mi riconoscevo nella proposta. E tu?

D: Ci sono capitato per caso un anno fa, cercando esperienze di lavoro nel mondo del volontariato, e mi sono riconosciuto nel suo impegno a favore delle tematiche ambientali, che condivido pienamente. Personalmente appoggio richieste per la città quali una mobilità sostenibile ed efficiente, la valorizzazione partecipata del patrimonio artistico, una socialità vissuta più orizzontalmente – e raramente l’impulso ad agire viene dall’alto. Le associazioni ambientaliste hanno dalla loro per di più il lessico base per costruire un futuro davvero auspicabile, oggi più che mai in età di crisi economica ed ecologica. Per il resto, sono stati i volontari a convincermi a restare. È una risorsa incredibile avere un gruppo di lavoro che dona il proprio tempo e impegno solo per passione.

A: Anche io mi sono fermata soprattutto grazie ai volontari. E' normale che la passione per le cose sia contagiosa! Stare di turno al Ponte Romano, poi alla Sala della Carità... Il gruppo è sempre stato molto vario, e anche nelle escursioni (ne ricordo una piuttosto impegnativa ad Arzergrande e al Casone di Piove, con le bici) il clima che si respira è quello spontaneo di chi condivide un ideale e ha voglia di attivarsi per realizzarlo. Poi ho iniziato ad impegnarmi sul lato ambientalista in senso stretto, ma questo è venuto dopo, a partire dalla marcia per il clima di Milano. E tu? Com'è lavorare all'interno dell'associazione?

D: A Legambiente, al di là delle mansioni di ognuno (energia, mobilità, Salvalarte...), il lavoro da fare è sempre molto e vario, non ci si annoia mai: rapporti con il pubblico, manifestazioni, preparazione di striscioni e materiali, contatti con la stampa locale, ecc. Non è come un ufficio, vige l'auto-organizzazione, la collaborazione tra volontari e la creatività. Tu pensi che quello che facciamo con Legambiente sia utile?

A: “Pensare globalmente, agire localmente”, in Legambiente Padova, non è solo uno slogan: che cosa significa l'ho imparato proprio qui. Significa prendere contatto e dialogare con le istituzioni del territorio, intercettare bisogni e criticità, offrirsi alla gente con proposte concrete e creando la possibilità reale di cambiare qualcosa. Dal piccolo e poi nel grande: è così che il mondo migliora, non solo a parole.

D: E il 5 per mille?

A: Legambiente a Padova è forte e motivata, ha moltissimi soci e volontari attivi: sono loro che fanno la differenza, prima del 5 per mille. Forse, però, è proprio per questo che vale la pena donarlo. Non è un'elemosina, ma un riconoscimento importante a tutte queste persone che si spendono in prima persona e che chiedono solo di poter continuare a farlo e a fare una piccola differenza. E col sostegno di tutti, una piccola differenza può diventare molto grande. Tu che ne pensi?

D: Come sempre quando si fanno i conti con la realtà, le idee sono tante e le risorse mai infinite. E' per questo che un aiuto come il 5 per mille può essere fondamentale: anche chi non ci supporta attivamente e “sul campo” ha modo di farci sentire la sua presenza e il suo aiuto, che spesso ci è indispensabile. Le persone che ci sostengono sanno bene che stiamo tutti lavorando a un obiettivo comune, assieme.

 

Se vuoi donare il 5 per mille Legambiente Padova, clicca qui per sapere come fare. Il codice fiscale da inserire nella tua dichiarazione dei redditi è 92109710282.

Davide De Martini, Annalisa Scarpa - volontari Legambiente Padova


Ambiente

Via S. Francesco: sabato sit-in per la ciclabilità diffusa


Via San Francesco è la strada di Padova con più biciclette in assoluto. Ne passano più di 6.000 al giorno secondo i rilevamenti fatti per il Bici MasterPlan del Comune di Padova e durante il Giretto d’Italia - il campionato nazionale della ciclabilità urbana organizzato la settimana scorsa da dai comuni con Legambiente, Fiab e Città in Bici - ne sono state contate in solo due ore 1.500 (dalle 7.30 e le 9.30 del mattino). Ciononostante Via San Francesco sarebbe percorribile solo in un senso di marcia, perché c’è un senso unico nel tratto centrale della via.

Da anni denunciamo questa situazione di un senso unico disegnato a misura d’automobile quando solo il 5% dei transiti nella via sono compiuti da auto contro il 93% delle biciclette. Il Comune, nel Bici Masterplan, si è impegnato ad istituire un doppio senso di marcia per le biciclette, ma ad oggi si sta ancora aspettando il provvedimento, che sarebbe realizzabile subito con l’introduzione di alcuni cartelli che indichino il senso unico eccetto bici.

Per questo Legambiente, WWF e l’Associazione Studenti Universitari, invitiamo tutti a trovarsi in via San Francesco sabato 19 maggio alle 11.30 (angolo via S. Sofia) per chiedere al Comune di realizzare subito questo intervento già adottato in altre città italiane, e di espanderlo anche ad altre strade del centro storico (zona a “ciclabilità diffusa” ).

Fino a che questa assurda situazione non sarà risolta i ciclisti sono esposti al rischio di contravvenzioni o di problemi in caso di incidente. Se venisse istituito il doppio senso di marcia per le bici invece ci sarebbe una convivenza migliore tra gli utenti della strada e sarebbe più facile sensibilizzare al rispetto delle regole anche gli stessi ciclisti che troppo spesso si rifugiano nei marciapiedi.

Ieri in Comune è stata inoltre depositata una raccolta di firme sottoscritta da 25 esercenti della via che chiedono di formalizzare al più presto il doppio senso di marcia per le biciclette, come primo passo verso il riconoscimento ufficiale di via San Francesco come “Via delle biciclette di Padova” a cui potrebbero seguire iniziative promozionali della mobilità sostenibile da realizzarsi nel contesto di via San Francesco. Cristiano Amedei della libreria Minerva spiega così l’iniziativa: “Da anni ormai via San Francesco è stata progressivamente liberata dal traffico di attraversamento delle automobili e ora è arrivato il momento di permettere alle biciclette di percorrerla in entrambi i sensi di marcia.”

Sandro Ginestri - Coordinatore Legambiente Padova


Democrazia Urbana

Abbracciamo l'Italia camminando


Camminare per  incontrare e conoscere la realtà dei territori attraversati, in ascolto di associazioni ed istituzioni che condividono un desiderio di unione tra Nord e Sud, di legalità, di rispetto del territorio e delle sue peculiarità, ambientali, sociali e culturali. Stella d’Italia, idea di Antonio Moresco, promossa da “Il Primo Amore” e da un gruppo di volontari, è un grande spostamento a piedi, di menti e di corpi, per “ricucire con i nostri passi” un paese diviso e apparentemente incapace di esprimere energie nuove, attraverso cinque bracci che prefigurano una stella: già in movimento il braccio di Sud-Est, partito da Messina lo scorso 11 maggio; si partirà da Venezia il 25 maggio, da Genova il 27, da Santa Maria di Leuca il 2 giugno, ed infine da Roma il 30 giugno, per arrivare assieme a L’Aquila il 5 luglio.

Il braccio in partenza da Venezia segue fino ad Assisi, con piccolissime modifiche, la scansione delle tappe dei Cammini di Sant’Antonio e di Assisi, attraversando le città di Padova, Monselice, Ferrara, Bologna, la zona dei Gessi emiliano-romagnoli, e infine scavalcando l’Appennino Tosco-Emiliano verso Assisi, dove incontrerà il braccio in partenza da Genova. Assieme i due bracci cammineranno verso L’Aquila, mentre i due bracci del Sud, ricongiuntisi a Matera, la raggiungeranno lungo i sentieri del Tratturo Magno.

Il braccio di Nord-est,  dopo la tappa Venezia-Dolo, percorrerà le due tappe “padovane”: Dolo-Padova (26 maggio), e Padova-Monselice (27 maggio).

La tappa Dolo-Padova vedrà la partecipazione di Legambiente Padova, che guiderà i camminatori di Stella d’Italia lungo una delle poche aree verdi ed agricole ancora rimaste nel territorio sempre più urbanizzato di Padova, tra il Canale San Gregorio e il Canale Roncajette, per poi entrare nel cuore della città lungo il Canale Roncajette, la Golena San Massino, il Portello ed infine arrivare davanti al Municipio di Padova. L’appuntamento tra i camminatori di Stella d’Italia e i simpatizzanti di Legambiente è previsto per le 12,45 sull’argine San Gregorio nei pressi de l’Agriturismo la Scacchiera (per info visita la pagina www.legambientepadova.it/stella_italia). Durante il cammino verranno “raccontate”  le due iniziative Salviamo il Paesaggio e Per un Parco agro-paesaggistico metropolitano tra la Brenta e il Bacchiglione che si legano allo spirito di rispetto e valorizzazione dei territori che caratterizza il cammino di Stella d’Italia (per approfondimenti visita http://salviamoilpaesaggiopd.wordpress.com/ ). Ma per chi fosse interessato è possibile percorrere l’intera tappa del 26 fin dalla partenza a Dolo oppure quella del 27 verso Monselice.

Come partecipare? Scrivendo una mail a iscrizionistelladitalia@gmail.com, oppure telefonando a uno dei referenti indicati per i diversi bracci sul sito del progetto: www.camminacammina.wordpress.com  (per il Nord-est: Beatrice Bertolo 349 8786929; Maurizio Netto 335 7816416).

La partecipazione a Stella d’Italia non prevede alcuna tassa di iscrizione. E’ richiesta invece la quota assicurativa obbligatoria di 3 €, cui è possibile aggiungere donazioni di sostegno al progetto. La quota è valida per tutto il percorso, ed è possibile partecipare anche per una sola tappa, o in modo discontinuo. Vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti, ma si è cercato di mantenere le spese molto basse, nella speranza che gli ostacoli di tipo economico per i partecipanti si riducano al minimo, chiedendo, ove possibile, ospitalità presso palestre o altre strutture molto spartane.

Beatrice Bertolo, Stella d'Italia


Cemento che ride

Il Tavello è salvo dalla tangenziale. Vieni a fare festa


Grazie ad una mobilitazione costante e determinata di cittadini, associazioni, comitati e istituzioni locali, durata più di dieci anni, contro il progetto di una nuova strada a scorrimento veloce, oggi possiamo festeggiare lo stralcio del tratto nord del Grande Raccordo Anulare di Padova che avrebbe dovuto attraversare la Zona di Protezione Speciale e Sito di Interesse Comunitario del “Tavello”. Ci piacerebbe che questa vittoria del buon senso, che per una volta ha visto prevalere il rispetto delle regole, figlia dell’impegno e della partecipazione popolare contro un progetto che sin dall’inizio si è voluto presentare come indispensabile e insindacabile, fosse di buon auspicio ed incoraggiamento per le tante altre mobilitazioni a salvaguardia del territorio tuttora in corso.

Domenica 20 maggio, associazioni e comitati del territorio, comune di Limena, società sportive e singoli cittadini promuovono TAVELLO E’ …, una grande festa all’aria aperta diffusa su tutta l’area del Tavello, per fruire e godere di uno dei più bei paesaggi agresti dell’area periurbana in ambito golenale: dalle 09.00 alle 19.00 tantissime attività e occasioni di svago e divertimento: visite guidate al Giardino Romantico di Villa Trieste, escursioni guidate in bicicletta, passeggiate a cavallo, tour il trenino tavello express, nordic walking, gara nazionale di canoa slalom, giochi nel verde, laboratori per bambini, esibizioni di musica acustica nelle corti, stand gastronomici, concerto serale dei Microguagua e tanto, tanto altro… Si concretizza così lo slogan “Un Tavello per tutti”, che il Coordinamento NO-GRA ha lanciato all'inizio di questa battaglia.

Per il circolo legambiente di Limena, presente con un suo banchetto informativo per tutta la giornata, sarà un ulteriore occasione per far conoscere le proprie idee su sviluppo e mobilità sostenibile, tra cui l'appello – appogiato da un’altra ventina di associazioni ambientaliste, culturali e degli agricoltori – per la formazione di un “parco agricolo e paesaggistico metropolitano” tra i fiumi Brenta e Bacchiglione, al fine di riqualificare paesaggisticamente, economicamente e socialmente questa e le tante altre aree non edificate dell’area metropolitana, superandone la frammentazione, valorizzando le presenze storico-agro ambientali, favorendo la riconversione all’agricoltura biologica e di qualità. Un progetto per ricostruire il paesaggio, salvaguardare le aree agricole dal consumo di suolo non giustificato da bisogni reali e per rilanciare l’economia attraverso l’agricoltura urbana e periurbana che veda il coordinamento di tutti i comuni dell’area metropolitana e il coinvolgimento di cittadini e associazioni del territorio: questo anche attraverso un corretto e coerente utilizzo di quegli strumenti urbanistici di strategia e programmazione sovracomunale già esistenti, come il PATI e il PTRC, e creando la massa critica adeguata per accedere anche a risorse comunitarie.

Sul futuro dell’area del Tavello si terrà un convegno, dalle ore 09.30 alle 12, dove come circolo locale abbiamo ritenuto opportuno illustrare il progetto del parco agro paesaggistico metropolitano con l’intervento di Sergio Lironi presidente onorario Legambiente Padova ed autorevole promotore del progetto stesso. Sono inoltre previsti gli interventi del prof. Luigi D’Alpaos, ordinario di idraulica università di Padova e della prof.ssa Maria Rosa Vittadini, docente di tecnica e pianificazione urbanistica IUAV Venezia. Sede: villa Pacchierotti, all’interno dell’area del Tavello, domenica 20 maggio ore 09.30


Legambiente Volontariato Limena Onlus


Media e messaggi

Eco-editoria casalinga e Società per Azioni Felici


Di libri si parla molto, soprattutto in questo periodo di Festival e Saloni come quello di Torino. Si parla perciò di inflazione della proposta letteraria. E quindi la domanda sorge spontanea: la produzione editoriale è davvero sostenibile? Non proporremo qui riflessioni sociologiche o di mercato, ma soltanto una risposta creativa al problema: Troglodita Tribe. Il motto? “Fatti i libri tuoi!

Duo (Fabio e Lella) che si dedica alla diffusione del credo vegano e della sostenibilità ambientale, Troglodita Tribe “Società per Azioni Felici” trae il nome dal film Delicatessen. Di loro ha parlato, recentemente, il mensile Terra Nuova nel numero dedicato alla scelta vegana (trovate l'articolo qui). Noi abbiamo visto le loro creazioni a Modena, al Festival della piccola e media editoria, il Buk, che si è svolto nel febbraio scorso. Voi potete trovarli sul loro sito, da cui sono tratte anche tutte le citazioni grazie alle quali vi raccontiamo il progetto.

Quello che colpisce, di questi libri, libelli e libroidi – a dirla con le loro parole - è l'apparenza originale: piccole creazioni artistiche, uniche per forza di cose, che scardinano il nostro modo di leggere la quotidianità. La differenza rispetto a molti tentativi di riciclo creativo è che, in questo caso, la stessa interazione tra supporto e testo genera senso. Troglodita Tribe non si limita a riusare e decrescere, ma punta anche a generare nuovo significato proprio a partire dal materiale riutilizzato. Il biglietto del tram milanese diventa la grafica distintiva della collana “Atipici Testi Misti”: manifesti di poetica come Arte Tosta Micidiale e storie assurde come Assaltatori Testadura Mendicanti e poi testi che dialogano con l'attualità come Biglietto per il Paradiso, un paradiso dove il permesso di soggiornoè richiesto. Reinterpretare la realtà con libri ironici e utopici. Ancora, titoli come Dichiarazione di felicità permanente o Dizionarietto d'amore esagerato, che possono essere acquistati o, in alcuni casi, ottenuti per un'offerta libera o col “baratto di cibo bio-vegan”.

I loro autori ci credono davvero. Parlano di “originalità pop-letteraria” e così si raccomandano ai lettori i loro libelli: “Dategli corda e faranno rete, faranno branco, faranno meravigliosi sentieri nel bosco”. In effetti, “qualunque sia il loro contenuto, sono sempre un messaggio ecologico”. E chi non volesse acquistarli, li faccia da sé, o nei laboratori proposti proprio dai “Trogloditi” stessi, oppure a partire da una pubblicazione più tradizionale come l'opuscolo di Altreconomia, Farsi un libro con gli scarti. E poi lasciatevi travolgere dall' “invito vibrante a cominciare subito a scrivere in libertà, a ritagliare pagine, a truccare immagini, ad immaginare tutte le storie del mondo che ballano belle sotto le stelle”.

Annalisa Scarpa - Redazione di Ecopolis


Succede in città


>>> giovedì 17 maggio

Tra cemento e rifiuti: verso un nuovo paesaggio. Incontro con: Giuseppe Salvagiulo, giornalista de La Stampa e coautore del libro “La colata”; Ezio Orzes, assessore all’Ambiente del Comune di Ponte nelle Alpi (BL): il Comune più “riciclone” d'Italia; Daniele Todesco – presidente dell’associazione “Valpolicella  2000” di Fumane (VR); videointervento di Gustavo Mazzi ,presidente ISDE - Medici per l'Ambiente  sezione di Pordenone; contributo di Oddone Longo ,presidente dell'Accademia Galileiana di Padova. Complesso monumentale San Paolo, Monselice, ore 20.45.         

>>> venerdì18 maggio

"Migrazioni e violenza di genere", di Franca Bimbi. Incontro all’ interno di un percorso formativo sulla storia e la cultura femminile. Aula Nievo del Palazzo del Bo, via 8 febbraio, 2 – Padova. Ore 17:00. Coordinatrice dell'iniziativa è la prof.ssa Saveria Chemotti, delegata per la cultura e gli studi di genere. Ingresso libero.

Il Veneto Che Si Arrabbia, Protesta E Propone Alternative Per Un Territorio In Pericolo - Presentazione de: L’Atlante dei conflitti territoriali Incontro-dibattito con: Luigi Lazzaro - presidente Legambiente Veneto, Angelo Mancone – segreteria regionale Legambiente  Veneto , Francesco Miazzi – Comitato “Lasciateci Respirare” e consigliere comunale di Monselice; coordina: Flores Baccini, presidente del Circolo Legambiente di Este. Sala comunale di Vicolo Mezzaluna (dietro Municipio), Este. Ore 21:00. 

Cena dei Diritti per i diritti di Noi-Altri e degli altri da noi. Organizzata e a sostegno di Emergency,  si terrà alle ore 20.00 presso il Parco Iride a Vigodarzere. Per i diritti: alla salute e alla pace, alla legalità, a difesa dei soprusi, alla sovranità alimentare e contro l’accaparramento delle terre altrui, all’uguaglianza nei diritti, per la libertà d’ informazione. Antipasto, primo, secondo, dolce, vino, acqua ,caffè. Contributo per la cena 20€. Per Info e Prenotazioni: Anna 3395814314 Daniela 3492120280 Michele 3486703374 emergencypadova@hotmail.it

>>> sabato 19 maggio

Sit in per la ciclabilità diffusa Legambiente, WWF e ASU invitano  tutti  a trovarsi in via San Francesco alle 11.30 per chiedere al Comune di realizzare subito il doppio senso di marcia per le bici in via S. Francesco; un’ intervento già adottato in altre città italiane ed realizzabile anche ad altre strade del centro storico (zona a “ciclabilità diffusa” ). Anche i commercianti della via sono favorevoli e hanno consegnato una raccolta di firme in Comune.

Giornata formativa dedicata all'operato delle forze dell'ordine locali. Dalle 9:15 alle 13:30 a Padova, presso la sala conferenze di Banca Etica, in via Tommaseo 7, la prefettura e i rappresentanti della Guardia di Finanza, della DIA, della Questura e dei Carabinieri presenteranno le modalità operative delle principali operazioni svolte, e gli strumenti per il contrasto alla criminalità organizzata impiegati. Introducono i lavori l'assessore Claudio Piron, coordinatore regionale di Avviso Pubblico, e la prof.ssa Ines Testoni, docente di Psicologia Sociale e direttrice del Corso. Per informazioni e contatti: 347086421, padova@libera.it

Festival di Teatro di strada e musica al Portello. Carichi In Strada Seconda edizione del concorso dedicato all’ arte di strada con Circo Carciofo, Limen Teatro e Otto il Bassotto. A seguire concerto di Juntam que tocam e Djolibè Djembè. Via Portello. Ore 16:30.

Presentazione del nuovo libro di Giovanni Rattini “E' il colmo...”Alle ore 17,30, nella Bottega del Mondo di Riviera Tito Livio, Giovanni Rattini presenta il suo ultimo libro, E' il colmo..., i cui proventi sono destinati all'associazione malattie reumatiche del bambino "Il Volo", che opera a Padova nel reparto di pediatria.

>>> domenica 20 maggio

Festa di Chiusura e  premiazione del Concorso “Colori e voci dell’acqua” promosso dai Consorzi di Bonifica Adige-Euganeo e Bacchiglione e dai Circoli Legambiente di Piove, Este e Padova, con visita guidata all’impianto. ore 9.30-12, presso l’Impianto  idrovoro di Santa Margherita di Codevigo. 12.30: trasferimento all’Oasi di Ca’ di Mezzo, pic nic (pranzo al sacco) nell’oasi e visita guidata della stessa a cura di Federica di Legambiente (ore 15-16.30 circa) Partenza Dalla Piazza Maggiore Di Este Alle Ore 8.15 - L’ Iniziativa E’ Aperta A Tutti – Per Adesioni Inviare E-Mail A: Legambiente.Este@Alice.It  o chiamare il  3407678356.

Festival di Teatro di strada e musica al Portello. Carichi In Strada Seconda edizione del concorso dedicato all’ arte di strada con Eden Ironique , Lorenzo Meid Pagani e Collectif Les Arcans . A seguire concerto con Di. Ples. Via Portello. Ore 16:30.

Brindisi antispeculativo con la partecipazione della popolazione interessata come fermare la speculazione finanziaria con la Robin Hood tax dress code: abito verde e cappello da arciere. Nell'ambito della settimana mondiale (15-22 maggio) di mobilitazione per una tassa sulle transazioni finanziarie (FTT o Robin Hood Tax) La Costigliola e Banca Etica propongono un momento di conviviale sensibilizzazione sulle pratiche di speculazione finanziaria. Ore 11.00 - laboratorio "costruiamo il nostro cappello da Robin Hood", ore 12.30 - brindisi antispeculativo, con un calice di vino "incipit" de La Costigliola e il cappello..., ore 13.30 - buffet bio a pagamento e su prenotazione (3358024912) € 15 (bibite escluse). Az agricola La Costigliola Via Rialto, 62 –Rovolon (Pd).

>>> lunedì 21 maggio

Una serata per assaggiare e conoscere il riso jasmine Nell’ambito della campagna “IO.EQUO”, alle 20,30 nella sala Card. Callegari, via Curtatone e Montanara, 4 (Padova), Angoli di Mondo incontrerà Boonjira Tanruang, direttrice della cooperativa thailandese Green Net, che dal 1994 promuove pratiche agricole e commerciali etiche e rispettose dell’ambiente. Sarà allestito un buffet di assaggi a base di riso in compagnia della gradita ospite.

Proiezione del film... “Langhe doc: storie di eretici nell'Italia dei capannoni” di Paolo Casalis. Quinto ed ultimo appuntamento del CineCiclo UomoAmbienteSocietà. Sala barchessina c/o comune di Limena ore 20.45. Sarà presente Paolo Rigamo, coordinatore del Gruppo di Iniziativa Territoriale dei soci di Banca Etica, per approfondire, con chi vorrà fermarsi al termine della proiezione, le problematiche sollevate dal film, scambiarsi impressioni a caldo e rispondere  alle domande sui tanti esempi concreti di "un'altra economia", al servizio delle persone e amica dell'ambiente. Ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Si raccomanda la puntualità.      

Blues Onde Piovego in Golena di San Prosdocimo, Via San Massimo 137 Padova, a bordo della Delta Nova, imbarcazione elettrica ecologica, attraccata al pontile. Evento organizzato da Gli Amissi del Piovego. Programma: Musica acustica, Visita guidata al sistema difensivo cinquecentesco(portare pila e stivali),Vogata alla veneta in barca per una vista fluviale della golena, Drink & Food (ma niente rifiuti: venite con il vostro bicchiere!), Golena naked: per una Golena nuda e cruda così com'è, senza bisogno di Palaspritz, nel pieno rispetto della quiete sociale.. Anche in caso di maltempo. E’ richiesto un contributo di euro 10,00 a testa per copertura spese e manutenzioni. Informazioni e adesioni: Maurizio Ulliana info@amissidelpiovego.it, cell. 3487077807.Obbligatoria la prenotazione. Posti limitati.

>>> martedì 22 maggio

Il teatro Verdi ospita lo spettacolo Ora di Vivere, presentato dal Comune di Padova e promosso dai settori Ambiente e Cultura. Prendendo spunto da un testo di Loredana D'Alesio, lo spettacolo mette in scena l’uomo dei nostri tempi affrontando il problema dell’inquinamento ambientale dal punto di vista di chi in quell’ambiente ci dovrà vivere e che ha tutta l’intenzione di farlo con serietà e passione. In scena, dopo il successo della scorsa edizione, giovanissimi attori e artisti professionisti: MAURIZIO CAMARDI “RADIOMONDO”, l'ensemble musicale diretto da Maurizio Camardi (sassofoni, duduk, flauti etnici) e composto da: Patrizio Fariselli al pianoforte, Fausto Beccalossi alla fisarmonica, Danilo Gallo al contrabbasso, U.T. Gandhi alla batteria e Federico Sanesi alle percussioni.  Ospite speciale della serata il GRANDE TROMBETTISTA PAOLO FRESU.  I giovani attori del LABORATORIO TEATRALE DEL LICEO “A.CORNARO” di Padova sotto la regia di Alberto Riello. In collaborazione con Scuola di Musica “Gershwin” e AcegasAps.
Da venerdì 18 maggio è possibile ritirare i biglietti  (massimo due biglietti a persona, fino ad esaurimento) presso Ufficio Relazioni con il Pubblico - Palazzo Moroni, via del Municipio n.1 e via Oberdan Tel 049/8205572. (Orario: lunedì  e mercoledì dalle 8:45 alle 13:00, martedì dalle 8:45 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:00). Lo spettacolo è gratuito.

>>> mercoledì 23 maggio

Proiezione del film...“E L’uomo Creò Satana” di Stanley Kramer - USA - 1960 - 127'  nell’ ambito della 2a rassegna cinematografica La Storia, il Pensiero, l’Individuo. Sala Fronte del Porto Via S. Maria Assunta, Padova. Ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti.

>>> giovedì 24 maggio

Lo Sportello Energia in una serata di informazione su rinnovabili, incentivi e risparmio energetico. All'alba del V Conto Energia, che andrà a modificare gli incentivi statali sulle rinnovabili, lo Sportello Energia organizza una serata di informazione. Durante l'incontro saranno toccati temi quali le energie rinnovabili, il risparmio energetico e i gruppi di aquisto solare (G.A.Solare), e saranno sciolti i dubbi sui nuovi incentivi. La partecipazione è gratuita, aperta a tutti e pensata in modo da coinvolgere dai più esperti ai nuovi interessati. Ore 21.00, saletta ex-Dazio, Riviera Paleocapa 98. Per ulteriori informazioni scrivere a sportello.energia.pd@gmail.com.

 

 

***************

CORSI, SEMINARI E MOSTRE – iniziative prossime e future


19-20 maggio, 26-27 maggio

Festival di Teatro di strada e musica al Portello Nato dalla collaborazione tra  le associazioni culturali Progetto Portello e Carichi Sospesi. Durante lo  svolgimento del festival avrà luogo la seconda edizione di Carichi In Strada, concorso finalizzato alla promozione e produzione dell’ arte di strada. Il concorso selezionerà un lavoro teatrale per la prossima edizione del festival La Luna nel Pozzo di Caorle. Le rappresentazioni teatrali saranno seguite da sessioni di musica popolare dal vivo. Partecipazione gratuita. Via del Portello. Dalle 16:30 in poi.

Bando di selezione artisti - Traversata del Solstizio d'estate 24 Giugno 2012. L'Associazione Culturale Totem di Este (PD), le compagnie teatrali MenTalmente Instabile e Via Rosse, i gruppi musicali Malazeta e Calicanto, le associazioni La Vespa ed Euganea Movie Movement, gli amici dei Samizdat in occasione della "Traversata del solstizio d'estate 2012", dedicata quest'anno alla figura di Aldo Pettenella nel decennale della sua scomparsa, selezionano opere artistiche da installare lungo il percorso che si snoderà lungo i sentieri dei Colli Euganei nell'ormai consueto tragitto da Este a Bastia. Maggiori informazioni su http://associazionetotem.blogspot.it/2012/02/bando-di-selezione-artisti.html

 




**********************************

Gli orari di Salvalarte

I volontari di Salvalarte da vari anni si impegnano nelle aperture di monumenti che altrimenti rimarrebbero inaccessibili.

Oratorio di Santa Margherita via San Francesco 51, orari di apertura: da martedì a sabato dalle 10.00 alle 12.00; da lunedì a sabato dalle 16.00 alle 18.00 (orario invernale*), dalle 16.30 alle 18.30 (orario estivo*).

Ponte romano di San Lorenzo Piazza Antenore, orari di apertura: sabato mattina dalle 10.00 alle 12.00; sabato pomeriggio dalle 16.00 alle 18.00 (orario invernale*), dalle 16.30 alle 18.30 (orario estivo*). ATTENZIONE: momentaneamente chiuso per lavori; apertura prevista a maggio. Contattare Legambiente per verificare la fine dei lavori di restauro e la riapertura del monumento.

Scuola della Carità via S. Francesco 61, orari di apertura: giovedì e sabato dalle 10.00 alle 12.00; giovedì, venerdì e sabato dalle 16.00 alle 18.00 (orario invernale*), dalle 16.30 alle 18.30 (orario estivo*).

Torre dell'orologio piazza Capitaniato 19, orari di apertura: mercoledì, venerdì e sabato dalle 10.00 alle 11.30, visite ogni 30 minuti con gruppi di massimo 10 persone.

Reggia Carrarese via Accademia n.7, orari di apertura: mercoledì, venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.30.

* Periodo invernale: 1/11 > 30/4. Periodo estivo: 1/5 > 31/10

 

*************************

Iscriversi a Legambiente Padova è semplice

Potete venire nella nostra sede in Piazza Caduti della Resistenza n°6 (ex Piazzetta Toselli, capolinea autobus n°9) in orario d'ufficio (sabato e domenica chiuso).

Conto Corrente Postale: potete effettuare un versamento sul c/c postale n. 36037091 con causale: iscrizione 2012 a Legambiente e tipologia socio.

Bonifico Bancario: potete effettuare un versamento sul c/c bancario n. 100125 intestato a Legambiente Volontariato Padova, presso Banca Etica codice Iban: IT 07 Z 05018 12101 000000100125.

Carta di Credito: potete effettuare il versamento tramite carta di credito visitando il nostro sito internet

 

Tipologie di tessere 2012

· SOCIO JUNIOR fino a 14 anni (nati dal '98 in poi) - riceve "Jey" via mail - 10 €

·  SOCIO GIOVANE da 15 a 28 anni (nati dal 1984 al 1997) - 15 €

·  SOCIO ORDINARIO - con abbonamento a "La Nuova Ecologia"- 30 € - Socio Ordinario senza abbonamento a "La nuova Ecologia" -  20 €

·  SOCIO SCUOLA E FORMAZIONE - con abbonamento a  "La Nuova Ecologia" e newsletter elettronica "Formazione Ambiente"- 30 € - Socio Scuola e Formazione senza abbonamento a "La nuova Ecologia" - 20 €

·  SOCIO SOSTENITORE - riceve "La Nuova Ecologia" e il volume "Ambiente Italia" - 80 € - Socio Sostenitore senza abbonamento a "La nuova Ecologia" - 70 €

·  TESSERA COLLETTIVA* - con abbonamento a  "La Nuova Ecologia"  - 50 € - Tessera Collettiva* senza abbonamento a "La nuova Ecologia" -  40 €

* I soggetti collettivi non possono fare tessere diverse da quella collettiva; in caso contrario la quota andrà come donazione.

 

Iscriversi a Legambiente è vantaggioso: presentando la tessera di Legambiente 2012 in numerosi esercizi padovani si ottengono sconti.


Clicca qui per cancellarti dalla newsletter