Iscr. Reg. Trib. di Padova n. 1920 del 14/12/04
21/6/2012 Newsletter num 342 inviata a 15044 iscritti


Ci scusiamo con i nostri Lettori per i problemi di spedizione occorsi nei numeri 340 e 341 della newsletter, dovuti a cause tecniche indipendenti dalla nostra volontà.

Dona il tuo 5 per 1000 a Legambiente

Primo Piano

L'Oratorio di Santa Margherita riapre al pubblico


Terminato il restauro dell'oratorio Santa Margherita in via San Francesco, il gruppo Salvalarte invita a festeggiare assieme ai restauratori la sua “restituzione”, sabato 23 giugno alle ore 17.30. Di seguito la presentazione del monumento.

Ambiente

4° Festambiente della Saccisica


Il circolo Legambiente L’Arca di Noè di Piove di Sacco (PD) organizza la quarta edizione di Festambiente. Proposti momenti di svago (da giochi per bambini ad un grande stand gastronomico), culturali (film, musica, spettacoli), incontri e dibattiti su sostenibilità e stili di vita.

Democrazia Urbana

Il futuro del "Porta a porta" (e degli inceneritori)


La raccolta differenziata “Porta a Porta” si estende al quartiere 4. Legambiente, che supporta il passaggio al nuovo metodo con decine di punti informativi nei quartiere, ha intervistato l’Assessore all’Ambiente Zan.

Cemento che ride

Anello ciclabile dei Colli Euganei: i problemi non sono finiti


Dopo anni la Provincia di Padova apre finalmente la nuova pista per biciclette che si snoda attorno ai Colli Euganei. Ancora troppi però i problemi da risolvere: attraversamenti pericolosi, poca sicurezza e scarsa segnaletica per i cicloturisti.

Media e messaggi

Rio +20, vertice internazionale sullo sviluppo sostenibile


Tra i molti canali di informazione da cui è possibile monitorare i risultati del vertice internazionale, ve ne segnaliamo alcuni, tra cui il diario aggiornato giornalmente dal Sen. Ferrante, presente a Rio, di cui riportiamo un articolo.

Succede in città

El Tamiso in festa!


La Coop. Agricola El Tamiso organizza per sabato 22 e domenica 23 giugno due giorni di festa e musica, incontri e dibattiti sul biologico, presso l’Az. Agr. La Costigliola a Rovolon, Padova.

Durante il solstizio d’estate verranno proposti riti legati alla tradizione contadina come la mietitura e la trebbiatura a mano, si accenderà il tradizionale fuoco di S. Giovanni e si raccoglierà la rugiada per poi impastare la pasta madre. Seguiranno incontri e dibattiti che riguardano il mondo del biologico e della biodiversità. Sabato sera musica non stop per giovani e non solo. Domenica attività per bambini, famiglie e simpatizzanti come la passeggiata con gli asini o la biciclettata, botteghe d’arte e giochi dimenticati.

Servizio di ristorazione biologica e spuntini al bar per tutta la durata dell’evento.

Per saperne di più contattate La Costigliola 049 9903221, visitate il sito www.lacostigliola.org oppure venite alla conferenza stampa mercoledì 20 giugno presso il banchetto de El Tamiso al mercato di Piazza delle Erbe alle 11:30.

Invito rivolto a tutti coloro che credono nella possibilità di un’economia sostenibile nel rispetto dell’ambiente e del lavoro dell’uomo.


Primo Piano

L'Oratorio di Santa Margherita riapre al pubblico


In via San Francesco – una delle strade più antiche di Padova – al numero civico 51, all’intersezione con il vicolo Santa Margherita sorge una piccola chiesetta dedicata a Santa Margherita di Antiochia, significativa, benché poco conosciuta, testimonianza dell’arte veneta del Settecento.

Chi cammina lungo il lato opposto della strada, scorge innazittutto l’armoniosa facciata dell’oratorio di Santa Margherita, realizzata in candida pietra d’Istria nel 1748 da Tommaso Temanza, architetto veneziano allievo di Morgagni e di Poleni.  Soffermandosi, ne coglie immediatamente la struttura architettonica sobria e rigorosa,  – la prima,  incompresa,  anticipazione del neoclassicismo a Padova – ornata da quattro statue che, poste sulla sommità della chiesetta, rappresentano le quattro virtù cardinali (prudenza, giustizia, fortezza e temperanza).

Se il visitatore, concedendosi un po’ di tempo, entra nell’oratorio, potrà ammirare pregevoli opere scultoree e pittoriche disposte in un’articolazione coerente entro le linee architettoniche dell’edificio. Tele e affreschi rispecchiano, nella composizione delle figure e nella resa della luce, le peculiarità della scuola settecentesca veneta che ha  i suoi principali esponenti  in Tiepolo, Ricci e Piazzetta. Alcune di queste opere rievocano la storia di Santa Margherita di Antiochia, martire cristiana vissuta tra il  III e il IV secolo d.C., particolarmente venerata in età medievale. Notiamo che l’immagine della santa è associata a un drago, allusione a un episodio che, secondo la tradizione, la vide protagonista: la giovinetta, chiusa in un carcere in attesa del martirio, affrontò e  sconfisse -  grazie alla sua profonda fede  - il demonio,  apparso sotto forma di drago. Per questo il drago è attributo specifico di Santa Margherita di Antiochia.

L’attuale aspetto dell’oratorio di Santa Margherita è frutto di una integrale ristrutturazione eseguita nel Settecento su commissione della nobile famiglia veneziana dei Gradenigo che esercitava il giuspatronato sul tempietto. In realtà le sue origini sono  più antiche: infatti, nel 1198 la chiesetta fu fondata dai monaci di San Cipriano di Murano e divenne un importante centro religioso per l’area circostante, prima della costruzione della chiesa di San Francesco. Nel 1808, a seguito delle soppressioni napoleoniche, l’oratorio fu chiuso. Nel 1852  fu restaurato, riaperto al pubblico e donato alla parrocchia di San Francesco per intervento di una devota  benefattrice, Anna Zago.

L’oratorio, chiuso di nuovo, fu riaperto al pubblico dai volontari di Salvalarte a partire dal 1997.  Ma subito apparve evidente la necessità di un restauro poiché infiltrazioni d’acqua avevano danneggiato pesantemente le opere pittoriche. Grazie alla generosità del Lions Club Padova Gattamelata e alla sapiente opera del restauratore Vanni Tiozzo furono restaurate, tra il 2008 e il 2011, quasi tutte le tele (Gloria di Santa Margherita, Condanna di Santa Margherita, Martirio di Santa Margherita). Tra il 2010 e il 2012 gli allievi dell’Istituto Veneto per i beni culturali,  hanno provveduto con passione e competenza, al restauro degli affreschi che decorano le pareti e il soffitto dell’oratorio (tra cui l’Apoteosi di Santa Margherita).

L’ultimo restauro è terminato pochi mesi fa, perciò sabato 23 giugno 2012 alle 17.30 Salvalarte festeggia, assieme ai restauratori, la “restituzione” dell’Oratorio di Santa Margherita.

L’appuntamento prevede un concerto del quartetto Archiatri, seguito da una recita di poesie e da un rinfresco. Attenzione, la disponibilità per l'evento è limitata fino a esaurimento posti. Naturalmente i volontari saranno a disposizione di quanti siano interessati a visitare il monumento.

Orari di visita estivi:
Lunedì ore 10-12, da Martedì a Sabato ore 10-12 e 16.30-18.30. Chiuso la settimana di Ferragosto. Per l'estate è preferibile contattare Legambiente prima della visita: salvalarte@legambientepadova.it, tel. 0498561212.

Nota di Redazione: Avvisiamo i nostri Lettori che la Difesa del Popolo in edicola da domenica dedica un approfondimento di 2 pagine al circuito Salvalarte. Copie della Difesa saranno in distribuzione sia durante l'evento di inaugurazione dell'Oratorio di Santa Margherita, sia presso la sede di Legambiente Padova in Pz. Caduti della Resistenza, 6. Ricordiamo infine la convenzione per i soci di Legambiente per avere l'abbonamento annuale al settimanale con sconto del 27%. Vedi qui.

Silvia Rampazzo - gruppo Legambiente Salvalarte


Ambiente

4° Festambiente della Saccisica


Il circolo Legambiente L’Arca di Noè di Piove di Sacco (PD) organizza la quarta edizione di Festambiente. Proposti momenti di svago (da giochi per bambini ad un grande stand gastronomico), culturali (film, musica, spettacoli), incontri e dibattiti su sostenibilità e stili di vita.

I temi conduttori di quest’anno sono:

LAVORO: le implicazioni sul tessuto sociale dovute ai cambiamenti in atto per la perdita/mancanza di posti di lavoro;
DISABILITA’: a continuazione di un percorso già iniziato dal Circolo a favore di una sensibilizzazione dei cittadini e delle Istituzioni verso le persone con disabilità fisiche;
PACE: a 20 anni dall’inizio del conflitto in Bosnia, parliamo di pace e solidarietà.

Tra gli eventi, cinema, spettacoli musicali, spettacolo di danze popolari, ristorazione con piatti della cucina tradizionale e vegetariana, dibattiti, mercatino del biologico e banchetti delle Associazioni, mostre.

Festambiente è:
BIO&BUONO stand gastronomico con prodotti alimentari biologici e/o di qualità (con provenienza indicata).
ACQUA DI TUTTI distribuzione gratuita dell’acqua naturale da rubinetto, in quanto bene comune.
ECOLOGICA riduzione dei rifiuti mediante l’uso di piatti e posate in Mater-Bi, realizzate con pasta di mais e quindi biodegradabili.
A EMISSIONI ZERO con certificazione AzzeroCO2: le emissioni di CO2 provocate dalle attività “energetiche” della Festa saranno azzerate attraverso il finanziamento di un progetto di forestazione nel Parco Regionale del Delta del Po Veneto. L’area di intervento si estende per una superficie di circa 5 ettari ed è situata nel territorio del Comune di Ariano nel Polesine (RO) in località Grillara. La stima dell’assorbimento complessivo di CO2 nell’arco del ciclo di vita del bosco è pari a circa 3.862 tonnellate. Per info: Legambiente, Circolo “L’Arca di Noè” della Saccisica via Castello, 12 – Piove di Sacco (PD) – cell. 340.4881745

legambientepiove@libero.it – www.legambientepiove.it

21-22-23-24 Giugno 2012 presso l’area del patronato parrocchia S. Anna di Piove di Sacco (PD). Dalle ore 19.00 a mezzanotte.

Per il programma dettagliato clicca qui.

Circolo Legambiente della Saccisica


Democrazia Urbana

Il futuro del "Porta a porta" (e degli inceneritori)


L’anno scorso l’avvio del sistema “porta a porta” a Camin ha portato in quel rione la raccolta differenziata dei rifiuti ad oltre il 75%, contro il 42% delle media cittadina. Quest’anno quando e dove si estenderà il porta a porta?

“Sono previste le fasi seguenti per l’attivazione del servizio di raccolta porta a porta: inizio dell’estate per la zona di Padova sud (Voltabarozzo, Crocefisso, Salboro, Guizza sud), a novembre per la zona di Padova nord-est (Ponte di Brenta, Torre e Pontevigodarzere). All’inizio del 2013, invece, è prevista l’estensione del servizio all’ultima zona della corona periferica, corrispondente all’area di Padova nord-ovest (Altichiero, Sacro Cuore e Ponterotto). “

Quale sarà la prima zona di Padova a partire con il porta a porta nel 2012? E Quando esattamente?

“L’inizio della raccolta porta a porta a Padova sud, salvo imprevisti dell’ultimo momento, è fissato per lunedì 2 luglio. Infatti, entro la metà di maggio, la ditta che ha vinto la gara d’appalto consegnerà ad AcegasAps i bidoni, la cui distribuzione ai cittadini, insieme al materiale informativo, durerà circa un mese. Parallelamente alla distribuzione dei materiali si terranno appositi incontri nel quartiere in modo da fornire ai residenti il maggior numero d’informazioni possibile prima dell’attivazione del nuovo sistema”.

[N.d.r.: Dall’ 11 giugno al 7 luglio i volontari di Legambiente organizzeranno punti informativi in diverse zone del Quartiere 4, offrendo dimostrazioni pratiche su come differenziare i rifiuti con il nuovo metodo e raccogliendo comunicazioni per il miglioramento del servizio. Se vuoi dare una mano o solo saperne di più chiama Legambiente allo 049.8561212 (ore 11-13 e chiedi di Davide Gobbo). ]

Qual è la tua posizione sul progetto d’ampliamento della discarica del Roncajette per conferire rifiuti speciali, quando da molto tempo si chiede che venga definitivamente chiusa e bonificata?

“Per quanto riguarda la discarica sita nel comune di Ponte San Nicolò, la decisione rientra nella competenza della Provincia. E’ stato presentato alla Regione Veneto da AcegasAps un nuovo progetto che prevede, prima dell’avvio di nuovi conferimenti di rifiuti, una sistemazione complessiva dell’area. In ogni caso, come dimostra anche il progetto d’estensione della raccolta differenziata alla corona periferica cittadina, l’Amministrazione comunale cerca di promuovere stili di vita virtuosi che tendano a favorire il più possibile il recupero dei rifiuti e quindi a ridurre la produzione di rifiuto secco avviato a smaltimento.”

Completato il porta a porta in tutta la città, la percentuale di raccolta differenziata sarà tale da non giustificare il funzionamento della prima linea dell’inceneritore di Camin (a meno che non si vogliano importare, contro ogni buon senso ambientale, rifiuti da furori provincia o peggio fuori regione). Come pensi di operare per la chiusura della prima linea?

“Lo sforzo dell’Amministrazione va nella direzione di una riduzione all’origine della produzione dei rifiuti e di un aumento della percentuale di raccolta differenziata; tuttavia, trattandosi d’impianto strategico per il conferimento dei rifiuti dall’ambito provinciale, la configurazione del termovalorizzatore rientra nella competenza di Regione e Provincia che, nella predisposizione degli strumenti di pianificazione degli impianti di trattamento/smaltimento dei rifiuti, hanno previsto a regime il funzionamento di tutte e tre le linee dell’impianto. Una città sostenibile necessita di un piano di dismissione delle discariche che rappresentano per certi versi la modalità di smaltimento dei rifiuti con maggiore impatto. E la presenza di discariche e di termovalorizzatori deve essere valutata contestualmente.  La gestione delle discariche non è competenza comunale pertanto, nonostante le pressioni fatte sulla provincia, dobbiamo ammettere che non sia scontato riuscire a muoversi nella direzione più auspicabile.

Intervista a cura di Lucio Passi


Cemento che ride

Anello ciclabile dei Colli Euganei: i problemi non sono finiti


L'inagurazione dell'Anello ciclabile dei Colli Euganei è stata la dimostrazione che se per arrivare a questa tappa, che non è comunque quella conclusiva, ci sono voluti qualcosa come 18 anni, non è perchè ci siano state chissà quali difficoltà ma perchè continuiamo ad avere amministratori per i quali questo progetto continua ad essere più che altro un “giocattolo” politico.

Come giudicare diversamente la disinvoltura con cui si è passati sopra a sprechi come quello di almeno 700.000€ sul tratto Este-Ponte Lovertino? Questa cifra corrisponde a quanto si è speso (circa 400.000€) per costruire ex novo 10 anni fa l'Anello su argini in sede propria lasciando poi andare in degrado i lavori fatti e alla quantità di soldi impegnata adesso (altri 277.000€) alla vigilia della inaugurazione per riasfaltare gli argini opposti, da sempre destinati invece al normale traffico motorizzato.

Siamo disfattisti noi a denunciare questi comportamenti o invece lo è chi riesce a sperperare una somma così rilevante per dare poi ai ciclisti la soluzione peggiore sia dal punto di vista ambientale che della sicurezza? […] C'è un solo modo per rispondere adeguatamente: ripristinare al più presto il percorso dell'Anello sugli argini in sede propria. […]

Terremo alta l'attenzione sulla situazione impresentabile di tutto il lungo tratto in Comune di Teolo. Seguiremo da vicino, a questo proposito, quel “progetto Rialto” che è stato adottato ai primi di aprile per avviare una sistemazione di questi tratti. Ma continueremo a sollevare, tra i vari altri (tratto Marendole-Este, centro Bastia ...), il problema del tratto di Turri, del tratto “ammazzaciclisti” di via Rialto a Rovolon, dei tanti attraversamenti pericolosi, della sicurezza di tanti tratti in particolare lungo il Rialto, della necessità di un arredo paesaggistico degno di questa pista (al posto delle impresentabili aree di sosta realizzate) e della segnaletica irrazionale.

Ricorderemo che è ancora tutto aperto il decisivo tema della manutenzione (scaricata sui Comuni, peraltro non tutti d'accordo). E riproporremo l'altrettanto fondamentale problema della promozione : come si può inaugurare l'Anello mettendo in un angolo il Parco e ignorando completamente l'Azienda Turismo Padova Terme Euganee? […]

Sconsigliamo infine a tutti, in particolare alla Provincia, di tentar di nascondere i problemi aperti dietro il successo evidente che l'Anello sta già dimostrando di incontrare tra residenti e turisti. Per noi questo successo, ampiamente previsto ma che presenta ancora straordinarie potenzialità tutte da sviluppare, diventa un motivo in più per pretendere che l'opera sia completata coi livelli di sicurezza, di qualità ambientale, di decoro paesaggistico che assolutamente merita.


Gianni Sandon, Paolo Bonaldi, Sandro Ambrosio, Flores Baccini


Media e messaggi

Rio +20, vertice internazionale sullo sviluppo sostenibile


“Martedì 19/6/2012

Inizia domani a Rio de Janeiro il vertice internazionale sull'ambiente che si concluderà venerdì. Alla vigilia non si può essere ottimisti e sperare che il documento conclusivo rappresenti una svolta all'altezza della sfida in campo. Le negoziazioni che durano da tempo e che si sono svolte in quest'ultima settimana qui, nella metropoli brasiliana, segnano distanze profonde fra gli attori in campo: l'Europa che non rinuncia a esercitare una leadership sulle politiche per lo sviluppo sostenibile, però obiettivamente infiacchita dalla sua nota debolezza politica, ha di fronte da una parte  i paesi emergenti - Brasile, Sud Africa, India, Cina - sempre più potenti e, che pur scegliendo politiche interne sempre più "green oriented", sono riluttanti ad accettare impegni stringenti che possano diventare freno al loro sviluppo; dall'altra i paesi più poveri - organizzati nel G77 – che giustamente reclamano fondi adeguati dopo essere stati vittime di uno sviluppo che li ha depredati delle loro risorse e che spesso fa pagare proprio a loro, si pensi alla desertificazione avanzante causata dai cambiamenti climatici nei paesi dell'Africa sub sahariana o alle isole del Pacifico minacciate dall'innalzamento del livello degli oceani, i prezzi della nostra ricchezza.

Inoltre gli Usa, dopo le speranze innescate dall'elezione di Obama ormai quasi quattro anni fa, sono tornati a svolgere un ruolo di retroguardia insieme ad altri paesi sviluppati, come ad esempio il Canada che vuole cancellate proprio in questi giorni le proprie leggi che si proponevano di affrontare il cambiamento climatico. Servirebbe "un miracolo politico" nelle prossime ore per passare dai generici impegni di cui sarà certamente piena la dichiarazione finale a qualcosa di più stringente (risorse certe, percorso in tempi fissati per raggiungere obiettivi chiari) che metta davvero al centro delle politiche di tutti la sostenibilità per la costruzione di un mondo migliore.

Ma nonostante le obiettive difficoltà, l'appuntamento resta molto importante. […] Ciò che è cambiato nei vent'anni dal primo storico vertice ONU sull'ambiente ė che, anche grazie alla straordinaria innovazione tecnologica cui abbiamo assistito nel frattempo, molte delle cose che allora dovevano essere declinate al futuro oggi sono concrete realtà. L'uscita dall'"era del fossile", allora utopia delle associazioni ambientaliste, oggi è diventato obiettivo politico raggiungibile. La Germania, il paese locomotiva d'Europa, si propone di consumare energia proveniente esclusivamente da fonti rinnovabili entro il 2050; si diffonde sempre più la "chimica verde" grazie alla quale possiamo ottenere prodotti da materia prima vegetale e rinnovabile e non più da petrolio; progetti di mobilità sostenibile che ci liberino dalla dipendenza dal vecchio "oro nero" si fanno avanti. Certo le difficoltà sono ancora molte e, prima fra tutte, la difficoltà di conciliare la sacrosanta voglia di uscire dalla povertà di miliardi di persone sul pianeta con la contemporanea ricerca di un nuovo modello di sviluppo. E senz'altro, siccome "anche il bene va fatto bene", la green economy è condizione solo necessaria ma non sufficiente per costruire un mondo più giusto. Ma a noi pare che la strada sia tracciata e per questo sarebbe assai importante che i Governi avessero più coraggio e che quel "miracolo politico" avvenisse già a Rio. […]”

Tra gli altri canali da cui è possibile seguire l’evento, vi segnaliamo:

Il blog di Sergio Marelli, Presidente del Comitato Italiano Sovranità Alimentare, da seguire qui http://www.sergiomarelli.it/wordpress/articoli/dossier/rio20

 

Sen. Francesco Ferrante - Sintesi a cura della Redazione di Ecopolis


Succede in città


>>> giovedì 21 giugno

Festa Dei Colori con musiche e danze dal mondo, cucina etnica e locale. Sagra BuonPastore, via T. Minio 13 – Arcella (PD).Ore 20.30 LaMalabanda : Folk Cantautorale, ore 22.00 Djolimbè Djembè: Percussioni Africane. Il ricavato della serata verrà devoluto per l'acquisto di un pulmino scolastico a favore dell'Associazione Amizero (Kigali- Rwanda) che si occupa di promozione e sostegno ai bambini e alle loro madri che vivono nelle periferie di Kigali. Stand di artigianato dal mondo e pesca di beneficenza!!!

>>> venerdì 22 giugno

I Balconi sul Canalazzo Spettacolo teatrale della Compagnia "B. Cellini" all’ interno della rassegna "Teatro al Monastero” presso il Monastero di San Salvaro ad Urbana. Ore 21.15.Dopo lo  spettacolo seguirà degustazione di prodotti tipici.

>>> sabato 23  giugno

Riapertura al pubblico dell'Oratorio Santa Margherita. Il gruppo Legambiente Salvalarte e i restauratori danno appuntamento all'interno dell'Oratorio di via San Francesco. per festeggiarne la riapertura al pubblivvo. Previsto un concerto del quartetto Archiatri, seguito da una recita di poesie e da un rinfresco. Attenzione, la disponibilità per l'evento è limitata fino a esaurimento posti. Naturalmente i volontari saranno a disposizione di quanti siano interessati a visitare il monumento. Ore 17.30, via San Francesco 51, Padova.

"Aiutiamo gli animali in difficoltà". Colletta alimentare per animali domestici L'Assessorato all'ambiente del Comune di Padova, in collaborazione con Despar nel Nordest e associazioni animaliste e ambientaliste del territorio, promuove una colletta alimentare per animali in difficoltà. Per sostenere l'iniziativa è sufficiente aggiungere alla propria spesa prodotti specifici per animali (es. cibo, toiletries, giochi), da inserire nell'apposito contenitore presente nei punti vendita del gruppo Despar che aderiscono all'iniziativa. I prodotti raccolti vengono destinati alle associazioni animaliste che operano in Emilia e alle associazioni che operano nel territorio padovano: Anpana, Anta, Enpa, Felix&Fido, Lac, Lav, Legambiente, Lega nazionale per la difesa del cane, Lipu e Wwf. Dal 19 al 2 luglio. Sabato 23 giugno 2012 volontari delle associazioni saranno presenti per fornire consigli ed informazioni. Al Despar di via Vergerio 10 nel corso della giornata sarà presente un banchetto con i volontari Legambiente.

El Tamisio In Festa: Solstizio D'estate 16.00 – 18.00 La Tradizione Contadina: La Mietitura: Mietitura con la falce sul campo di cereali. Legatura dei covoni con i balzi.18.00 – 19.00 Inauguazione Eltamisoinfesta: brindisi e aperitivo inaugurale. Suggestioni dal video “Risposte contadine: piccoli allevatori di fronte ai cambiamenti climatici”.19.00 Bio Buffet Serale con cereali e prodotti di stagione. Servizio bar e spuntini.19.00 – 20.30 Musica Non Stop – Crank Jazz Trio arrangiamento di standard tradizionali su composizioni originali e creative: il risultato è una rivisitazione del repertorio jazzistico. 20.30 I Riti Antichi: La Notte Di San Giovanni durante il solstizio d'estate rivivremo alcuni riti antichi come la raccolta della rugiada da usare per il nuovo pane. Tradizionale falò di S. Giovanni: chitarre attorno al fuoco. 21.00 – 23.00 Musica Non Stop: Minor Swing Quintet: miscela esplosiva a base di grandi solisti del passato, con l'aggiunta di idee e arrangiamenti freschi e coraggiosi. 23.00 – 23.30 Cortometraggio Super 8: originale anni '60. Come eravamo all'Olmo di Camin. 23.30 Musica Non Stop: Rough &Tough: un po' di early raggae, ska e rockin' r&b. Presso l'azienda agricola La Costigliola a Rovolon (Pd). via Rialto, 62 – 35030 Rovolon (Pd)Tel. 049 9903221 info@lacostigliola.org

Incontro sulla emergenza umanitaria in favore delle popolazioni del nord del Mali. Organizzato da Il “C.M.I.”(Consiglio dei Maliani d’Italia), l’A.M.A.VE e l’avvocato Gianfranco Rondello, con l’accordo dell’Ambasciata del Mali a Roma alle ore 10.00 presso la Sala Livio Paladin del Municipio di Padova, giardino pensile di Palazzo Moroni, Via del Municipio n. 2.Come noto, a seguito della caduta del regime libico, sono entrati in Mali migliaia di mercenari, pesantemente armati, ai quali si sono affiancati integralisti “jiadisti” provenienti da altre aree geografiche, con l’intento di creare un fantomatico Stato secessionista e islamico nel Nord del Paese. Ciò ha provocato non solo la perdita di numerose vite umane ma soprattutto il dramma dei profughi, aggravando così la già molto dolorosa situazione di una popolazione duramente colpita da una siccità che non si vedeva da anni. L'obiettivo dell’incontro è rappresentare non solo il punto di partenza di un percorso di solidarietà ma anche di studiare le forme e modalità  per rendere l’aiuto più efficace ed incisivo, vista la necessità di un immediato e rapido intervento a favore della popolazione civile.

>>>  domenica 24  giugno

El Tamisio In Festa: I Giorni Della Luce 9.30 – 11.00 Tutti In Sella Percorso in bicicletta alla scoperta del nostro paesaggio. Per bicimuniti. Su prenotazione.10.00 – 12 .00 Con La Schiena D'asino: Trekking tra i sentieri dei Colli in compagnia di un amico speciale: l'asino. A cura di A Passo Lento. Su prenotazione. Costo: € 7,00.11.00 – 12.30 Semi Antichi: Tutela Della Biodiversita' :aperitivo con discussione per curiosi e non addetti ai lavori. A cura di Silvio Pino, Istituto Strampelli di Lonigo e Luca Michieletto, Coop. El Tamiso.13.00 Bio Buffet Per Pranzo con cereali e prodotti di stagione. Servizio bar e spuntini.15.00 – 16.00 I Riti Antichi: La Pasta Madre.Portate la vostra pasta madre in un vasetto di vetro. La impasteremo con la rugiada raccolta la notte di S. Giovanni.  Il nuovo impasto sarà “spacciato” tra i presenti.16.00 – 19.00 La Tradizione Contadina: La Trebbiatura trebbiatura manuale sull'aia col batauro, del grano mietuto sabato.18.00 Musica Non Stop: Mama's musica anni '60.14.00 – 19.00 Botteghe D'arte - “bombe di semi”: per contaminare la città.- creazioni con materiale riciclato. -Khorakhanè- costruzione di giocattoli di legno – Il Moraro.19.00 Cena Di Finanziamento Pro Venezia 2012 Paolo Cacciari e Gianni Tamino illustrano i perchè della conferenza sulla decrescita. Presso l'azienda agricola La Costigliola a Rovolon (Pd). via Rialto, 62 – 35030 Rovolon (Pd)Tel. 049 9903221 info@lacostigliola.org

>>> lunedì 25 giugno

Presentazione del libro "Uccidi gli italiani. Presso Centro culturale San Gaetano (ex tribunale di Padova)Via Altinate, 71, Padova. Ore 21:00. "Uccidi gli italiani" era la parola d'ordine dei paracadutisti britannici, agli ordini del generale Patton. Nel dopoguerra fu accreditata l'immagine di un'occupazione quasi pacifica della Sicilia, queste pagine raccontano l'accanita e determinata resistenza dei reparti italiani impegnati contro le forze da sbarco statunitensi. Un affresco non abbastanza conosciuto di quella lontana estate del 1943. Interverranno: Mauro Fecchio (assessore della Provincia di Padova), Maurizio Saia (senatore della Repubblica), Emilio Randon (giornalista del Mattino di Padova), Andrea Augello (senatore della Repubblica, autore del libro).

>>> martedì 26  giugno

Concerto: "Donne sotto le stelle" Con l'ensemble Vaga Luna Il maestro Stefano Lovato dirige l'ensemble “Vaga Luna” che propone un repertorio corale, per voci femminili, sacro e cameristico dell’800 e 900.In programma musiche di Faurè, Chausson, Debussy, Schumann, Delibes, Massenet, Chabrier, Rossini, Schubert, Mendelssohn, Brahms e Copland. Teatro giardino di palazzo Zuckermann, corso Garibaldi, 33 – Padova. ore 21:00 Biglietto unico: 7 euro

 

***************

CORSI, SEMINARI E MOSTRE – iniziative prossime e future

 

21–24 Giugno 2012

Festambiente Della Saccisica
A Piove di Sacco, zona a sud-est di Padova verso la laguna di Venezia, il Circolo locale di Legambiente organizza la quarta edizione di Festambiente proponendo momenti di svago (da giochi per bambini ad un grande stand gastronomico), momenti culturali (film, musica, spettacoli), incontri e dibattiti su sostenibilità e stili di vita. Area del patronato di S. Anna. Piove di Sacco- PD. Ingresso gratuito. Ci occuperemo di: LAVORO, DISABILITÁ ,PACE.
Festambiente è:
• BIO&BUONO stand gastronomico con prodotti alimentari biologici e/o di qualità (con provenienza indicata).
• ACQUA DI TUTTI distribuzione gratuita dell’acqua naturale da rubinetto, in quanto bene comune.
• ECOLOGICA riduzione dei rifiuti mediante l’uso di piatti e posate in Mater-Bi, realizzate con pasta di mais e quindi biodegradabili.
• A EMISSIONI ZERO con certificazione AzzeroCO2: le emissioni di CO2 provocate dalle attività “energetiche” della Festa saranno azzerate attraverso il finanziamento di un progetto di forestazione nel Parco Regionale del Delta del Po Veneto. L’area di intervento si estende per una superficie di circa 5 ettari ed è situata nel territorio del Comune di Ariano nel Polesine (RO) in località Grillara. La stima dell’assorbimento complessivo di CO2 nell’arco del ciclo di vita del bosco è pari a circa 3.862 tonnellate. Per info: Legambiente, Circolo “L’Arca di Noè” della Saccisica via Castello, 12 – Piove di Sacco (PD) – cell. 340.4881745
legambientepiove@libero.it – www.legambientepiove.it

dal 28 giugno al 1 luglio 2012

Bando di selezione artisti - Traversata del Solstizio d'estate 24 Giugno 2012. L'Associazione Culturale Totem di Este (PD), le compagnie teatrali MenTalmente Instabile e Via Rosse, i gruppi musicali Malazeta e Calicanto, le associazioni La Vespa ed Euganea Movie Movement, gli amici dei Samizdat in occasione della "Traversata del solstizio d'estate 2012", dedicata quest'anno alla figura di Aldo Pettenella nel decennale della sua scomparsa, selezionano opere artistiche da installare lungo il percorso che si snoderà lungo i sentieri dei Colli Euganei nell'ormai consueto tragitto da Este a Bastia. Maggiori informazioni su http://associazionetotem.blogspot.it/2012/02/bando-di-selezione-artisti.html



**********************************

Gli orari di Salvalarte

I volontari di Salvalarte da vari anni si impegnano nelle aperture di monumenti che altrimenti rimarrebbero inaccessibili.

Oratorio di Santa Margherita via San Francesco 51, orari di apertura: da martedì a sabato dalle 10.00 alle 12.00; da lunedì a sabato dalle 16.00 alle 18.00 (orario invernale*), dalle 16.30 alle 18.30 (orario estivo*).

Ponte romano di San Lorenzo Piazza Antenore, orari di apertura: sabato mattina dalle 10.00 alle 12.00; sabato pomeriggio dalle 16.00 alle 18.00 (orario invernale*), dalle 16.30 alle 18.30 (orario estivo*). ATTENZIONE: momentaneamente chiuso per lavori; apertura prevista a maggio. Contattare Legambiente per verificare la fine dei lavori di restauro e la riapertura del monumento.

Scuola della Carità via S. Francesco 61, orari di apertura: giovedì e sabato dalle 10.00 alle 12.00; giovedì, venerdì e sabato dalle 16.00 alle 18.00 (orario invernale*), dalle 16.30 alle 18.30 (orario estivo*).

Torre dell'orologio piazza Capitaniato 19, orari di apertura: mercoledì, venerdì e sabato dalle 10.00 alle 11.30, visite ogni 30 minuti con gruppi di massimo 10 persone.

Reggia Carrarese via Accademia n.7, orari di apertura: mercoledì, venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.30.

* Periodo invernale: 1/11 > 30/4. Periodo estivo: 1/5 > 31/10

 

*************************

Iscriversi a Legambiente Padova è semplice

Potete venire nella nostra sede in Piazza Caduti della Resistenza n°6 (ex Piazzetta Toselli, capolinea autobus n°9) in orario d'ufficio (sabato e domenica chiuso).

Conto Corrente Postale: potete effettuare un versamento sul c/c postale n. 36037091 con causale: iscrizione 2012 a Legambiente e tipologia socio.

Bonifico Bancario: potete effettuare un versamento sul c/c bancario n. 100125 intestato a Legambiente Volontariato Padova, presso Banca Etica codice Iban: IT 07 Z 05018 12101 000000100125.

Carta di Credito: potete effettuare il versamento tramite carta di credito visitando il nostro sito internet

 

Tipologie di tessere 2012

· SOCIO JUNIOR fino a 14 anni (nati dal '98 in poi) - riceve "Jey" via mail - 10 €

·  SOCIO GIOVANE da 15 a 28 anni (nati dal 1984 al 1997) - 15 €

·  SOCIO ORDINARIO - con abbonamento a "La Nuova Ecologia"- 30 € - Socio Ordinario senza abbonamento a "La nuova Ecologia" -  20 €

·  SOCIO SCUOLA E FORMAZIONE - con abbonamento a  "La Nuova Ecologia" e newsletter elettronica "Formazione Ambiente"- 30 € - Socio Scuola e Formazione senza abbonamento a "La nuova Ecologia" - 20 €

·  SOCIO SOSTENITORE - riceve "La Nuova Ecologia" e il volume "Ambiente Italia" - 80 € - Socio Sostenitore senza abbonamento a "La nuova Ecologia" - 70 €

·  TESSERA COLLETTIVA* - con abbonamento a  "La Nuova Ecologia"  - 50 € - Tessera Collettiva* senza abbonamento a "La nuova Ecologia" -  40 €

* I soggetti collettivi non possono fare tessere diverse da quella collettiva; in caso contrario la quota andrà come donazione.

 

Iscriversi a Legambiente è vantaggioso: presentando la tessera di Legambiente 2012 in numerosi esercizi padovani si ottengono sconti.


Clicca qui per cancellarti dalla newsletter