Ecopolis Newsletter - n. 352

Menu di servizio

scrivici
segnala una notizia
utilizza il Car Sharing
segnala un sito, un libro
visita il sito di Legambiente
iscriviti a Legambiente
numeri precedenti

Iscr. Reg. Trib. di Padova n. 1920 del 14/12/04
11/10/2012 Newsletter num 352 inviata a 12954 iscritti
Dona il tuo 5 per 1000 a Legambiente

Primo Piano

Trasporti, il meglio di niente non basta più

34 i milioni di euro in meno al trasporto pubblico in Veneto negli ultimi 3 anni: ossia aumento dei costi, taglio di linee e frequenze, peggiori servizi. Ora la Regione propone una manovra per recuperare 2 milioni. E’ il meglio di niente che non basta perché non si accompagna ad un progetto di rilancio. La denuncia dei sindacati.

Ambiente

Stati generali della bicicletta

Il 5 e 6 ottobre, mentre a Padova avveniva l’indecorosa rimozione di biciclette in piazzale stazione (clicca qui per approfondimenti), a Reggio Emilia si sono svolti gli stati Generali della bicicletta. Leggi il manifesto per una mobilità nuova e le proposte emerse affinché l’Italia cambi strada mettendo le persone, e non le auto, al centro della programmazione urbana.

Democrazia Urbana

Riqualificazione (partecipata) di pz. Caduti della Resistenza

Come riqualificare piazza Caduti della Resistenza trasformandola in un'area piena di verde e liberata dalle auto? La parola passa ai residenti del rione Palestro, che da oggi fino al 19 ottobre hanno la possibilità concreta di fornire suggerimenti e indicazioni.

Cemento che ride

La città degli "alberelli"

Settore Verde ed associazioni ambientaliste si sono incontrate per definire linee guide condivise sulla gestione del verde pubblico in città. Oltre agli interventi d’urgenza, rimangono da chiarire o migliorare le modalità di informazione e coinvolgimento dei cittadini, le priorità fra verde e viabilità e la scelta dei re-impianti. Ne riferisce Michele Mazzucato, portavoce delle associazioni.

Media e messaggi

Passata "Sito Mato": scegli il prezzo giusto

Il progetto nasce dopo anni di attività di BioRekk a stretto contatto con i produttori agricoli locali. L’obiettivo è far incontrare chi produce e chi acquista, diffondere una nuova cultura legata alla sostenibilità ed alla trasparenza delle relazioni economiche valorizzando e sostenendo al contempo l’agricoltura biologica.

Succede in città

Documentario "Medici con l'Africa", a Padova l'anteprima

 

Anteprima nazionale del film documentario di Carlo Mazzacurati “Medici con l'Africa” Sarà Padova ad ospitare, alla presenza del regista, l'anteprima nazionale di "Medici con l'Africa", prima tappa di un percorso che attraverserà l'Italia per raccontare, con lo sguardo di Carlo Mazzacurati, una storia fatta di tante piccole storie, quelle dei volontari di Medici con l'Africa Cuamm. Presentato fuori concorso alla 69a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia con ampio favore di pubblico e critica, il film verrà proiettato alle ore 18 presso il Multisala Pio X (via Bonporti 22), venerdì 12 ottobre.

Il documentario racconta l'avventura affascinante e difficile di un'organizzazione che, nata 60 anni fa a Padova, ha inviato oltre 1.300 professionisti in 40 diversi paesi di intervento, soprattutto in Africa. È la storia di uno scambio continuo per far sì che la salute, la cura, la guarigione siano alla portata di tutti, anche di chi vive nelle località più povere dei paesi più poveri del mondo.

Per Mazzacurati, "veneto di terra e di provincia" come si definisce, che ha accettato di accompagnare una missione in Mozambico di Medici con l'Africa Cuamm, si è trattato di un viaggio alla scoperta di un territorio sconosciuto, un'Africa senza alcun esotismo, nella straziante post-modernità fatta di cemento e telefonini. Qui ha incontrato medici, autorità, realtà, storie.

Disclaimer: Precisiamo che l'indirizzo e-mail a cui è stato inviata questa newsletter è stato reperito in siti web pubblici o recuperato tra gli indirizzi di e-mail pervenuti a Legambiente Padova, o comunque autorizzato dal proprietario. In ottemperanza alla direttiva europea sulle comunicazioni on-line (direttiva 2000/31/CE), se non desideri ricevere ulteriori informazioni e/o se questo messaggio ti ha disturbato, clicca sul link che trovi in fondo a questa email.
No copyright: tuti i testi e le immagini di questa newsletter sono liberamente riproducibili, fatto salvo l'obbligo di citazione della fonte.