Iscr. Reg. Trib. di Padova n. 1920 del 14/12/04
09/05/2013 Newsletter num 380 inviata a 12.968 iscritti
Sostieni Legambiente
Padova

Primo Piano

 

Tagli Arpav: chi misurerà l'inquinamento?

L'Arpav smantellata. In attesa che il 15 maggio la VII commissione regionale incontri i lavoratori Arpav, ecco il j'accuse dell’assemblea lavoratori: chiare le critiche che vengono rivolte alla Dirigenza dell'Agenzia Regionale e alla Regione. Tagli fino 20%, investimenti sbagliati e perdita di competenze d'eccellenza.

Ambiente

 

Volontariambiente: l'estate sostenibile di Legambiente

 

Anche quest'anno Legambiente ripropone i campi estivi destinati a giovani, ragazzi e famiglie. Dai soggiorni all'estero a viaggi per il Belpaese: tutto in nome della cultura e salvaguardia dell'ambiente. Per divertirsi senza dimenticare il territorio

Democrazia Urbana

 

Cooperare contro il degrado: i perchè dell'occupazione in via Palestro

Incominciata il 17 aprile, l'occupazione dei locali abbandonati da 17 anni in via Palestro prosegue. Li abbiamo intervistati scoprendo come fondono la volontà di riqualificare edifici sfitti con la produzione di eventi culturali e informativi.

Cemento che ride

 

Rischio idraulico: ora conosciamo le aree a rischio e cosa non fare

Esistono zone di attenzione, aree pericolose e da tenere sotto controllo. Le ha individuate il piano di assetto idrogeologico. In queste scattano limitazioni nell’edificazione. Ma la via maestra è andare oltre, prevedendo la moratoria edilizia nelle aree a rischio idraulico.

Media e messaggi

 

Serra dei Giardini: cultura, relax e tanto altro

I veneziani la chiamano Serra dei Giardini, fucina di generazioni di giardinieri. Chiusa per molti anni, ora è stata riaperta, continuando non solo la sua attività di ortocoltura ma proponendo eventi culturali, corsi di yoga, e molto ancora. Gestito dalla coperativa sociale Nonsoloverde, Un luogo frequentato da veneziani.

Succede in città

 

Una guerra da non dimenticare - Balcani vent'anni dopo

Sabato 11 maggio giornata di discussione, musica e teatro per non dimenticare una guerra, quanto avvenuto e proseguire nella costruzione di relazioni tra le due sponde dell'Adriatico. I Balcani vent'anni dopo, dal ritorno della guerra in Europa al percorso di integrazione europea è il titolo della conferenza internazionale promossa da Comitato Padova per i Balcani, Comune di Padova, Università degli Studi di Padova e Osservatorio Balcani e Caucaso nell'ambito di “Cercavamo la Pace”, progetto finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto. Dalle 9 alle 17,30 al Centro culturale Altinate/San Gaetano, via Altinate, partecipano Nataša Kandic - Centro per il diritto umanitario di Belgrado, Zlatko Dizdarevic - giornalista e diplomatico bosniaco, Paolo Bergamaschi - consigliere presso la Commissione esteri del Parlamento europeo, Luisa Chiodi - direttrice dell'Osservatorio Balcani e Caucaso, Paolo De Stefani - docente del Centro diritti umani dell'Università di Padova, Luka Zanoni - giornalista di Osservatorio Balcani e Caucaso, Andrea Rossini - giornalista di Osservatorio Balcani e Caucaso (scarica qui il programma).

La sera alle ore 20,45 sempre al Centro Culturale Altinate lo spettacolo “Il tempo della festa”, racconti balcanici e musica klezmer un progetto di Roberta Biagiarellitesti di Elvira Mujcic e Roberta Biagiarellicon Roberta Biagiarelli e Max Jurcev (fisarmonica, voce) e Alberto Guzzi (sax soprano, voce) della Maxmaber Orkestar. Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Info e prenotazioni coordinamento@acs-italia.it 049-8648774.