REPLICA A BERTIN:
“Affermazioni non suffragate da conoscenze scientifiche"

02/03/2020

 Bisognerebbe essere meglio informati quando si parla di polveri sottili: 

Legambiente rimanda al mittente le dichiarazioni  del Presidente dell'Ascom (riportate dai quotidiani locali Domenica 1 marzo). Bertin  – argomenta l’Associazione ambientalista - sostiene che siccome lunedì e martedì, a causa della psicosi da Corona Virus, pochi veicoli circolavano e il Pm10 era oltre il limite di legge, non vi sarebbe correlazione tra traffico e smog. Tali affermazioni non hanno alcuna parentela con la verità. Infatti Bertin non dice che le polveri sottili, in condizioni atmosferiche favorevoli, restano sospese per giorni e anche settimane, accumulandosi ed addensandosi giorno dopo giorno fino a superare i limiti di legge.  

Infine Legambiente coglie l'occasione per tornare sulle fonti di emissione del Pm10: recentemente Arpav ha certificato che, a livello regionale, le due principali cause sono il riscaldamento per il 34% e i trasporti su strada per il 32%. Se questi dati non bastassero a smentire le ubbie di Bertin, è bene ricordare che nelle aree fortemente urbanizzate e trafficate il peso dell'inquinamento da traffico è ancora più pesante.

Categoria: smog | mobilità | comunicati stampa | trasporto pubblico      

menu' gestione