DIVENTA OPERATIVO L’ACCORDO DI KIOTO PER CONTRASTARE L’EFFETTO SERRA E I MUTAMENTI CLIMATICI


Il Treno Verde di Legambiente, in collaborazione agli Assessorati all’Ambiente di Comune e Provincia, farà tappa a Padova e premierà, insieme a Ape e Uppa, i comportamenti virtuosi nel campo del risparmio energetico. 

Il protocollo di Kioto, operativo dal prossimo 16 febbraio, impegna l’Italia a diminuire in breve tempo del 6,5% le proprie emissioni di anidride carbonica e altre emissioni climalteranti rispetto ai livelli del 1990.

Questo significa intervenire soprattutto nei processi di produzione e consumo di energia. Centrali termoelettriche, industrie, auto e trasporti, riscaldamento e consumi domestici sono le principali fonti dei gas che producono l’effetto serra. Dal 16 al 23 febbraio Legambiente ha indetto, in tutt’Italia, la “Settimana del Clima” promovendo centinaia di iniziative a favore del risparmio energetico e dell’uso delle energie rinnovabili.
Padova, in particolare, vedrà la presenza, dal 20 al 23 febbraio del Treno Verde.
Il convoglio ecologico organizzato da Legambiente RFI, Trenitalia arriverà giusto in tempo per partecipare alla prossima domenica ecologica, in calendario per il 20 febbraio.
Sono molte le iniziative che in quei giorni, Legambiente, in collaborazione con gli Assessorati Comunale e Provinciale all’ambiente, metterà in campo proprio sui temi dell’energia rinnovabile e del risparmio energetico.

In particolare, insieme ad UPA – Unione Provinciale Artigiani, e APPE – Associazione Provinciale Pubblici Esercizi, verrà assegnato il “Premio Trenoverde sul risparmio energetico” a chi avrà adottato comportamenti virtuosi nel campo del risparmio energetico o dell’utilizzo delle energie rinnovabili.

Si tratta di un’iniziativa che mira a pubblicizzare e promuovere le iniziative virtuose di risparmio energetico ed utilizzo delle energie rinnovabili messe in atto da negozianti e piccoli artigiani negli ultimi sei mesi. Il premio viene consegnato da una giuria composta da tre membri, ciascuno espressione delle organizzazioni promotrici, che sceglieranno uno o più progetti ambientalmente più significativi.

Il Premio mira a portare a conoscenza della cittadinanza le iniziative di risparmio energetico attuate dagli operatori economici e a segnalarle ai consumatori più sensibili perché possano diventare motivo di scelta preferenziale, innescando così un meccanismo virtuoso di emulazione basato su motivazioni non solo ambientali ma anche economiche. I premi saranno consegnati Lunedì 21.