IL VENETO NELLA MORSA DELL’OZONO E DEL PM10#st#Legambiente: “E’ un fantasma il piano antinquinamento mandato a Bruxelles

Oggi, giovedì 28 giugno, contemporaneamente  nelle PROVINCE di Padova  Belluno, Rovigo, Treviso,  Vicenza e Verona l’inquinamento da Ozono ha superato il limite di legge. Stessa cosa avviene anche per il PM10,  oltre il limite di legge superato a Padova, Rovigo, Venezia e Verona. Basta guardare il sito ARPAV.

E’ da alcuni giorni che Legambiente supplisce ai doveri di comuni, provincia e regione nel fornire alla popolazione le informazioni sull’inquinamento. Non basta il sito ARAPV, le istituzioni dovrebbero comunicare ai cittadini, su Televisioni, Radio e Giornali, anche con inserzioni a pagamento, come difendersi….altro che notte bianca…

 “L’ozono è un inquinamento endemico, quanto annunciato – commenta Lucio Passi, della Segreteria di Legambiente Veneto – come il Pm10 (micropolveri) che affliggono le nostre province continuamente. L’Ozono è il corollario estivo del Pm10. Ma nonostante il 2006 sembra annunciarsi come un anno record per entrambi gli inquinanti, lasciando facilmente prevedere il perpetuarsi dei fenomeni, la Giunta regionale del Veneto non ha ancora reso pubblica  la risposta  alle critiche dell’Unione Europea relative al “Piano per il disinquinamento e tutela dell’atmosfera”. Ma questo non viene reso pubblico, “E’ sin dal 24  maggio che Legambiente chiede a Conta di avere copia di quanto risposto alla UE, ma oltre agli insulti a mezzo stampa non abbiamo avuto ancora niente.  Se continua così l’assessore, Conta rischia una denuncia per Omissioni d’atti d’ufficio.