LEGAMBIENTE, AMICI DELLA BICICLETTA, WWF CONTRO LO SMOG#st#DA OGGI CENTINAIA DI BICI “TARGATE NO SMOG”

Oggi due iniziative diverse hanno coinciso. Mentre questa mattina in Piazza delle Erbe gli ambientalisti convincevano centinaia di ciclisti ad applicare sotto il sellino la targhetta contro lo smog e per le piste ciclabili, giungeva dal Comune la notizia del divieto della sosta selvaggia nelle Piazze. “Un’importante novità – commenta Lucio Passi di Legambiente-  da mesi chiedevamo di limitare il parcheggio selvaggio per liberare le piazze da auto, smog, e congestione. Ma la nostra azione non si fermerà qui e guarda a tutta la città. Da oggi dal sellino di decine e decine di biciclette, parcheggiate e in movimento pendono le colorate targhette antismog distribuite da Legambiente, Amici della Bicicletta e WWF. Quadrati di cartoncino 15 x 15 legati davanti al cestino portapacchi o sotto il sellino riportanti in più svariati slogan corredati da esplicativo disegno. Uno per tutti: “Ci siamo rotti i polmoni” “meno smog e più piste ciclabili”.

E’ in questo modo Legambiente, Amici della Bicicletta e WWF rilancIano la campagna a favore delle piste ciclabili “A Ruota Libera”, campagna per l’incentivazione del mezzo pulito per eccellenza che casca proprio a fagiolo. Anche ieri (giovedì16) Il Pm10 a Padova era altissimo, a 138 microgrammi per metrocubo quando i limite è 50. E siamo all’ottavo giorno consecutivo di superamento del limite!”

Legambiente, Amici della Bicicletta e WWF nei prossimi giorni – Domani Sabato 18 dicembre: dalle 10 alle 14 in via Verdi angolo via Dante-  e mesi continueranno a distribuire ai ciclisti le targhette antismog, raccogliendo  firme su richieste precise e dettagliate sulle piste ciclabili da realizzare a Padova. Sarà anche distribuita una mappa, con le piste ciclabili esistenti e da realizzare. Già oggi siamo a quota quota 2000 raccolte, e sono già centinaia le biciclette “targate non smog”. Ma non ci fermeremo certo qui: vogliamo sommergere Ivo Rossi con una valanga di autografi sulla nostra petizione.”