LIBESKIND: IL DEGRADO DELLA GOLENA NON ERA INEVITABILE#st#LEGAMBIENTE ”SINDACO, DOV’ERI? DENUNCIAVAMO DA MESI IL PROBLEMA

Sarà pubblicata giovedì prossimo da Ecopolis, la newsletter di Legambiente che raggiunge più di 7000 persone a Padova, la lettera aperta al Sindaco Flavio Zanonato sulla vicenda Libeskind”.
“Dispiace quando il proprio Sindaco non la racconta giusta- anticipa Lucio Passi, Coordinatore di Legambiente Pd. E questo è avvenuto lunedì, sui giornali padovani a proposito della “questione Libeskind”- il contestato monumento alle vittime dell’11 settembre: contestato non in sé (ci mancherebbe!) ma per lo scempio urbanistico che la sua costruzione ha prodotto a Porte Contarine, compromettendo verde, acqua e mura cinquecentesche.
Di fronte all’ultima critica, in ordine di tempo, quella d’Italia Nostra il Sindaco ha fatto proprio ciò che mai avrebbe dovuto fare. Ha detto una bugia. Ha risposto che “tutte le critiche mosse sono state tardive”. Ma Legambiente, insieme a Elio Franzin, vero artefice della denuncia, aveva dato il chi va là ancora mesi or sono – in aprile – prima ancora che le fondamenta fossero gettate.

I fatti su Ecopolis di Giovedì 23.