“4×4” FUORISTRADA IN CITTA’:#st#LEGAMBIENTE: “ELIMINARE UN DELIRIO COLLETTIVO”

Legambiente interviene sul problema sempbre più sentito dei "4X4" il cui uso impoprio in città non fa altro che aumentare la congestione e l’inquinamento. Ieri infatti, a complicare i già molti problemi della viabilità cittadina ci si sono messi  anche i fuoristrada di grandi dimensioni utilizzati dai genitori che accompagnano i figli a scuola. Emblematico, infatti, è quanto è accaduto ieri mattina nell’area che comprende le vie del Torresino, Marin, Cavalletto, Diaz e Cadorna, con  incolonnamenti incredibili.

E NE ChIEDE L’INIBIZIONE DELL’USO IN CITTA’ COME DELBERATO A PARIGI, ROMA E FIRENZE.

Pericolosi per gli occupanti e per chi si trova nella vicinanze, voraci trangugiatori di petrolio, altamente inquinanti, arrogantemente ingombranti: è questo l’insieme di caratteristiche che fa del Sub Urban Vehicles (di seguito SUV), da noi comunemente chiamati fuoristrada, un mezzo assolutamente inadatto alla circolazione urbana.  Legambiente invita quindi cittadini e amministrazione a mettersi in azione per la sicurezza e la vivibilità delle strade urbane e per la protezione dell’ambiente dalla minaccia rappresentata dai SUV, facendosi portavoce di una serie di richieste:

1. Patente speciale per i SUV, con una prova supplementare per accertare che il conducente sappia controllare i rischi derivanti dal baricentro alto, dalla trazione integrale e dai pneumatici dal fianco alto.

2. Divieto di circolazione ALMENO nei centri storici, come proposto  Parigi, Roma e Firenze e sosta a pagamento maggiorata per i SUV.

3. Disincentivi fiscali per i SUV.