AUMENTA IL PM10 MA NON LE CORSE DEI BUS#st#Legambiente: Cosa aspetta il Comune a realizzare il promesso aumento delle frequenze?

Con l’inizio dell’autunno le concentrazioni di polveri sottili tornano a farsi  più elevate. Da 6 giorni consecutivi (VEDI TABELLA) il Pm10 è costantemente sopra il limite di legge di cinquanta migoragrammi, con picchi di 89 all’Arcella. Stiamo quindi entrando nei mesi di passione per le polveri sottili: da qui a marzo-aprile c’è da attendersi, come ogni anno, aria inquinata quasi tutti i giorni. Già settembre si è chiuso male, registrando  10 superamenti, contro i 9 del 2005 e i 6 del 2004. Dall’inizio di quest’anno i superamenti sono stati 115 contro i 35 ammessi per legge.

“Mentre l’inquinamento avanza – dichiara Lucio Passi, Coordinatore di Legambiente Padova – il Comune non si è ancora attivato presso l’APS per trasformare l’impegno di aumentare le frequenze dei bus utilizzando i soldi delle multe della ztl in realtà.  Si tratta di un intervento strutturale significativo, tale da giustificare l’abbandono delle targhe alterne. Ma mentre le prime sono state già eliminate, l’aumento delle frequenze ancora non decolla, e la cosa ci preoccupa non poco. Anche del promesso tavolo permanente contro l’inquinamento non abbiamo più notizia.”

“Legambiente si unisce alla richiesta alla Regione fatta dai presidenti delle aziende di trasporto urbano Aps, Actv e Aptv, dal Sindaco di Padova e da alcuni consiglieri regionali, di sbloccare il fondo regionale per i trasporto pubblico fermo, dal 1996, al fine di dare una prospettiva di sviluppo alle aziende. Ma per l’aumento delle frequenze dei bus i soldi ci sono già, li abbiamo individuati con l’Assessore Bicciato nei milioni di euro provenienti dalle multe della ztl e il Sindaco il 21 settembre ha fatto una conferenza stampa insieme a Legambiente in cui si è impegnato a portare avanti la proposta. Anche la segreteria della CGIL si è convintamene dichiarata a favore di questa soluzione. Del restoconclude Passi – qui si tratta del provvedimento strutturale per diminuire le emissioni di Pm10 più significativo  tra quelli che  il Comune ha presentato qualche giorno fa. Se non venisse attuato – oltre a rappresentare un volta faccia inspegabile- riporterebbe alla necessità di effetturare limitazioni del traffico periodiche ben più stringenti del solo blocco delle auto non catalizzate. Senza contare infine, che le 350 corse di autobus in più ogni giorno, previste dalla proposta di Legambiente, porterebbero immediato sollievo a quelle situazioni di disagio su autobus gremitissimi, registrati in questi giorni, come nel caso delle linee 4 e 19.

 

   SUPERAMENTI CONSECUTIVI DEGLI ULTIMI GIORNI

PM10 microg/m3

 

 

Gio
28-09

Ven
29-09

Sab
30-09

Dom
01-10

Lun
02-10

Mar
3-10

Arcella

67

69

89

77

57

56

Mandria

50

61

76

70

58

54

media citta

58.5

65

82.5

73.5

57.5

55

Fonte Arpav. Elaborazione Legambiente