CONTRO IL LOGORIO DELLA VITA MODERNA… LEGAMBIENTE COME CALINDRI

Ricordate i vecchi Caroselli con Ernesto Calindri che sorseggia un aperitivo sul suo bel tavolino in mezzo ad una strada trafficatissima? Lo slogan dello spot pubblicitario anni ’70 scandiva: “contro il logorio della vita moderna”. E’ più quello che ha fatto oggi Legambiente sulla rotonda di via Facciolati, distribuendo agli automobilisti di passaggio un opuscolo su come rendere possibile e serena la convivenza tra auto-bici e pedoni. Ed insieme all’opuscolo anche una piatina di basilico offerto dalla Cooperativa il Ponte. Iniziativa rientrava nella campagna Usa la Testa – Usa la bici realizzata con il contributo del Centro di Servizi per il volontariato della provincia di Padova.

Spiega Sandro Ginestri – Coordinatore di Legambiente Padova: “Ogni giorno a Padova c’è un incidente stradale che coinvolge un ciclista. Sicurezza, quella vera, è la possibilità, ad esempio per i più giovani di muoversi in autonomia per la propria città, invece di restare rinchiusi nelle macchine di genitori "protettivi". Incidenti, feriti, stress, arrabbiature, inquinamento.. sono molti gli elementi che rendono poco vivibili le nostre strade. Legambiente, con l’iniziativa Rassereniamoci oggi inizia a distribuire migliaia di opuscoli (clicca qui per scaricarlo) contenenti semplici ed utili consigli su come migliorare la convivenza nel traffico cittadino.”

Per cominciare vi si trovano le Regole del Codice della strada più trascurate, ma non per questo meno importanti, come l’uso delle luci per chi circola in bicicletta, o l’obbligo di dare la precedenza negli attraversamenti ciclo-pedonali per chi usa l’auto. Non mancano le regole di Bon Ton: “Negli incroci cerca il contatto con gli occhi di chi guida altri veicoli e ricorda: passare per primo non ti libererà dal traffico e non migliorerà la tua giornata. Consigli anche per i più “duri” e per finire, riflessioni sulla importanza dell’suo della bici: un gesto piccolo, concreto e quotidiano che tocca però temi di importanza globale come i mutamenti climatici, il consumo di petrolio, le guerre, la salute…

Se l’educazione degli utenti della strada è fondamentale, ancor più pregnante è la realizzazione di piste ciclabili e di servizi di promozione all’uso della bici, in una città come Padova, dove si è fatto molto in questo senso negli ultimi anni, ma altrettanto dovrà essere fatto negli anni a venire, per contribuire a combattere un livello di inquinamento costantemente sopra i limiti di legge, e una densità automobilistica doppia rispetto a quella di capitali europee come Berlino, Londra o Parigi.