MENTRE IL PM10 RIMANE ALTISSIMO#st# LEGAMBIENTE RILANCIA LA SFIDA DELLA CICLOMOBILITA’ E IN TUTTA ITALIA RIPARTE MAL’ARIA

Domani in Piazza delle Erbe ci sarà qualcosa di diverso. Dal sellino di decine e decine di biciclette, parcheggiate e in movimento penderanno le colorate targhette antismog distribuite da Legambiente, Amici della Bicicletta e WWF. Quadrati di cartoncino 15 x 15 legati davanti al cestino portapacchi o sotto il sellino riportanti in più svariati slogan corredati da esplicativo disegno. Dal battagliero “Ci siamo rotti i polmoni”, all’estetizzante “più bici più piaci”, dal salutista “brucia il grasso non la benzina” al pacifista “più bici, meno petrolio = meno guerre” dallo sportivo “fila via… in bici” all’ironico “più metano, meno smog” (ma per capire questo bisogna vedere il disegno…), dal mistico “Santa Graziella proteggici da pioggia, ladri e automobilisti” al bi-partisan “W la bici”. Tutti però concludono con la richiesta “meno smog e più piste ciclabili”.

E’ in questo modo che domani a Padova Legambiente apre la campagna nazionale Mal’aria, che in tutt’Italia prende l’avvio nell weekend compreso tra il 17 e il 19 dicembre. In tantissime città Legambiente organizzerà attraverso blitz di protesta, con giornate di monitoraggio delle infrazioni da traffico, con l’esposizione alle finestre delle ormai storiche lenzuola no-smog, o con iniziative come quella Padovana.

“E ce né proprio bisogno – commenta Lucio Passi, Coordinatore di Legambiente Padova: anche oggi il Pm10 resta altissimo. Anche se l’a centralina dell’ARAPV non ha fornito i dati in tutte le città delle veneto, come ieri siamo abbondantemente oltre i centro microgrammi per metrocubo d’aria (quando il limite di legge giornaliero è 50), e non c’è motivo di credere che Padova faccia eccezione. E siamo al settimo giorno consecutivo di superamento del limite!”

“Per tutta la mattina di venerdì- annuncia Sandro Ginestri, Responsabile del gruppo Bici di Legambiene distribuiremo ai ciclisti le targhette antismog, raccoglieremo le firme su richieste precise e dettagliate sulle piste ciclabili da realizzare a Padova. Sarà anche distribuita una mappa, da noi realizzata con le piste ciclabili esistenti e da realizzare. L’invito a tutti è quello di passare al nostro banchetto che allestiremo dalle 10 in poi davanti alla chiesetta di Via San. Canziano (alla fine di piazza delle erbe). Quest’iniziativa che insieme agli Amici della Bicicletta e WWF abbiamo chiamato “A Ruota Libera” sta incontrando il favore della città. Già domani credo che raggiungeremo quota 2000 firme apposte in calce alla nostra petizione, e sono già centinaia le biciclette “targate non smog”. Ma non ci fermeremo certo qui: vogliamo sommergere Ivo Rossi con una valanga di autografi sulla nostra petizione.”

E possibile firmare e ritirare gratuitamente targa e mappa:

Venerdì 17 dicembre: dalle 10 alle 14 in via S. Canziano, davanti alla chiesetta (zona p.zza delle Erbe). Sabato 18 dicembre: dalle 10 alle 14 in via Verdi angolo via Dante (Davanti al Gigi Bar) E’ anche possibile firmare la petizione per chiedere più piste ciclabili, direttamente dal sito www.legambientepadova.it.