NUOVE PISTE CICLABILI
Legambiente: “Bravo Rossi, ma serve l’area a ciclabilità diffusa in Centro e la messa in sicurezza”

Sono molte, in questi giorni, le inaugurazioni di piste ciclabili e l’inizio lavori o il finanziamento di nuove tratte: via Bembo, Chiesanuova, il collegamento tra via Ontani e via Belli alla Guizza. Di recente poi sono partiti i lavori l’isola pedonale che comprende via Zabarella, via Altinate e via Cassan.
 
“Ci complimentiamo con l’Assessore alla Mobilità Rossi – dichiara Lucio Passi coordinatore di Legambiente Padova – e non sono certo complimenti scontati e rituali. Infatti oltre alla condivisione della necessità del tram,  di una rete ampia di piste ciclabili e dell’allargamento delle aree pedonali, sia noi che l’Assessore siamo ben consci delle pesanti divergenze che ci dividono sul resto delle politiche della viabilità. Legambiente rimarca come negativi la mancanza di seri tentativi per ridurre il traffico in entrata in città, la programmazione di autosilos in centro che attireranno le auto fino dentro alle mura cinquecentesche, la mancanza di una reale politica di potenziamento degli autobus, le nuove strutture viarie, in costruzione o programmate (arco di giano, nuova via guizza, grande raccordo anulare ecc.) che in breve tempo attrarranno nuova edificazione e nuovo traffico.”
 
Tornando alla piste ciclabili, oltre ai complimenti Legambiente ribadisce due priorità da tempo segnalate all’Assessore e alla città.
 
La prima è la necessità di trasformare la zona centrale di Padova, quella a più alta densità di ciclisti, in un’area a ciclabilità diffusa. Si tratta di fare come a Ferrarara, dove una speciale segnaletica permette alle bici di transitare nelle vie a senso unico per gli altri mezzi, fatta salva la compatibilità con la sicurezza stradale (per saperne di più vedi dossier http://www.legambientepadova.it/censimento_bici).
 
La seconda è quella di mettere in sicurezza per le biciclette i molti tratti del percorso del tram in promiscuità con gli altri mezzi. “Abbiamo presentato in aprile un dettagliato programma di interventi semplici ma necessari – conclude Passi: l’Assessore Rossi non ci ha risposto e ne ricevuti.  
 
Per saperne di più http://www.legambientepadova.it/dossier_bici_metrotram.