PADOVA VINCE IL CAMPIONATO EUROPEO PER LE RINNOVABILI
E’ medaglia d’oro tra le grandi città

Sono 12 i comuni vincitori della Res Champions League 2012, il campionato europeo per le energie rinnovabili, che premia le migliori performance sulle fonti pulite e le politiche energetiche locali. Quattro le categorie premiate: i comuni fino a 5mila abitanti (piccolissimi), quelli tra 5 e 20mila abitanti (comuni piccoli), tra i 20 e i 100mila (medi) e quelli oltre i 100mila residenti (grandi). Padova vince tra le città grandi. Il premio ai sindaci vincitori è stato consegnato oggi a Roma, presso il Senato, una cerimonia organizzata da Legambiente, che dal 2010 partecipa in rappresentanza dell’Italia al progetto europeo Res Champions League. Alla premiazione sono intervenuti il vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini, il sottosegretario al ministero dell’Ambiente Tullio Fanelli, il responsabile settore comunicazione della rappresentanza in Italia della Commissione europea Vittorio Calaprice. A Ritirare il premio, in rappresentanza del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale di Padova c’era l’Assessore Andrea Micalizzi.

Padova – spiega Piero Decandia, responsabile energia di Legambiente Padova – si guadagna il primo posto tra i comuni con più di 100 mila abitanti soprattutto per il suo impegno sul fronte dello sviluppo delle energie rinnovabili e teso alla della riduzione delle emissioni di anidride carbonica. La città ha installato 572 mq di solare termico, 42.700 kW di fotovoltaico, 0,75 kW di mini eolico, 590 kW di mini idro, 11,3 MW di biomassa, 200 kWe + 90 kWt geotermia, 1.980 kWe biogas. Inoltre Nel 2011 il comune si è impegnato a ridurre almeno del 20% le sue emissioni al 2020 rispetto ai livelli del 2005.

Un risultato che per quanto riguarda gli impianti solari domestici e il risparmio energetico nelle case è attribuibile in buona misura agli sportelli energia di quartiere promossi da Legambiente e Comune di Padova dal 2008. Gli sportelli hanno infatti fornito ai cittadini 4000 consulenze e promosso i gruppi d’acquisto solare che hanno acquistato e installato  300 impianti solari fotovoltaici generando economia per 8 milioni euro. I gruppi d’acquisto solare sono stati motore di una vera e propria trasformazione della città. Un motore che però rischia fermarsi perché a marzo è scaduta la convenzione tra Comune e Legambiente e il rinnovo da parte dell’Amministrazione va per le lunghe. Troviamo imbarazzante che un servizio, ormai percepito come indispensabile dai cittadini, e che ha consentito a Padova di essere ai vertici europei per le politiche energetiche, venga sospeso. In un momento di crisi come questo il Comune dovrebbe rendersi conto che una delle risposte da dare alla crisi è puntare sulla green economy, conclude Decandia.

Alla gara hanno partecipato quest’anno i migliori comuni di 12 paesi europei – Austria, Belgio, Bulgaria, Francia, Germania, Italia, Polonia, Scozia, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Ungheria – selezionati in base ai risultati conseguiti in “competizioni nazionali” sulla diffusione delle tecnologie pulite e sulle politiche energetiche locali. Ognuno dei premiati porta avanti uno o più progetti che testimoniano gli importanti progressi compiuti in Europa nello sviluppo delle fonti di energia pulita e le possibilità offerte da un sistema efficiente di generazione distribuita per contribuire a ridurre le emissioni climalteranti.

Quattro le categorie premiate, definite in base al numero di abitanti: i comuni fino a 5mila abitanti (piccolissimi), quelli tra 5 e 20mila abitanti (comuni piccoli), tra i 20 e i 100mila (medi) e quelli oltre i 100mila residenti (grandi). In testa alla prima classifica c’è Tramayes in Francia. Tacherting, in Germania, si aggiudica il primo posto per la sezione comuni piccoli e Leutkirch, sempre in Germania, quello per i comuni medi. Padova vince tra le città grandi.

 

La classifica del RES Champions League 2012

Comuni piccolissimi (fino a 5.000 abitanti)
1 posto: Tramayes (France)
2 posto ex-aequo: Friedrich-Wilhelm-Lübke-Koog (Germany)
2 posto ex-aequo: Boly (Hungary)
Comuni piccoli (5.000 – 20.000 abitanti)
1 posto: Tacherting (Germany)
2 posto: Le Mené (France)
3 posto: Szarvas (Hungary)
Comuni medi (20.000 – 100.000 abitanti)
1 posto: Leutkirch (Germany)
2 posto: Grosseto (Italy)
3 posto: Zlin (Czech Republic)
Comuni grandi (> 100.000 abitanti)
1 posto: Padova (Italy)
2 posto: Erlangen (Germany)
3 posto: Besançon (France)

 

Per maggiori informazioni: www.res-league.eu