PM1O E LAVAGGIO STRADE
Un buco nell’acqua lo dice Arpal, è spreco di denaro

“Sarà uno spreco inutile di denaro pubblico – denuncia Lucio Passi portavoce di Legambiente Padova –  la campagna di lavaggio strade prevista dalla Giunta Bitonci che dovrebbe contrastare le polveri fini.

“E’ noto che non serve a nulla – ricorda Passi: “già nel 2002, nel territorio comunale di Milano, l’Arpa Lombardia ha condotto una verifica per valutare l’effetto del lavaggio delle strade sulle concentrazioni della frazione Pm10 del particolato aerodisperso. Questi i risultati:

“1) Il lavaggio delle strade non ha alcun effetto significativo sulle concentrazioni di Pm10 nell’area lavata: ciò dipende dal limitato contributo della componente “suolo” alle concentrazioni di Pm10. Se si considera questo fattore e lo spazio intercorso in 24 ore da una massa d’aria che si muove a 1m/s, il lavaggio artificiale del suolo, anche di un’area di dimensione pari al territorio comunale di Milano, non porta ad una variazione significativa alle concentrazione medie giornaliere di Pm10.

 

2) Esiste un gradiente verticale delle concentrazioni di Pm10, calcolato pari a –10% su 25 metri, ma questo non risulta significativamente influenzato dal lavaggio delle strade. L’umidità del suolo influisce sulla risospensione del particolato (componente “suolo”) e quindi sul gradiente; l’effetto è però così limitato da non variare significativamente la qualità del Pm10.

"Dunque bastava tenersi in contatto con l’Arpa Lombarda- conclude Passi –  recependo i risultati della verifica milanese, effettuata  anche a Lodi con gli stessi esiti, per evitare uno spreco di denaro totalmente inutile".