RILANCIAMO LA CICLABILITA’ A PADOVA
Domenica in piazza per raccogliere firme

 Domenica 17 settembre “A ruota libera”, la rete che riunisce  associazioni e comitati cittadini che si occupano di sostenere il ciclismo urbano (ASU, La mente Comune, Legambiente, rete Studenti Medi, UDU Studenti Per, Wingwam il Presidio e i comitati Palestro 30elode, Rete Arcella Viva e SalviaicisticiPadova), sarà in piazza dei Signori con uno stand dalle 10 alle 19 in occasione della domenica ecologica.

“Siamo tornati ad aderire ad una iniziativa del Comune –dichiara Andrea Nicolello, responsabile ciclabilità di Legambiente –  dopo anni in cui la bici era finita nel dimenticatoio. Vogliamo dar fiducia ad alcuni segnali positivi che abbiamo colto dalla nuova amministrazione: ad esempio il posizionamento di centinaia di rastrelliere nei quartieri, a seguito anche delle segnalazioni di Associazioni e Comitati;  le dichiarazioni sulla volontà di allestire parkbici custoditi in centro; la ripartenza, il 20 settembre di Agenda 21… Ci aspettiamo però quanto prima la convocazione per la stesura partecipata del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), che coinvolga gli attori sociali interessati."

Domenica lo stand della rete di "A ruota Libera" sarà interattivo e giocoso.

Ecco alcuni esempi di cosa si potrà fare.

La tua bicicletta è in ordine? Scoprilo con il quiz di auto-analisi sullo stato della propria bici. Oppure: quanto sareste disposti a spendere per lasciarla in un park custodito? Sondaggio sul valore attribuito ad un servizio presente nelle piazze fino agli anni ’80 e che si vorrebbe riattivare.

Gli automobilisti invece potranno mettere alla prova la conoscenza di quelle regole del Codice previste per garantire la sicurezza di chi va in bici. Domande su cartelli e norme del codice della strada meno note. Idem dicasi per i ciclisti…

Completano le proposte interattive il “io non inquino e ci metto la faccia”, autoscatti ed hashtag pro bici per i più social.

Ma allo stand saranno presenti anche pannelli e infografiche su ciò che “A ruota libera” chiede all’amministrazione per favorire la ciclabilità urbana: le zone 30, i doppi sensi di marcia per le bici in ZTL, illuminazione e piastre rialzate agli incroci pericolosi. Sarà possibile firmare una petizione per sostenerle.

Si raccoglieranno anche richieste, segnalazioni e proposte dei cittadini. Grazie ad Agenda 21 e alla scrittura partecipata del PUMS “A ruota libera” spera di poter portare all’Amministrazione le esigenze di chi si muove senza inquinare. L’obiettivo è riequilibrare la quota di come ci si sposta in città: oggi il 60% sceglie l’auto, bisogna arrivare al 30-30-30 (fra bici, trasporto collettivo e auto).

 A ruota libera è costituito dalle associazioni (ASU, La mente Comune, Legambiente, rete Studenti Medi, UDU Studenti Per, Wingwam il Presidio e i comitati Palestro 30elode, Rete Arcella Viva e SalviaicisticiPadova)