APPELLO AL VOTO PER LA SOLUZIONE “A”

Domenica 18 giugno 2006, dalle 8.00 alle 20 nel quartiere nord – 2 (Arcella, S. Bellino, S. Carlo, Pontevigodarzere) si terrà la consultazione popolare per decidere sulle nuove pesanti edificazioni all’Arcella. I sottoscritti, residenti del quartiere, invitano a votare e a far votare la soluzione A

 

I sottoscritti, residenti del quartiere nord, invitano a votare e a far votare la soluzione A alla consultazione sulle nuove pesanti edificazioni all’Arcella, che si svolgerà Domenica 18 giugno dalle 8.00 alle 20.00.
    Votando A si dice NO alla torre di 13 piani ed altri edifici, destinati per la metà ad usi direzionali e commerciali, che l’immobiliare Valli vuole costruire a San Carlo.
    Questo non è un progetto di riqualificazione: se dovesse essere realizzato tutto,  alla torre già esistente se ne aggiungeranno altre due,  più tre edifici alti 14 metri e parcheggi a raso, interrati e multipiano. 

 

    Si costruirebbe un "ecomostro” che peggiorerebbe il quartiere rendendolo ancora più densamente edificato, cosa che richiamerà nuovo traffico aumentando smog e rumore, già ad altissimi livelli, e fuorilegge. Inoltre non aumenterà il verde, che anzi sarà soffocato dai nuovi edifici.
    Fermiamo la colata di cemento: per cominciare a ragionare tutti insieme  su cosa serve realmente all’Arcella tenendo conto dei problemi che ha, tra cui quello dell’inquinamento, che è gravissimo.
    Il quartiere ha bisogno di un cuore, di verde, di una vera piazza di servizi e spazi pubblici per i cittadini: il progetto Valli è il contrario di ciò di cui abbiamo bisogno. Fermiamolo!

 Lorenzo Fellin – docente universitario

Giandomenico La Casa – architetto

Giuseppe Boffolo – editore

Silvano Fontololan – operaio

Gianni Galante – imprenditore

Ugo Quaglia – insegnante

Lusia Arsia – pensionata

Andrea Nicolello Rossi – vice presidente Legambiente

Anna Maria Nusca – libera professionista

Vittorio Picello – geometra

Giuseppe Zambon – consulente finanziario

Monica Pedrotta – studentessa

Arianna Petris – libraia

Maria Gobbo – pensionata

Simonetta Rando – assistente sociale

Paola Soave – pensionata

Giorgio Pegher – studente

Silvio Santori – insegnante

Amedeo Artioli – Auser Arcella

Nila Corrain – insegnante

Rina Guadagnini- Biologa

Alberto Gagliardo – impiegato

Francesca Vian – insegnante

Michela Esposito – dr.ssa scienze ambientali

Flaviana Schiavon  – impegata

Maria Giuseppa Danese – pensionata

Mutalipassi Teresa – biologa

Laura Trombetta – assistente sociale

Anna Lavorato – infermiera

Giorgio Rossi – tecnico universitario

Emanuela Fasolo – commerciante

Teresita Miazzo – residente

Alessandra Vianello –  impiegata

Vinicio Vinello – pensionata

Marina Bisello – insegnante

Jeanne Bojer – libera professionista

Yuri Artioli – docente universitario