AUTO: LA FORD ROTTAMA IL SUO MAXI-SUV#st#LEGAMBIENTE: “BENVENUTO IL PENTITISMO AUTOMOBILISTICO”

"Benvenuto il pentitismo automobilistico". Legambiente saluta così la scelta della Ford di ritirare dalla produzione il suo bestione di punta: l´Excursion, lungo 5 metri e con un consumo esorbitante di benzina.

"Davvero una buona notizia anche per il valore della scelta: l´inefficienza e il regresso tecnologico non si esprime solo nei consumi, ma anche negli ingombri e la Ford, una delle principali case americane produttrici di questi veicoli hanno dimostrato di poter invertire la rotta".

Negli USA infatti questo tipo di auto rappresenta circa il 20% del parco auto circolante e quasi il 50% delle vendite delle tre maggiori case automobilistiche del continente, le cosiddette big three: Ford, GM e Chrysler. Ciò significa circa 3.5 milioni di nuovi SUV all’anno.

"Dunque – conclude Legambiente – sono pericolosi per gli occupanti e per chi si trova nella vicinanze, voraci trangugiatori di petrolio, altamente inquinanti, arrogantemente ingombranti: è questo l’insieme di caratteristiche che fa del SUV un mezzo assolutamente inadatto alla circolazione urbana. E sono ancora tantissimi i modelli che circolano per le nostre strade cittadine con consumi alle stelle: basti pensare che i 10 SUV più venduti in Italia hanno consumi urbani del 60-70% superiori rispetto quelli delle 10 auto più vendute".

 

In allegato la tabella con i consumi  dei 10 SUV più venduti in Italia a confronto con i consumi delle 10 auto più vendute in Italia.