Nontiscordardimé, operazione scuole pulite

Si impara meglio in un ambiente accogliente. “Nontiscordardimé – Operazione Scuole Pulite” è una giornata dedicata a migliorare la vivibilità e la sicurezza delle nostre scuole, un’occasione educativa per costruire senso civico e promuovere formazione alla cittadinanza attiva.
Sabato 24 marzo Legambiente in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione e con il patrocinio dell’Unione delle Province d’Italia e dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani, organizza Nontiscordardimé – Operazione Scuole Pulite.
“Nontiscordardimé – Operazione Scuole Pulite” è una giornata dedicata a migliorare la vivibilità e la sicurezza delle nostre scuole, un’occasione educativa per costruire senso civico e promuovere formazione alla cittadinanza attiva.
Bambini, ragazzi, giovani, insieme agli insegnanti, ai genitori, ed ai cittadini del territorio, dedicheranno una parte del loro tempo ad interventi di manutenzione dell’edificio scolastico o del suo cortile o dell’area immediatamente antistante la scuola. Nel corso della giornata si organizzeranno pulizia di spazi, piantumazione di alberi, verniciatura di aule o recinzioni, costruzione di aiuole o orti, laboratori di falegnameria o elettronica per il recupero di attrezzature scolastiche, interventi per mettere in sicurezza la scuola o per liberarla dal traffico.
Oltre ad alcune scuole di Padova numerose sono anche le adesioni alla campagna in provincia: Teolo, Este, Galliera Veneta e Albignasego.
In questi anni Nontiscordardimè è stata l’occasione per rendere l’istituto scolastico un luogo di festa e di socializzazione aperto alle espressioni culturali della scuola e della comunità locale, ma anche per parlare di risparmio energetico, aprirsi alla comunità locale e sensibilizzarla sulle problematiche legate alla scuola, come la mancanza di fondi o l’innalzamento dell’obbligo scolastico.
Con questa iniziativa si vuole segnalare l’importanza di curare la vivibilità interna agli edifici: cura e pulizia degli spazi, sicurezza, salubrità; la vivibilità esterna: qualità ambientale, piacevolezza dell’ambiente circostante, sicurezza; la vivibilità culturale: perché nella scuola entri tutta la ricchezza di idee ed iniziative della comunità locale.
Una giornata per fermarsi a riflettere sull’importanza della scuola come presidio territoriale e strumento di crescita per la qualità culturale della comunità stessa.

 

Teresa Griggio