PIAZZA RABIN E PRATO DELLA VALLE
La politica rinuncia a progettare al città delegando i costruttori

“Una brutta pagina, quella scritta ieri dalla Giunta – dichiara Lucio Passi, portavoce di Legambiente Padova-  che ha sdoganato definitivamente l’autosilos in Piazza Rabin. Nonostante le pesanti, diffuse, numerose e trasversali critiche al progetto, registrate negli ultimi 12 mesi, la Giunta ha fatto orecchie da mercante. Anzi peggio. La politica ha abdicato a sé stessa delegando i costruttori a ridisegnare la città. E’ emblematico che i costruttori del park interrato e gli altri interventi abbiano trattato direttamente con la Soprintendenza, che in un primo tempo li aveva bloccati, i nuovi progetti per superare le prescrizioni della soprintendenza stessa.”

“L’amministrazione di fronte a tutto questo – incalza Andrea ragona, Presidente di Legambiente Padova – si è limitata a ratificare il nuovo progetto, che cristallizzerà la viabilità, il traffico e l’inquinamento attuali in prato della vale per 45 anni. E la beffa è che il comune, a parte i fine settimana, dovrà perfino affittare gli spazi nella sala ricavata nella parte alta del frontone ristrutturato.

Ci sarebbe piaciuto vedere più coraggio da parte di chi, all’interno della maggioranza, in questi mesi aveva sollevato perplessità sul progetto, conclude Ragona.”