USALA MENO, COMPRALA MEGLIO
Primo rapporto sull’impatto ambientale di auto e furgoni

Scarica l’intera ricerca (pdf, 1010 KB) sui veicoli meno impattanti, con le tabelle suddivise secondo le varie classi, la 10 ten sulle migliori, la top 10 black (le peggiori) e molti consigli per usarla meno e meglio.
  
EcoMobiList: cos’è e perchè
E’ il primo rapporto italiano sull’impatto globale delle auto e furgoni; prende in considerazione Euro 4 in commercio in Italia e ne analizza l’impatto ambientale globale: emissioni di inquinanti dannosi per la salute, produzione di gas serra, rumore, consumi, sicurezza stradale.

Emerge così una “classifica” dei modelli più o meno virtuosi e la consapevolezza che non tutti gli Euro4 sono uguali… anzi!

Si tratta di un utile strumento non solo per guidare all’acquisto delle auto meno impattanti, ma anche per orientare gli incentivi governativi. Di questo, e dalla mancata obbligatorietà dei filtri anti particolato sui mezzi diesel in commercio in Italia, faremo il punto con il sottosegretario all’ambiente Gianni Piatti.

Dove e quando
Mercoledì 18 aprile, ore 12,00 – 13,00
PadovaFiere, via Nicolò Tommaseo
SEP  e City Logistics Expo
sala logistica, Padiglione 14.
Ingresso gratuito.

Programma
Presentazione del rapporto
– Roberto Della Seta, Presidente nazionale Legambiente
– Rina Guadagnini, Ufficio scientifico nazionale Legambiente

Gli interventi istituzionali per una mobilità sostenibile
– sen. Gianni Piatti, Sottosegretario all’Ambiente, Ministero dell’Ambiente
– Carmelo Trotta, Direttore Motorizzazione Civile del Triveneto
– Francesco Bicciato, Assessore all’Ambiente Comune di Padova
Coordina Andrea Poggio, Vice Direttore nazionale Legambiente

Accredito on line
L’ingresso ai saloni SEP e City Logistics Expo è gratuita, previo accreditamento all’ingresso.
E’ possibile accreditarsi on line.
Scarica il biglietto di accredito per l’ingresso (pdf, 240 KB)


I parametri analizzati

Ecco alcuni dei parametri messi a confronto nella ricerca:
1. Emissioni
Vengono confrontati a quali valori limite d’emissione corrisponde il veicolo rispetto a idrocarburi, ossidi di azoto, monossido di carbonio e polveri sottili.

2. Rumore
La misura si basa su completa accelerazione a partire dai 50 km/h in seconda e in terza marcia.

3. Emissioni di CO2 in g/km
Questo valore indica la quantità di CO2 (responsabile dell’effetto serra) emessa per km percorso. È misurato nel corso dello stesso test per il consumo di carburante. Affinché i veicoli rispettivi possano essere comparati, questi valori tengono conto delle differenze di composizione chimica tra benzina, gasolio e gas.

4. Consumo di carburante
Questo valore “misto” è stabilito sulla base dei nuovi test europei basati su ciclo di guida in ambiente urbano ed extra-urbano.

5. Tipi di carburante
Tre i tipi carburante presi in esame: benzina; diesel; gas

6. Danni alla salute dovuti elle emissioni

7. Danni alla salute dovuti al rumore

8. Danni all’ambiente

9. Classe
Per facilitare la comprensione del rapporto i raffronti saranno effettuati anche per classe

Voto globale
Per la valutazione globale di un veicolo, i punti ottenuti nelle differenti categorie saranno  ponderati  e poi sommati. Più punti riceve un’auto e meno dannosa è per l’ambiente e la salute.

I partner
La ricerca è curata da ATAs e Legambiente per conto di SEP e City Logistics Expo di PadovaFiere.

La presentazione gode del patrocinio del Comune di Padova e della collaborazione del settore Ambiente del Comune di Padova e di APS Sinergia s.p.a.

Una sintesi del rapporto sarà pubblicato sul mensile La nuova ECOLOGIA di Maggio.