Tagged as: smog

AUSPICABILE RIDURRE IL COSTO DELL’ABBONAMENTO AGLI STUDENTI
Utile non far pagare i mezzi durante il blocco degli Euro3

"Legambiente condivide la proposta del consigliere comunale Enrico Turrin (Libero Arbitrio) di non far pagare i mezzi pubblici quando a causa dello smog vengono bloccati gli euro 3. Come, per altro, auspica che vada in porto l’accordo tra Comune e Università per l’abbonamento annuale agevolato per gli studenti universitari”. A dichiararlo è Lucio Passi, responsabile delle politiche antismog di Legambiente Padova.

PM10: VERSO IL BLOCCO ANCHE DEGLI EURO TRE
Ma servono le misure strutturali che Legambiente invoca da tempo

“Da 8 giorni – dichiara Lucio Passi, responsabile politiche antismog di Legambiente Padova, il PM10 è consecutivamente sopra il limite di legge giornaliero (50 microgrammi per metro cubo), e l’Arpav non prevede miglioramenti per i prossimi tre giorni. Questi i dati: Venerdì 19 gennaio 60 microgrammi, sabato 20 55 microgrammi, domenica 21 68, lunedì 22 52, martedì 23 61, mercoledì 24 75, giovedì 25 107, venerdì 26, 117  sabato 27”

CONSUNTIVO SMOG 2017: MAI COSì INQUINATI DA UN DECENNIO
Cosa fare mentre aspettiamo il tram?

“A Padova il 2017 è stato l’“annus horribilis“ del decennio per quanto riguarda la qualità dell’aria  fuorilegge per Pm10, Pm2,5 ed Ozono. In particolare per il PM10 - dichiara Lucio Passi, portavoce di Legambiente Padova- E’ da un decennio che non si registravano così tanti sforamenti del limite di legge giornaliero (50 microgrammi per metro cubo d’aria da non superarsi per più di 35 giorni in un anno), ben 100 (Dati aggiornati al 26 dicembre).

IL PM10 FA NOVANTA NEL 2017
Mai così male dal 2013

Tra il primo e il 15 dicembre - continua Passi- i giorni di superamento sono stati 10. In novembre sono stati 13, in ottobre 19. Praticamente un giorno su due abbiamo respirato aria inquinata e fuorilegge. Le polveri sottili sono costituite da una miscela che include carbonio, piombo, nichel, cadmio, arsenico, nitrati, solfati e miscele complesse come particelle provenienti dagli scarichi dei veicoli diesel e a Padova la principale fonte di emissione è il traffico.”

PM10 A LIVELLI STELLARI
131 giorni di aria fuorilegge

Sta finendo malissimo questo novembre 2017 dal punto di vista dell’inquinamento atmosferico. Dal 18 novembre il Pm10 è stato registrato consecutivamente al di sopra del limite legge di 50 microgrammi per metrocubo d’aria (limite giornaliero di legge), fino ai picchi di 106 microgrammi di giovedì e 111 di venerdì.

ECOSISTEMA URBANO: PADOVA PEGGIORA ANCORA
Con Bitonci è scivolata al 42esimo posto

Ecosistema urbano, giunto alla ventiquattresima edizione, è la “fotografia ambientale” scattata annualmente a tutti capoluoghi italiani da Legambiente in collaborazione con il Sole 24 Ore, analizzati attraverso 16 parametri ambientali. Spiega Lucio Passi, portavoce di Legambiente Padova: “I dati di Padova che presentiamo sono stati forniti dal Comune, riguardano il 2016 ed elencano i risultati delle politiche ambientali dell’Amministrazione comunale, quella di Bitonci, stagnanti e mediocri. Padova risulta 42esima  nella “classifica generale” dei capoluoghi, perdendo 3 posizioni dallo scorso anno dove era  39sima, ed altre 4 dall’anno prima in cui era 35sima.

PADOVA TERZA TRA LE CITTà PIù INQUINATE
Emergenza smog sempre più cronica

Da gennaio a metà ottobre sono ben 25 le città che hanno superato il limite di 35 giorni con una media giornaliera oltre i 50 microgrammi per metro cubo previsto per le polveri sottili (PM10). Ben 24 di queste appartengono alle sole 4 regioni del nord Italia (Piemonte Lombardia Veneto ed Emilia Romagna). Bollino rosso per Torino (66 gg di superamento di PM10), Cremona (58 gg), Padova (55 gg). Mal'aria - senza alcuna azione efficace da parte di chi avrebbe dovuto programmare e mettere in campo interventi concreti per superare una volta per tutte il problema ed evitare di arrivare già al prossimo inverno con lo stesso problema.

RILANCIAMO LA CICLABILITAà A PADOVA
Domenica in piazza per raccogliere firme

Domenica 17 settembre “A ruota libera”, la rete che riunisce  associazioni e comitati cittadini che si occupano di sostenere il ciclismo urbano (ASU, La mente Comune, Legambiente, rete Studenti Medi, UDU Studenti Per, Wingwam il Presidio e i comitati Palestro 30elode, Rete Arcella Viva e SalviaicisticiPadova), sarà in piazza dei Signori con uno stand dalle 10 alle 19 in occasione della domenica ecologica.