Tagged as: mobilità

BUS: BENE LE NUOVE LINEE
Servono tuttavia corse frequenti e la puntualità /velocità  dei mezzi

“La scelta dell’amministrazione comunale di investire sul trasporto pubblico – dichiara Andrea Nicolello, responsabile mobilità Legambiente Padova- di ridisegnare molte delle linee che erano state ridimensionate negli anni passati, è un’ottima notizia. Si è scelto giustamente di garantire la capillarità del servizio e si è posta grande attenzione ad alcuni quartieri (come l’Arcella o Sacra Famiglia)

AUSPICABILE RIDURRE IL COSTO DELL’ABBONAMENTO AGLI STUDENTI
Utile non far pagare i mezzi durante il blocco degli Euro3

"Legambiente condivide la proposta del consigliere comunale Enrico Turrin (Libero Arbitrio) di non far pagare i mezzi pubblici quando a causa dello smog vengono bloccati gli euro 3. Come, per altro, auspica che vada in porto l’accordo tra Comune e Università per l’abbonamento annuale agevolato per gli studenti universitari”. A dichiararlo è Lucio Passi, responsabile delle politiche antismog di Legambiente Padova.

PM10: VERSO IL BLOCCO ANCHE DEGLI EURO TRE
Ma servono le misure strutturali che Legambiente invoca da tempo

“Da 8 giorni – dichiara Lucio Passi, responsabile politiche antismog di Legambiente Padova, il PM10 è consecutivamente sopra il limite di legge giornaliero (50 microgrammi per metro cubo), e l’Arpav non prevede miglioramenti per i prossimi tre giorni. Questi i dati: Venerdì 19 gennaio 60 microgrammi, sabato 20 55 microgrammi, domenica 21 68, lunedì 22 52, martedì 23 61, mercoledì 24 75, giovedì 25 107, venerdì 26, 117  sabato 27”

IL TRAM IN VIA FACCIOLATI?
Dai comitati riflessioni tecniche o politiche?

Prosegue lo studio per la nuova linea del tram: è stata costituita un'unità di progetto in Comune per analizzare la parte tecnica. “In particolare verranno studiati i tracciati possibili per la linea SIR 3 (in via Facciolati o lungo la ciclabile di via Sografi) e gli spostamenti giornalieri di quell’ampia zona della città. L’incarico è stato affidato alla società Net engineering, affiancata da un pool di specialisti dell'Università. Tutte le decisioni saranno prese solo dopo aver esaminato i risultati di questi studi”. E’ quanto dichiarato martedì scorso dal ViceSindaco Arturo Lorenzoni.

Verdiamo un po’ – gennaio 2018

   ECO-ART SERVICE: la produzione artistica come mezzo per divulgare la difesa del verde e incentivare il recupero degli spazi PER LA RICONVERSIONE ECOLOGICA: interventi necessari per la qualità dell'ambiente urbano LA FORZA DELLA BICI: prosegue il progetto PortaBici GENTE PER L'AMBIENTE: volontariato attivo in gruppi di lavoro M'ILLUMINO DI MENO 2018: venerdì 23 febbraio COSA FARE MENTRE ASPETTIAMO IL TRAM: traffico e smog, servono misure strutturali per diminuirli ISCRIVITI A LEGAMBIENTE per il 2018

IL PESO DI 103.000 NON RESIDENTI
Innovare la mobilità  a Padova che ogni giorno si gonfia del 50%

Aspettando il tram e nuove infrastrutture ferroviarie (vero regione ?!?) a favore della mobilità sostenibile, Legambiente propone una serie di provvedimenti necessari per far diminuire l’uso preponderante nel mezzo privato, oggi utilizzato in maniera esorbitante in oltre 58% degli spostamenti quotidiani. L’obiettivo è andare verso un riequilibrio fra i vettori: 1/3 ciascuno fra auto, trasporto pubblico e bicicletta.

CONSUNTIVO SMOG 2017: MAI COSì INQUINATI DA UN DECENNIO
Cosa fare mentre aspettiamo il tram?

“A Padova il 2017 è stato l’“annus horribilis“ del decennio per quanto riguarda la qualità dell’aria  fuorilegge per Pm10, Pm2,5 ed Ozono. In particolare per il PM10 - dichiara Lucio Passi, portavoce di Legambiente Padova- E’ da un decennio che non si registravano così tanti sforamenti del limite di legge giornaliero (50 microgrammi per metro cubo d’aria da non superarsi per più di 35 giorni in un anno), ben 100 (Dati aggiornati al 26 dicembre).

COSA CHIEDIAMO PER LE BICI
BiciPolitana e zone 30 km/h le priorità 

Auto parcheggiate sulle ciclabili; rotatorie insicure per bici e pedoni; assenza di segnaletica orizzontale; veicoli che sfrecciamo sfiorando le bici in strade strette; ciclabili che finisce all’improvviso … il repertorio sarebbe ancora più lungo. Sono alcune delle cose che accadono quotidianamente in città dove chi guida ritiene di essere il padrone della strada.