comunicati stampa

CHIESA DI SAN LUCA
LEGAMBIENTE “è ANCORA CHIUSA, SOLO L’ACQUA CONTINUA AD ENTRARE”

Sono passati ormai vari mesi da quando, erano i primi giorni del marzo 2004, Legambiente ha comunicato del crollo parziale del soffitto della Cappella di S. Giuseppe interna alla chiesa di san Luca, soffitto dal quale, già dal gennaio l'acqua piovana entrava copiosa nella chiesa. Della grave situazione erano stati informati i proprietari, i responsabili, la Curia e gli enti preposti alla tutela.

VARIANTE URBANSTICA:COMUNQUE VADA A FINIRE… LEGAMBIENTE: PADOVA HA DIMOSTRATO DI VOLER DISCUTERE E DECIDERE DEL SUO FUTURO.

Mentre scriviamo non sappiamo come voterà il Consiglio Comunale a proposito della variante urbanistica. Comunque sia andata vogliamo però sottolineare una cosa importante: in questa città si è ripreso a riparlare di urbanistica. E scusate se è poco. L’ultima volta risale agli anni ’70, quando fu l’ordine degli Architetti in prima persona a coinvolgere i cittadini su una variante al PRG di allora.

ASSOCIAZIONI PREOCCUPATE PER L’ECCESSIVA EDIFICAZIONE URBANA ANCORA PREVISTA A PADOVA: APPELLO AL CONSIGLIO COMUNALE

Legambiente, WWF, Amissi del Piovego, Ass. La Brentella e Aprile per la Sinistra registrano la decisione della Giunta Comunale di operare una modesta riduzione della cubatura prevista dalla Variante urbanistica Riccoboni voluta dalla precedente amministrazione in spregio ad ogni idea di sostenibilità ambientale della città. Un segnale di sensibilità ambientale, ma troppo limitato se si considera che in campagna elettorale il centro sinistra aveva promesso una “riduzione drastica dell’edificabilità” e aveva accolto la richiesta di revocare la Variante proveniente da moltissimi comitati e associazioni del terzo settore.

QUANTO VALGONO DIECI VITE? LEGAMBIENTE SULLE TARGHE ALTERNE: “POCHI MICROGRAMMI DI PM10 IN MENO DIMINUISCONO LA MORTALITA”

“Le targhe alterne possono arrivare a diminuire le emissioni del Pm10 anche del 35%. Lo ha stimato l’ARPAV (comunicato ARPAV del 6 maggio 2004). Non mi sembra un risultato da sottovalutare- sostiene Lucio Passi, coordinatore di Legambiente Padova, se si considera che in Italia basterebbe ridurre i livelli di Pm10 nell'aria di soli cinque microgrammi a metro cubo, per risparmiare cinquemila vite l'anno:

PM10: FILOTTO DI SUPERAMENTI
LEGAMBIENTE: “RESTATE LONTANI IL PIù POSSIBILE DALLE ZONE TRAFFICATE”

Si avvi subito una capillare campagna informativa in previsione delle targhe alterne. Come previsto le polveri sottili riprendono a raggiungere livelli pericolosi per la salute di tutti noi. “Stiamo entrando nel periodo peggiore per quanto riguarda il Pm10 – dice Lucio Passi, Coordinatore di Legambiente Padova- quello che durerà fino a marzo-aprile.